Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Il caso della Mongolia che dimostra che l’immunità di gregge non funziona

La copertura vaccinale della Mongolia con due dosi di vaccino contro il morbillo è superiore da anni al 95%.

Nel marzo 2014 è stato dato grande rilievo al comunicato dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che ha dichiarato ufficialmente l’eliminazione del morbillo in Mongolia, con grandi festeggiamenti in occasione della consegna della certificazione dall’Oms, concessa ai Paesi in cui non si siano verificati casi di malattia da almeno tre anni.[1]

Poi, dal marzo 2015 è iniziata una estesa epidemia con 23 464 casi segnalati da marzo a dicembre 2015, e 27363 casi da gennaio a giugno 2016.[2]

Questi dati dimostrano in maniera incontrovertibile che l’immunità di gregge non funziona.

 

Fonti:

[1] http://www.wpro.who.int/mediacentre/releases/2014/20140708/en/

[2]http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/252544/1/RS-2016-GE-25-AUS-eng.pdf

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Ferdinando Imposimato: ‘Il Gruppo Bilderberg è uno dei responsabili della strategia della tensione’

Interessante intervista fatta al magistrato Ferdinando Imposimato, che conferma che il gruppo Bilderberg governa il mondo in maniera ‘invisibile’. Foto:...

Simbolo massonico sullo stemma episcopale di Papa Francesco

Il motto episcopale scelto da papa Francesco, è ‘Miserando atque eligendo’. La frase latina significa “guardò con misericordia e lo...

La chiamano ‘santa risata’

Questi sono quelli della cosiddetta santa risata, ossia quelli che hanno fatto della libertà una occasione alla carne. Guardatevi e...

Chiudi