Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 1 comment

Conosci il tuo nemico – Le origini, il carattere, e le opere di Satana

L’origine di Satana

 

serpente_nemico-300x203Satana è un essere spirituale malvagio e potente. La parola Satana deriva dalla parola ebraica Satan che significa ‘Avversario’. Satana è “il nemico” (Luca 10:19) di Dio e di tutti i figli di Dio (1 Pietro 5:8). Egli possiede un regno (Matteo 12:26); tutti coloro che sono sotto la sua potestà fanno parte del suo regno e sono chiamati “i figliuoli del maligno” (Matteo 13:38) ed anche “i figli del regno” (Matteo 8:12), e i Satanisti sono tra di essi. Il regno di Satana non è diviso contro sé stesso, ecco perché Satana non può cacciare Satana (Matteo 12:25-27), cioè perché un servitore di Satana posseduto da spiriti maligni non può cacciare gli spiriti maligni fuori dal corpo di una persona posseduta da spiriti maligni.

Per quanto riguarda le sue origini, questo essere malvagio originariamente era una santa creatura celeste ma poi a motivo della sua superbia si corruppe e diventò quello che è ora e con lui trascinò anche degli angeli che sono chiamati “i suoi angeli” (Apocalisse 12:7). Nel libro del profeta Isaia ci sono le seguenti parole che si suppone si riferiscano all’origine del diavolo: “Come mai sei caduto dal cielo, o astro mattutino, figliuol dell’aurora?! Come mai sei atterrato, tu che calpestavi le nazioni?! Tu dicevi in cuor tuo: ‘Io salirò in cielo, eleverò il mio trono al disopra delle stelle di Dio; io m’assiderò sul monte dell’assemblea, nella parte estrema del settentrione; salirò sulle sommità delle nubi, sarò simile all’Altissimo’ (Isaia 14:12-14). Anche nel profeta Ezechiele ci sono delle parole che si suppone si riferiscano allo stesso avvenimento: “Così parla il Signore, l’Eterno: Tu mettevi il suggello alla perfezione, eri pieno di saviezza, di una bellezza perfetta; eri in Eden il giardino di Dio; eri coperto d’ogni sorta di pietre preziose: rubini, topazi, diamanti, crisoliti, onici, diaspri, zaffiri, carbonchi, smeraldi, oro; tamburi e flauti erano al tuo servizio, preparati il giorno che fosti creato. Eri un cherubino dalle ali distese, un protettore. Io t’avevo stabilito, tu stavi sul monte santo di Dio, camminavi in mezzo a pietre di fuoco. Tu fosti perfetto nelle tue vie dal giorno che fosti creato, finché non si trovò in te la perversità” (Ezechiele 28:11-15).

 

Il carattere e le opere di Satana

 

Satana è malvagio e perciò le sue opere sono malvagie. Esaminiamo il suo carattere e le sue opere malvagie alla luce delle Sacre Scritture.

Seduttore

Satana è “il serpente antico … il seduttore di tutto il mondo” (Apocalisse 12:9), in quanto seduce persone in tutto il mondo affinché credano ogni tipo di menzogna. Egli “è bugiardo e padre della menzogna” (Giovanni 8:44), non c’è verità in lui.

Il primo essere umano che Satana sedusse con la sua astuzia fu Eva (2 Corinzi 11:3), la moglie di Adamo il primo uomo, in quanto Satana, per mezzo del serpente, indusse Eva a dubitare della Parola di Dio (Dio aveva detto ad Adamo: “Mangia pure liberamente del frutto d’ogni albero del giardino; ma del frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare; perché, nel giorno che tu ne mangerai, per certo morrai” – Genesi 2:16-17) e ad accettare la sua menzogna, secondo cui mangiando il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, Eva ed Adamo non sarebbero morti. Eva credette a Satana e prese del frutto e lo mangiò e ne diede a suo marito che ne mangiò anch’egli. In quello stesso giorno però Adamo ed Eva morirono spiritualmente. Accadde quello che Dio aveva detto ad Adamo che sarebbe accaduto se avesse mangiato di quel particolare frutto. Naturalmente, quel frutto proibito da Dio era un frutto buono in sé stesso, ma era stato proibito da Dio. Quindi, mentre le parole di Satana si rivelarono false, le parole di Dio si dimostrarono veraci (Genesi 3:1-7).

Satana ha continuato questa sua opera diabolica attraverso la storia dell’umanità, e la sta tuttora perseguendo. Egli con la sua astuzia induce le persone a credere che Dio non esiste, che Gesù Cristo non è venuto in carne, che non è il Salvatore del mondo, che Egli non morì per i nostri peccati e non resuscitò, che Gesù non è il Cristo, che l’uomo è Dio, che tutte le cose sono Dio, che il peccato è una bella cosa, che i viventi possono consultare i morti e parlare con essi, che i poteri occulti sono poteri buoni, che non ci sarà un giorno del giudizio, che la salvezza è per opere, che dopo la morte finisce tutto, che dopo la morte l’anima dell’uomo va a reincarnarsi nel corpo di un altro uomo o nel corpo di un animale, che il diavolo non esiste (o che è solo la personificazione del male, e badate che anche in una frangia del Satanismo esiste questa concezione di Satana), che non c’è alcun inferno, che si può trovare la felicità nei piaceri della vita e nelle concupiscenze mondane, e così via. Queste sono solo alcune delle sue menzogne, e noi sappiamo che coloro che credono nelle menzogne di Satana sono più numerosi di coloro che credono nella verità che è in Cristo Gesù.

Perché Satana vuole far credere alle persone le menzogne? Perché lui odia le persone e vuole che vadano in perdizione. Mentre Dio vuole che gli uomini siano salvati, lui vuole che essi vadano in perdizione. Questo è confermato da quello che Gesù disse nella parabola del seminatore a proposito di coloro lungo la strada: “Quelli lungo la strada son coloro che hanno udito; ma poi viene il diavolo e porta via la Parola dal cuor loro, affinché non credano e non siano salvati” (Luca 8:12). Considerate questo: Satana porta via la Parola di Dio dal cuore di alcune persone perché vuole impedirgli di credere ed essere salvate.

Ovviamente Satana desidera sedurre anche i figli di Dio, e questo tenta di farlo tramite falsi ministri del Vangelo, che si travestono da ministri di Cristo e sono chiamati da Paolo ‘ministri di Satana’ (2 Corinzi 11:15). Essi operano come il loro padrone, che “si traveste da angelo di luce” (2 Corinzi 11:14). La loro luce sembra essere vera, ma è una falsa luce. Le loro dottrine sembrano essere sane, ma sono false. Quindi noi dobbiamo guardarci dai ministri di Satana.

Satana talvolta conferma le sue menzogne tramite segni e prodigi, e quindi in questi casi i segni e i prodigi sono compiuti grazie a poteri occulti. Ci sono molti falsi profeti che operano questi segni e prodigi, sia nelle nazioni Occidentali che in quelle Orientali. Non ha forse detto Gesù: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigî da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:24)? Costoro sono vestiti da pecore, ma dentro sono lupi rapaci pronti a divorare i figli di Dio. Inoltre, sia l’uomo del peccato (o l’anticristo) che il falso profeta, che appariranno prima del ritorno di Cristo, compiranno grandi segni e prodigi, secondo che è scritto: “E allora sarà manifestato l’empio, che il Signor Gesù distruggerà col soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta. La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigî bugiardi; e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all’amor della verità per esser salvati” (2 Tessalonicesi 2:8-10), ed anche: “E operava grandi segni, fino a far scendere del fuoco dal cielo sulla terra in presenza degli uomini. E seduceva quelli che abitavano sulla terra coi segni che le era dato di fare in presenza della bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un’immagine della bestia che avea ricevuta la ferita della spada ed era tornata in vita” (Apocalisse 13:13-14).

Colui che acceca le menti

Abbiamo visto che Satana seduce le persone affinché credano ogni sorta di menzogne, e porta via la Parola di Dio dai cuori di molti di coloro nei quali essa è stata seminata, affinché non credano e non siano salvati, affinché dopo morti vadano all’inferno e in quel giorno siano gettati nel fuoco eterno.

C’è però qualcosa d’altro che fa Satana affinché le persone non credano e non siano salvate, e cioè acceca le loro menti. Ecco quello che Paolo dice ai Corinzi: “E se il nostro vangelo è ancora velato, è velato per quelli che son sulla via della perdizione, per gl’increduli, dei quali l’iddio di questo secolo ha accecato le menti, affinché la luce dell’evangelo della gloria di Cristo, che è l’immagine di Dio, non risplenda loro” (2 Corinzi 4:3-4). Questa è la ragione per cui tante persone in tutto il mondo non accettano il Vangelo della grazia di Dio, perché le loro menti sono state ottenebrate dal maligno. D’altro canto però il Signore Iddio apre le menti di alcuni di coloro in cui è stata seminata la Parola, affinché la luce dell’evangelo glorioso di Cristo possa risplendere loro. A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Tentatore

Satana è “il tentatore” (Matteo 4:3). Egli tentò Gesù, il Figlio di Dio, affinché peccasse, ma non riuscì nel suo intento (Matteo 4:11; Ebrei 4:15).

Egli tenta anche noi affinché noi trasgrediamo i comandamenti di Dio, ma se noi ci sottomettiamo a Dio e gli resistiamo, egli fuggirà da noi (Giacomo 4:7). Noi possiamo opporci efficacemente al diavolo solo rivestendoci della completa armatura di Dio, di cui l’apostolo Paolo parla agli Efesini, secondo che egli dice: “Rivestitevi della completa armatura di Dio, onde possiate star saldi contro le insidie del diavolo; poiché il combattimento nostro non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono ne’ luoghi celesti. Perciò, prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e dopo aver compiuto tutto il dover vostro, restare in piè. State dunque saldi avendo presa la verità a cintura dei fianchi, essendovi rivestiti della corazza della giustizia e calzati i piedi della prontezza che dà l’Evangelo della pace; prendendo oltre a tutto ciò lo scudo della fede, col quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la Parola di Dio; orando in ogni tempo, per lo Spirito, con ogni sorta di preghiere e di supplicazioni; ed a questo vegliando con ogni perseveranza e supplicazione per tutti i santi” (Efesini 6:11-18).

Satana opera quello che egli desidera in coloro che non si sottomettono a Dio e non resistono al diavolo, inducendoli a commettere ogni sorta di peccati. Ecco perché egli è chiamato “il principe della potestà dell’aria”, e “quello spirito che opera al presente negli uomini ribelli” (Efesini 2:2). Quindi, la ragione per cui gli uomini sono schiavi di ogni sorta di vizi e peccati è che c’è uno spirito malvagio chiamato Satana, e gli uomini sono sotto la sua potestà; egli li controlla, li domina, cosicché essi sono dati ad ogni sorta di peccati. Infatti Giovanni dice che “chi commette il peccato è dal diavolo, perché il diavolo pecca dal principio” (1 Giovanni 3:8), ed anche che “tutto il mondo giace nel maligno” (1 Giovanni 5:19).

Accusatore

Satana è il diavolo, cioè l’accusatore dei figliuoli di Dio, in quanto li accusa davanti a Dio giorno e notte (Apocalisse 12:10). La parola ‘diavolo’ deriva dal greco diabolos, che significa ‘accusatore’.

La Scrittura conferma chiaramente che Satana è l’accusatore, ecco infatti cosa vide e sentì il profeta Zaccaria in visione: “E mi fece vedere il sommo sacerdote Giosuè, che stava in piè davanti all’angelo dell’Eterno, e Satana che gli stava alla destra per accusarlo. E l’Eterno disse a Satana: ‘Ti sgridi l’Eterno, o Satana! ti sgridi l’Eterno che ha scelto Gerusalemme! Non è questi un tizzone strappato dal fuoco?’ Or Giosuè era vestito di vestiti sudici, e stava in piè davanti all’angelo. E l’angelo prese a dire a quelli che gli stavano davanti: ‘Levategli di dosso i vestiti sudici!’ Poi disse a Giosuè: ‘Guarda, io ti ho tolto di dosso la tua iniquità, e t’ho vestito di abiti magnifici’. E io dissi: ‘Gli sia messa in capo una tiara pura!’ E quelli gli posero in capo una tiara pura, e gli misero delle vesti; e l’angelo dell’Eterno era quivi presente” (Zaccaria 3:1-5).

Noi che siamo figli di Dio però abbiamo un avvocato presso il Padre, cioè Gesù Cristo il Giusto (1 Giovanni 2:1), che ci difende (dalle accuse del diavolo) confessando davanti a Dio di averci rivestito della giustizia di Dio, che si basa sulla fede in Cristo, e che il Suo sangue ci purifica da ogni peccato (1 Giovanni 1:7). Questa è la ragione per cui noi non temiamo le accuse del diavolo.

Omicida

Satana è omicida (Giovanni 8:44). Egli è in grado di uccidere e questo è quello che egli fa personalmente o attraverso i suoi malvagi servitori (sia persone che praticano arti occulte o sia che non le praticano, le quali sono da lui indotte ad uccidere) in tutto il mondo. Alcuni credenti che erano maghi o streghe prima della loro conversione a Cristo, ci hanno raccontato di aver ucciso delle persone tramite i loro poteri occulti, e che avevano tentato di uccidere persino dei Cristiani ma non riuscirono nel loro intento perché questi erano protetti da Dio.

Fu Satana ad indurre Caino ad uccidere suo fratello Abele, perché l’apostolo Giovanni dice: “Poiché questo è il messaggio che avete udito dal principio: che ci amiamo gli uni gli altri, e non facciamo come Caino, che era dal maligno, e uccise il suo fratello. E perché l’uccise? Perché le sue opere erano malvage, e quelle del suo fratello erano giuste” (1 Giovanni 3:11-12). Mentre Gesù era sulla terra riprese i Giudei che lo volevano uccidere, dicendo loro che il loro padre era il diavolo e perciò essi volevano fare i desideri del padre loro, che è stato omicida fin dal principio (Giovanni 8:41,44).

Satana è il nostro avversario e va attorno a noi a guisa di leone ruggente, cercando chi possa divorare (1 Pietro 5:8). Quindi, fratelli, studiatevi di non fargli spazio (Efesini 4:27), altrimenti vi distruggerà. Ricordatevi che egli vi odia, egli vuole farvi del male, quindi resistetegli stando fermi nella fede.

 

Altre opere di Satana

 

Vediamo altre opere di Satana.

Satana incita le persone a ribellarsi contro Dio. Fu lui ad incitare Davide a censire Israele, e siccome quello fu un atto di ribellione contro Dio, Dio punì Israele (1 Cronache 21:1-27).

Satana colpisce le persone con la malattia. Fu lui a colpire Giobbe con un ulcera maligna (Giobbe 2:1-7), e a tenere legata una donna per 18 anni tramite uno spirito d’infermità (Luca 13:10-16).

Satana mette in cuore alle persone di fare cose malvagie e può anche entrare in loro. Egli mise in cuore a Giuda Iscariota, che era uno dei dodici apostoli di Gesù Cristo, di tradire il Maestro (Giovanni 13:2), ed entrò in Giuda, che andò a conferire coi capi sacerdoti e i capitani sul come lo darebbe loro nelle mani (Luca 22:3-4). E Satana riempì il cuore di Anania per farlo mentire allo Spirito Santo e ritenere parte del prezzo del podere che lui e sua moglie avevano venduto, e per quel peccato Anania fu messo a morte da Dio (Atti 5:1-10).

Satana talvolta impedisce ai servitori di Cristo di fare delle cose che essi hanno in cuore di fare per la gloria di Dio. Satana infatti impedì a Paolo e ai suoi compagni di recarsi a visitare i santi di Tessalonica (1 Tessalonicesi 2:18).

Satana getta in prigione i servitori di Cristo. Gesù disse infatti all’angelo della Chiesa di Smirne: “Non temere quel che avrai da soffrire; ecco, il diavolo sta per cacciare alcuni di voi in prigione, perché siate provati; e avrete una tribolazione di dieci giorni. Sii fedele fino alla morte, e io ti darò la corona della vita” (Apocalisse 2:10).

Satana semina i suoi figli in mezzo ai figli di Dio. Gesù, nello spiegare la parabola delle zizzanie, disse: “Il campo è il mondo; la buona semenza sono i figliuoli del Regno; le zizzanie sono i figliuoli del maligno; il nemico che le ha seminate, è il diavolo; la mietitura è la fine dell’età presente; i mietitori sono angeli” (Matteo 13:38-39).

Satana pone dei lacci per i figliuoli di Dio per prenderli appunto nel suo laccio. Satana prese nel laccio Imeneo e Fileto per fargli fare la sua volontà, perché si erano sviati dalla verità affermando che la resurrezione era già avvenuta (2 Timoteo 2:17-18, 24-26). Quindi, preghiamo Dio che ci liberi dal maligno, come ci ha comandato di fare Gesù (Matteo 6:13).

 

Satana vuole essere adorato

La Scrittura insegna che solo Dio è degno di adorazione. Satana sa questo, e siccome è malvagio e presuntuoso, vuole essere adorato anche lui dagli esseri umani. Il fatto che Satana in un occasione tentò Gesù Cristo affinché questi lo adorasse, secondo che è scritto: “Di nuovo il diavolo lo menò seco sopra un monte altissimo, e gli mostrò tutti i regni del mondo e la lor gloria, e gli disse: Tutte queste cose io te le darò, se, prostrandoti, tu mi adori. Allora Gesù gli disse: Va’, Satana, poiché sta scritto: Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto” (Matteo 4:8-10), mostra molto chiaramente che Satana vuole essere adorato. Ed è riuscito a farsi adorare da molti nel mondo, cioè dai Satanisti, i quali si sono dati al culto a Satana in cambio di poteri, ricchezze, e successo, a loro perdizione naturalmente. Perché l’adorazione a Satana è idolatria, in quanto egli è una creatura.

 

I limiti di Satana

La Scrittura insegna che benché Satana sia libero di agire in tutto il mondo, e commetta e faccia commettere tantissime opere malvagie, egli ha dei limiti.

Prima di tutto, egli non è onnipotente, per cui non può fare ogni cosa; il suo potere è limitato perché egli è pur sempre una creatura.

Secondo, egli non è onnisciente, quindi la sua conoscenza è limitata.

Terzo, egli non è onnipresente, e quindi non può essere in ogni luogo contemporaneamente.

Ultimo ma non per questo meno importante, egli compie quelle cose che Dio gli permette di compiere; la storia di Giobbe questo lo mostra molto chiaramente, perché lui non potè toccare Giobbe senza il permesso di Dio (Giobbe 1:12; 2:6).

 

Gesù Cristo ha vinto Satana

La Parola di Dio dice che Gesù Cristo mediante la sua morte ha distrutto il diavolo che aveva l’impero della morte (Ebrei 2:14). Egli ha vinto l’uomo forte (così è chiamato anche il diavolo) e adesso può strappargli dalle mani le anime (Matteo 12:29). In altre parole, in virtù del sangue che ha sparso sulla croce, Cristo può liberare coloro che sono sotto la potestà di Satana, e portarli sotto la potestà di Dio (Atti 26:18).

In virtù del sangue di Gesù Cristo sparso da Lui sulla croce e in virtù della parola della nostra testimonianza anche noi, quali discepoli di Cristo, abbiamo vinto il diavolo (Apocalisse 12:11; 1 Giovanni 2:14). Noi dunque non lo temiamo. Quando ci attacca lo affrontiamo con coraggio, ma non con armi carnali o armi nostre, ma con le armi di Dio, con la sicurezza che riusciremo tramite di esse a non cadere vittime di alcuna delle sue macchinazioni ordite da lui contro di noi figliuoli di Dio (Efesini 6:10-18).

Il diavolo, quantunque sia stato vinto da Cristo, è però ancora libero di agire sulla terra, il tempo in cui egli sarà punito come merita non è ancora giunto.

Altra cosa da tenere bene a mente è che quantunque Satana sia stato vinto da Cristo, noi non siamo autorizzati a lanciargli contro dei giudizi ingiuriosi in quanto comunque sia è una dignità. La Scrittura biasima severamente coloro che parlano del diavolo con offese e ingiurie, secondo che è scritto: “Audaci, arroganti, non hanno orrore di dir male delle dignità; mentre gli angeli, benché maggiori di loro per forza e potenza, non portano contro ad esse, dinanzi al Signore, alcun giudizio maldicente” (2 Pietro 2:10-11), ed ancora: “E ciò nonostante, anche costoro, nello stesso modo, trasognati, mentre contaminano la carne, disprezzano l’autorità e dicon male della dignità. Invece, l’arcangelo Michele quando, contendendo col diavolo, disputava circa il corpo di Mosè, non ardì lanciare contro a lui un giudizio ingiurioso, ma disse: Ti sgridi il Signore!” (Giuda 8-9).

 

Il destino di Satana

Durante il periodo che precederà la venuta del Signore Gesù, e durante il quale Dio colpirà gli empi con molte piaghe, l’arcangelo Michele e i suoi angeli combatteranno contro Satana e i suoi angeli, ma Satana e i suoi angeli non vinceranno e saranno gettati sulla terra, secondo che è scritto: “E vi fu battaglia in cielo: Michele e i suoi angeli combatterono col dragone, e il dragone e i suoi angeli combatterono, ma non vinsero, e il luogo loro non fu più trovato nel cielo. E il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato Diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furon gettati gli angeli suoi” (Apocalisse 12:7-9).

Dopo di ciò, quando Gesù Cristo ritornerà dal cielo, Satana sarà legato per mille anni e gettato nell’abisso, affinché non seduca più le persone fino alla fine dei mille anni, quando sarà liberato dalla sua prigione per un breve tempo e riuscirà a sedurre le nazioni che sono sulla terra, ma allora sarà gettato nel fuoco eterno che è stato “preparato pel diavolo e per i suoi angeli” (Matteo 25:41). Ecco quello che dice la Scrittura: “Poi vidi un angelo che scendeva dal cielo e avea la chiave dell’abisso e una gran catena in mano. Ed egli afferrò il dragone, il serpente antico, che è il Diavolo e Satana e lo legò per mille anni, lo gettò nell’abisso che chiuse e suggellò sopra di lui onde non seducesse più le nazioni finché fossero compiti i mille anni; dopo di che egli ha da essere sciolto per un po’ di tempo. Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decollati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non aveano adorata la bestia né la sua immagine, e non aveano preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano; ed essi tornarono in vita, e regnarono con Cristo mille anni. Il rimanente dei morti non tornò in vita prima che fosser compiti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su loro non ha potestà la morte seconda ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni. E quando i mille anni saranno compiti, Satana sarà sciolto dalla sua prigione e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro canti della terra, Gog e Magog, per adunarle per la battaglia: il loro numero è come la rena del mare. E salirono sulla distesa della terra e attorniarono il campo dei santi e la città diletta; ma dal cielo discese del fuoco e le divorò. E il diavolo che le avea sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta; e saran tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli” (Apocalisse 20:1-10).

Come potete vedere, viene il giorno in cui Satana sarà punito per tutte le sue opere malvagie; Dio non lo annichilerà, come sostengono alcuni, ma lo condannerà ad un tormento eterno nel fuoco eterno.

L’apostolo Paolo in merito alla punizione che Dio infliggerà a Satana dice ai santi di Roma: “E l’Iddio della pace triterà tosto Satana sotto ai vostri piedi” (Romani 16:20).

 

Sui demoni

Non si può parlare di Satana, senza parlare dei demoni perché i demoni aiutano il diavolo a portare avanti le sue attività in tutto il mondo. Vediamo dunque di parlare anche di essi.

I demoni sono spiriti malvagi o spiriti immondi che sono sotto la direzione di Satana, che è chiamato appunto per questo “il principe dei demoni” (Matteo 12:24). I demoni sono dei suoi fedeli sudditi, che fanno la sua volontà. Quindi Satana porta avanti la sua opera tramite di essi.

Per ciò che concerne le loro origini, la Scrittura non dice come sono venuti all’esistenza. I demoni credono che v’è un solo Dio e tremano (Giacomo 2:19).

I demoni ai giorni di Gesù

Ai giorni di Gesù c’erano molte persone possedute da demoni in Israele, e Gesù cacciò molti demoni. Nei Vangeli ci sono molti passaggi che confermano ciò. Eccone alcuni: ‘Poi, fattosi sera, quando il sole fu tramontato, gli menarono tutti i malati e gl’indemoniati. E tutta la città era raunata all’uscio. Ed egli ne guarì molti che soffrivan di diverse malattie, e cacciò molti demonî; e non permetteva ai demonî di parlare, poiché sapevano chi egli era” (Marco 1:32-34); “E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e cacciando i demonî” (Marco 1:39). Gesù cacciò i demoni per l’aiuto dello Spirito di Dio (Matteo 12:28), ma gli scribi e i Farisei lo accusarono di cacciarli per l’aiuto di Beelzebub, cioè il principe dei demoni (Matteo 12:24). Gesù dunque li riprese severamente dicendo loro: “Ogni regno diviso in parti contrarie sarà ridotto in deserto; ed ogni città o casa divisa in parti contrarie non potrà reggere. E se Satana caccia Satana, egli è diviso contro se stesso; come dunque potrà sussistere il suo regno? E se io caccio i demonî per l’aiuto di Beelzebub, per l’aiuto di chi li cacciano i vostri figliuoli? Per questo, essi stessi saranno i vostri giudici. Ma se è per l’aiuto dello Spirito di Dio che io caccio i demonî, è dunque pervenuto fino a voi il regno di Dio. Ovvero, come può uno entrar nella casa dell’uomo forte e rapirgli le sue masserizie, se prima non abbia legato l’uomo forte? Allora soltanto gli prederà la casa. Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde. Perciò io vi dico: Ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. Ed a chiunque parli contro il Figliuol dell’uomo, sarà perdonato; ma a chiunque parli contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato né in questo mondo né in quello avvenire. O voi fate l’albero buono e buono pure il suo frutto, o fate l’albero cattivo e cattivo pure il suo frutto; perché dal frutto si conosce l’albero. Razza di vipere, come potete dir cose buone, essendo malvagi? Poiché dall’abbondanza del cuore la bocca parla. L’uomo dabbene dal suo buon tesoro trae cose buone; e l’uomo malvagio dal suo malvagio tesoro trae cose malvage. Or io vi dico che d’ogni parola oziosa che avranno detta, gli uomini renderan conto nel giorno del giudizio; poiché dalle tue parole sarai giustificato, e dalle tue parole sarai condannato” (Matteo 12:25-37).

Come si può vedere, Satana non può cacciare Satana, cosicchè nessuno di coloro che sono sotto la potestà di Satana può cacciare i demoni. Questo è confermato dal seguente episodio che ebbe luogo nella provincia dell’Asia mentre l’apostolo Paolo si trovava là: “Or alcuni degli esorcisti giudei che andavano attorno, tentarono anch’essi d’invocare il nome del Signor Gesù su quelli che aveano degli spiriti maligni, dicendo: Io vi scongiuro, per quel Gesù che Paolo predica. E quelli che facevan questo, eran sette figliuoli di un certo Sceva, Giudeo, capo sacerdote. E lo spirito maligno, rispondendo, disse loro: Gesù, lo conosco, e Paolo so chi è; ma voi chi siete? E l’uomo che avea lo spirito maligno, si avventò su due di loro; li sopraffece, e fe’ loro tal violenza, che se ne fuggirono da quella casa, nudi e feriti. E questo venne a notizia di tutti, Giudei e Greci, che abitavano in Efeso; e tutti furon presi da spavento, e il nome del Signor Gesù era magnificato” (Atti 19:13-17).

Gesù diede ai Suoi apostoli la potestà di cacciare i demoni (Matteo 10:1) e comandò loro di cacciare i demoni (Matteo 10:8), e gli apostoli in obbedienza al suo comando cacciarono molti demoni (Marco 6:13).

I differenti tipi di demoni

Come nel Regno di Dio ci sono differenti tipi di spiriti buoni (cherubini, serafini, un arcangelo, e angeli) che hanno differenti mansioni, così nel regno del principe della potestà dell’aria (cioè il diavolo) ci sono differenti spiriti malvagi.

Ci sono spiriti malvagi che causano mutismo e sordità come quello spirito immondo che Gesù cacciò da un ragazzo, secondo che è scritto nel Vangelo secondo Marco: “E venuti ai discepoli, videro intorno a loro una gran folla, e degli scribi che discutevan con loro. E subito tutta la folla, veduto Gesù, sbigottì e accorse a salutarlo. Ed egli domandò loro: Di che discutete voi con loro? E uno della folla gli rispose: Maestro, io t’ho menato il mio figliuolo che ha uno spirito mutolo; e dovunque esso lo prende, lo atterra; ed egli schiuma, stride dei denti e rimane stecchito. Ho detto a’ tuoi discepoli che lo cacciassero, ma non hanno potuto. E Gesù, rispondendo, disse loro: O generazione incredula! Fino a quando sarò io con voi? Fino a quando vi sopporterò? Menatemelo. E glielo menarono; e come vide Gesù, subito lo spirito lo torse in convulsione; e caduto in terra, si rotolava schiumando. E Gesù domandò al padre: Da quanto tempo gli avviene questo? Ed egli disse: Dalla sua infanzia e spesse volte l’ha gettato anche nel fuoco e nell’acqua per farlo perire; ma tu, se ci puoi qualcosa, abbi pietà di noi ed aiutaci. E Gesù: Dici: Se puoi?! Ogni cosa è possibile a chi crede. E subito il padre del fanciullo esclamò: Io credo; sovvieni alla mia incredulità. E Gesù, vedendo che la folla accorreva, sgridò lo spirito immondo, dicendogli: Spirito muto e sordo, io tel comando, esci da lui e non entrar più in lui. E lo spirito, gridando e straziandolo forte, uscì; e il fanciullo rimase come morto; talché quasi tutti dicevano: È morto. Ma Gesù lo sollevò, ed egli si rizzò in piè” (Marco 9:14-27). Nel Vangelo secondo Matteo troviamo un altro caso di persona che era muta a motivo di uno spirito muto e che fu in grado di parlare solo dopo che Gesù cacciò il demone che quella persona aveva, secondo che è scritto: “Or come que’ ciechi uscivano, ecco che gli fu presentato un uomo muto indemoniato. E cacciato che fu il demonio, il muto parlò. E le turbe si maravigliarono dicendo: Mai non s’è vista cosa tale in Israele” (Matteo 9:32-33). Dunque alcuni di coloro che sono muti e sordi hanno uno spirito maligno, che causa mutismo e sordità; cosicchè in questi casi, affinchè queste persone siano guarite dalla loro sordità e dal loro mutismo, bisogna discernere prima il demone e poi cacciarlo via. Prestate attenzione a questo: non ho detto che tutti coloro che sono sordi e muti hanno uno spirito muto e sordo che causa la loro infermità, ma che alcuni di essi hanno uno spirito muto e sordo, in quanto il fatto che una persona sia sorda o muta non significa necessariamente che abbia uno spirito muto e sordo. Può essere così, ma non sempre. E’ errato affermare che ogni persona sorda e muta è posseduta, perché come ai giorni di Gesù c’erano molti sordi e muti che non erano affatto posseduti ma solo malati – ecco la ragione per cui in questi casi Gesù non cacciò nessuno spirito ma li guarì solamente (Marco 7:32-37) – così anche oggi ci sono molti sordi e muti che non hanno bisogno di essere liberati dai demoni, ma semplicemente guariti dalla loro infermità.

Ci sono spiriti malvagi che sono chiamati ‘spiriti seduttori’ perché la loro opera è sedurre le persone affinché accettino ogni sorta di false dottrine. Paolo parla di essi quando dice a Timoteo: “Ma lo Spirito dice espressamente che nei tempi a venire alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demonî per via della ipocrisia di uomini che proferiranno menzogna, segnati di un marchio nella loro propria coscienza; i quali vieteranno il matrimonio e ordineranno l’astensione da cibi che Dio ha creati affinché quelli che credono e hanno ben conosciuta la verità, ne usino con rendimento di grazie. Poiché tutto quel che Dio ha creato è buono; e nulla è da riprovare, se usato con rendimento di grazie; perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera” (1 Timoteo 4:1-5). Questi spiriti maligni aiutano i falsi profeti e i falsi cristi a diffondere le loro eresie di perdizione in mezzo a questo mondo di tenebre, come anche aiutano i falsi ministri del Vangelo che sono in seno alla Chiesa di Dio a diffondere le loro dottrine di demoni, che purtroppo molti credenti hanno accettato. Vi ricordo che il padre della menzogna è Satana, cosicché ogni falsa dottrina non procede da Dio ma da Satana. Per non rimanere sedotti da questi spiriti maligni è necessario vegliare e pregare, e investigare del continuo le Scritture per vedere se quello che viene insegnato è vero.

Ci sono spiriti malvagi che operano segni e prodigi. L’apostolo Giovanni vide alcuni di essi in una visione, secondo che dice: “E vidi uscir dalla bocca del dragone e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta tre spiriti immondi, simili a rane; perché sono spiriti di demonî che fan de’ segni e si recano dai re di tutto il mondo per radunarli per la battaglia del gran giorno dell’Iddio Onnipotente” (Apocalisse 16:13-14). Questi spiriti permettono ai falsi profeti e ai falsi cristi di operare segni e prodigi per sedurre le persone. Molti guru Indiani, e le streghe e gli stregoni, hanno questo tipo di spiriti. Tenete però presente che questi spiriti malvagi operano segni e prodigi persino tra i credenti attraverso falsi ministri del Vangelo, che vengono vestiti da pecore ma dentro sono lupi rapaci.

Ci sono spiriti maligni chiamati spiriti indovini (tramite cui alcuni pretendono di predire il futuro o di far conoscere alle persone delle loro cose personali), in quanto nella Scrittura leggiamo che mentre Paolo e i suoi collaboratori si trovavano a Filippi essi incontrarono una donna che aveva uno spirito indovino e un giorno Paolo discernette quello spirito e lo cacciò. Ecco il racconto biblico: “E avvenne, come andavamo al luogo d’orazione, che incontrammo una certa serva, che avea uno spirito indovino, e con l’indovinare procacciava molto guadagno ai suoi padroni. Costei, messasi a seguir Paolo e noi, gridava: Questi uomini son servitori dell’Iddio altissimo, e vi annunziano la via della salvezza. Così fece per molti giorni; ma essendone Paolo annoiato, si voltò e disse allo spirito: Io ti comando, nel nome di Gesù Cristo, che tu esca da costei. Ed esso uscì in quell’istante” (Atti 16:16-18).

Ci sono spiriti maligni che inducono le persone ad uccidere. Per esempio, un giorno uno di questi spiriti investì il re Saul, mentre Davide stava suonando l’arpa, e Saul tentò di colpire Davide con la lancia per ucciderlo, ma Davide schivò il colpo (1 Samuele 19:9-10).

Ci sono spiriti maligni che governano su larghe zone della terra come signori e governatori nel mondo spirituale. Nel libro di Daniele leggiamo che il capo del regno di Persia si oppose per 21 giorni al messaggero che il Signore mandò a Daniele, e quel capo era uno spirito maligno (Daniele 10:1-20).

Ci sono spiriti maligni che sono più forti di altri, perché Gesù disse che gli spiriti che causano mutismo e sordità possono essere cacciati solo mediante la preghiera e il digiuno (Marco 9:29), e ci sono anche spiriti maligni che sono più malvagi di altri (Matteo 12:43-45).

Dove vivono i demoni

I demoni vivono principalmente nell’aria sopra la terra, in quanto il loro principe, cioè Satana, è “il principe della potestà dell’aria” (Efesini 2:2). E’ nell’aria che si trova sopra la terra che noi troviamo le quattro categorie di demoni, che sono i principati, le potestà, i dominatori di questo mondo di tenebre, e le forze spirituali della malvagità che sono nei luoghi celesti (Efesini 6:12).

Alcuni demoni vivono sotto la terra, e persino sotto il mare; alcune testimonianze di ex stregoni confermano ciò.

Alcuni demoni vivono nei corpi di alcuni esseri umani, ed in questo caso parliamo di possessione demoniaca. Siccome, secondo la Scrittura, i demoni possono entrare anche negli animali (Marco 5:11-13) diciamo che alcuni demoni vivono in certi animali.

Alcuni demoni vivono in luoghi aridi, perché Gesù disse: “Or quando lo spirito immondo è uscito da un uomo, va attorno per luoghi aridi, cercando riposo e non lo trova” (Matteo 12:43).

Alcuni demoni vivono in edifici sia privati che pubblici. Alcune case dove sono stati commessi dei crimini sono abitate da certi demoni. I templi pagani sono abitati da demoni.

I demoni vivono nelle città: alcune città di alcune nazioni sono particolarmente piene di demoni.

I demoni vivono in certe montagne, rocce e alberi, che sono abitati da spiriti maligni: i pagani conoscono molto bene questi luoghi perché vi si recano ad adorare questi demoni.

I demoni e l’idolatria

L’idolatria è una delle opere del diavolo, ecco perché Paolo ci ammonisce a non diventare idolatri. Ecco le sue parole: “Che dico io dunque? Che la carne sacrificata agl’idoli sia qualcosa? Che un idolo sia qualcosa? Tutt’altro; io dico che le carni che i Gentili sacrificano, le sacrificano ai demonî e non a Dio; or io non voglio che abbiate comunione coi demonî. Voi non potete bere il calice del Signore e il calice de’ demonî; voi non potete partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demonî. O vogliam noi provocare il Signore a gelosia? Siamo noi più forti di lui?” (1 Corinzi 10:19-22).

Dalle parole di Paolo apprendiamo che benché sia l’idolo che ciò che viene offerto all’idolo sia nulla, tutti i sacrifici che i Gentili sacrificano agli idoli sono sacrificati ai demoni e non a Dio. In altre parole, dietro tutti gli idoli ci sono demoni. Che ogni volta che qualcuno sacrifica qualcosa ad un idolo egli sacrifica ai demoni, è confermato da questi passaggi della Scrittura che concernono gli Israeliti: “E servirono ai loro idoli, i quali divennero per essi un laccio; e sacrificarono i loro figliuoli e le loro figliuole ai demoni, e sparsero il sangue innocente, il sangue dei loro figliuoli e delle loro figliuole, che sacrificarono agl’idoli di Canaan; e il paese fu profanato dal sangue versato” (Salmo 106:36-39).

Quindi, dato che questi sacrifici fatti dai pagani sono contaminati dagli idoli, noi dobbiamo astenerci da essi per non avere comunione con i demoni e provocare il Signore a gelosia, perché Egli è un Dio geloso. Questa è la ragione per cui quando gli apostoli e gli anziani si riunirono a Gerusalemme, essi decisero nel Signore di comandare ai fratelli di fra i Gentili di astenersi dalle cose contaminate nei sacrifici agli idoli o sacrificate agli idoli (Atti 15:20,29). Il loro comando è tuttora obbligatorio.

Forme e sembianze dei demoni

Sebbene i demoni sono degli esseri spirituali o delle entità spirituali, essi hanno una forma e delle sembianze. Alcuni di essi hanno le sembianze di animali. Come abbiamo visto prima, gli spiriti che vide Giovanni erano come rane (Apocalisse 16:13). Ma ce ne sono altri che appaiono come scimmie, coccodrilli, serpenti, rane, maiali, ecc. Altri spiriti maligni appaiono come persone ordinarie, altri ancora metà esseri umani e metà animali, ed altri ancora come delle creature a noi sconosciute. Lo Spirito Santo talvolta permette ai credenti di discernere i demoni, affinchè i credenti siano avvertiti sulle loro macchinazioni e li caccino. Questa manifestazione dello Spirito si chiama “il discernimento degli spiriti” (1 Corinzi 12:10).

I demoni possono essere cacciati nel nome di Gesù Cristo

Secondo quanto insegna la Scrittura, una delle maniere in cui i demoni si manifestano è attraverso gli esseri umani. Essi entrano nel corpo di alcuni uomini e cominciano ad operare cose malvagie. Questa si chiama possessione demoniaca e quando una persona ha uno o più spiriti maligni (essa può essere posseduta persino da migliaia di demoni) noi diciamo che essa è posseduta da demoni. Quando i demoni entrano in una persona, essa perde il controllo del suo corpo e comincia a fare e dire cose strane; in altre parole il suo comportamento diventa completamente differente.

Vediamo alcune di queste cose che questa persona può dire e fare sotto la potestà dei demoni. Può spogliarsi davanti ad altre persone, gridare ad alta voce bestemmiando e insultando le persone (molto spesso la voce è completamente diversa da quella normale), può andare a vivere nelle tombe, può tagliarsi con pietre o coltelli, può manifestare una forza soprannaturale, può improvvisamente sparire e apparire in seguito, può gettarsi a terra e cominciare a schiumare dalla bocca, digrignare i denti e diventare rigido. I demoni lo possono indurre ad uccidere altre persone, a sgozzare bambini per offrirli in sacrificio a Satana (abbiamo visto che questo avviene tra i Satanisti), e possono fargli compiere dei segni e prodigi bugiardi o mostrare dei poteri occulti (come telepatia, chiaroveggenza, chiaroudienza e così via). Molte persone che sono considerate ‘pazze’ in effetti sono possedute da demoni.

A questo punto però voglio dire con ogni chiarezza che una persona nata di nuovo che cammina per lo Spirito non può essere posseduta dai demoni, perché la Scrittura dice che Colui che abita in noi è più grande di qualsiasi demone che possa attaccarci e che “quando l’avversario verrà come una fiumana, lo Spirito dell’Eterno lo metterà in fuga” (Isaia 59:19).

Possiamo noi liberare i posseduti dal potere dei demoni, come fecero gli apostoli nel primo secolo dopo Cristo, secondo che è scritto negli Atti: “E avvenne, come andavamo al luogo d’orazione, che incontrammo una certa serva, che avea uno spirito indovino, e con l’indovinare procacciava molto guadagno ai suoi padroni. Costei, messasi a seguir Paolo e noi, gridava: Questi uomini son servitori dell’Iddio altissimo, e vi annunziano la via della salvezza. Così fece per molti giorni; ma essendone Paolo annoiato, si voltò e disse allo spirito: Io ti comando, nel nome di Gesù Cristo, che tu esca da costei. Ed esso uscì in quell’istante” (Atti 16:16-18)? Sì, possiamo farlo. Come? Facendo la stessa cosa che facevano gli apostoli, invocando il nome di Gesù Cristo su coloro che sono posseduti da demoni, sgridando i demoni e comandando loro nel nome di Gesù Cristo di uscire dal corpo dove sono. I demoni sanno che devono ubbidire quando vengono sgridati nel nome di Gesù Cristo e quindi sanno che devono lasciare il corpo dove abitano. Non importa quanti demoni sono in una persona, o quanto forti essi siano, essi devono ubbidire e ubbidiranno. Gesù Cristo disse di coloro che credono nel suo nome: “ …. nel nome mio cacceranno i demonî;….. ” (Marco 16:17). Quindi, abbiamo fede nel nome di Gesù Cristo e invochiamo il suo potente e glorioso nome, che spaventa Satana e tutti i suoi spiriti malvagi, sopra coloro che sono posseduti, e noi vedremo i prigionieri liberati per la potenza dello Spirito, sì, perché come ho già detto, i demoni vengono cacciati per lo Spirito Santo.

Vi ricordo però che ci sono spiriti maligni che escono solo con la preghiera e il digiuno; si tratta degli spiriti muti e sordi (Marco 9:29).

Anche i demoni sanno – come lo sa il diavolo – che li aspetta il tormento infatti quando quei due indemoniati del paese dei Geraseni si fecero incontro a Gesù gli dissero: “Che v’è fra noi e te, Figliuol di Dio? Sei tu venuto qua prima del tempo per tormentarci?” (Matteo 8:29). Ovviamente furono gli spiriti maligni a proferire quelle parole. Loro pensavano che Gesù fosse venuto a tormentarli prima del tempo; di quale tempo? Di quello che è stato stabilito da Dio che ancora deve venire.

 

Noi figliuoli di Dio siamo protetti da Dio

Satana e i suoi demoni non possono in nessuna maniera toccarci. Certamente ci attaccano, su questo non c’è alcun dubbio, e lo fanno in svariate maniere. Ci sono credenti che prima di convertirsi erano dei maghi, e quindi avevano degli spiriti maligni in corpo, e che hanno detto in maniera molto chiara che ogni qual volta cercarono di fare del male a dei credenti i loro tentativi risultarono vani perché in una maniera o nell’altra essi erano protetti. C’è chi li ha visti circondati da angeli con spade sguainate ed è stato impossibilitato ad avvicinarsi più di tanto.

Non è forse vero che persino Satana dovette riconoscere che Giobbe era stato circondato da Dio con un riparo? Ascoltate infatti quello che egli ebbe a dire a Dio: “Non l’hai tu circondato d’un riparo, lui, la sua casa, e tutto quel che possiede?” (Giobbe 1:10) E difatti Satana potè colpire Giobbe solo con il permesso di Dio, non senza di esso, secondo che Egli gli disse la prima volta: “Ebbene! tutto quello che possiede è in tuo potere; soltanto, non stender la mano sulla sua persona’ (Giobbe 1:12), e la seconda: “Ebbene esso è in tuo potere; soltanto rispetta la sua vita’ (Giobbe 2:6). Questo ci insegna chiaramente che noi figliuoli di Dio siamo protetti da Dio e che solo nel caso Dio lo voglia per suoi fini specifici può permettere al diavolo di farci del male.

Il Salmista dice: “L’Eterno è colui che ti protegge; l’Eterno è la tua ombra; egli sta alla tua destra. Di giorno il sole non ti colpirà, né la luna di notte. L’Eterno ti proteggerà da ogni male; egli proteggerà l’anima tua. L’Eterno proteggerà il tuo uscire e il tuo entrare da ora in eterno” (Salmo 121:5:8), e sempre il Salmista dice che gli angeli del Signore si accampano attorno a quelli che lo temono e li liberano (Salmo 34:7 Versione Diodati). E ci sono anche queste altre parole del Salmista che dicono: “Chi dimora nel ritiro dell’Altissimo alberga all’ombra dell’Onnipotente. Io dico all’Eterno: Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio Dio, in cui confido! Certo egli ti libererà dal laccio dell’uccellatore e dalla peste mortifera. Egli ti coprirà con le sue penne, e sotto le sue ali troverai rifugio. La sua fedeltà ti è scudo e targa. Tu non temerai lo spavento notturno, né la saetta che vola di giorno, né la peste che va attorno nelle tenebre, né lo sterminio che infierisce in pien mezzodì. Mille te ne cadranno al fianco, e diecimila alla destra; ma tu non ne sarai colpito. Solo contemplerai coi tuoi occhi e vedrai la retribuzione degli empi. Poiché tu hai detto: O Eterno, tu sei il mio rifugio; tu hai preso l’Altissimo per il tuo asilo, male alcuno non ti coglierà, né piaga alcuna s’accosterà alla tua tenda. Poiché egli comanderà ai suoi angeli di guardarti in tutte le tue vie. Essi ti porteranno in palma di mano, che talora il tuo piè non urti in alcuna pietra. Tu camminerai sul leone e sull’aspide, calpesterai il leoncello e il serpente. Poich’egli ha posta in me la sua affezione, io lo libererò; lo leverò in alto, perché conosce il mio nome. Egli m’invocherà, ed io gli risponderò; sarò con lui nella distretta; lo libererò, e lo glorificherò. Lo sazierò di lunga vita, e gli farò vedere la mia salvezza” (Salmo 91:1-16).

Dobbiamo quindi camminare tranquilli, il diavolo con tutte le sue schiere non potrà in nessuna maniera farci del male. Quando lui verrà come una fiumana lo Spirito di Dio lo metterà in fuga (Isaia 59:19). E come disse Gesù: “Nulla potrà farvi del male” (Luca 10:19). Amen.

Vi propongo ora due testimonianze di due ex Satanisti, ora figliuoli di Dio, che confermano come noi figliuoli di Dio siamo da Lui protetti dagli attacchi del diavolo.

La prima è di Vilma Laudelino De Souza, ex sacerdotessa di Satana in Brasile: ‘Io ho iniziato a praticare questo. E una notte è successa una cosa particolare. In mezzo a una sessione di magia nera, una donna era furiosa, e dice, “Non la posso toccare!” Dice, “Io voglio uccidere una donna evangelica”. Io ho detto, “Bene”, perché là mi hanno insegnato a pregare contro gli evangelici. Mi hanno insegnato che gli evangelici erano un nemico per noi. Dovevano essere distrutti; sempre, quando era possibile, io dovevo distruggere chiunque si diceva evangelico. Perché loro mi dicevano, “Per via degli evangelici le entità non possono governare in questo luogo”. E quella donna inizia a parlarmi della sua vicina. Dice, “La mia vicina di casa è una fanatica! Lei non idolatra Maria, lei parla solo del suo Dio, dice sempre Alleluia, canta degli inni… La mia vicina dice che le nostre entità sono demoni. Lei è pretenziosa, e dice che va in cielo”. Guardate l’importanza della testimonianza di un credente che cammina nella presenza di Dio. Mentre quella donna mi diceva, senza immaginare ho iniziato a stare attenta, quando lei mi ha detto, “La mia vicina è così pretenziosa, lei mi ha detto che devo accettare Gesù come mio Salvatore”. E io allora ho pensato, “Io imparerò e distruggerò i credenti”. Non ho mai immaginato però che il fondatore della Chiesa dei credenti, che l’autore e compitore della fede dei credenti aveva già dichiarato duemila anni fa che le porte dell’inferno non avrebbero prevalso contro la sua Chiesa. Alleluia, Cristo è la verità. Non c’è Dio come il Dio dei credenti. Io non ho imparato questo a un culto evangelico, ho imparato questo nella magia nera. Quando quella donna inizia a menzionare il nome di Gesù, questo demone, Lucifero, va dietro di me e dice, “Basta!” Dice, “Io non posso toccare quegli evangelici. Loro hanno uno Spirito contro il quale io non ho potere”. Dentro quella sessione di magia io mi sono domandata, “Chi sarà il Dio di questi evangelici? Chi sarà lo Spirito che hanno gli evangelici?”. Ma io non sapevo, e per questo ho immaginato che loro erano i peggiori fattucchieri. Io potevo uccidere una persona entro ventiquattro ore volendo, però non potevo toccare gli evangelici. Cari, dopo che ho conosciuto la verità, dopo che gli occhi della mia mente si sono aperti, io ho scoperto il segreto dei credenti. Ho scoperto perché tutto l’inferno insieme non può nemmeno contro un credente. Sapete cos’è? E’ perché ogni vero credente ha nelle porte della propria anima il marchio del sangue di Gesù. Ogni evangelico ha il nome scritto nei cieli, ha una sicurezza come nessuna autorità in questo mondo può avere. Ogni evangelico ha un angelo di Dio accampato attorno a sè. Ogni evangelico ha una promessa, come nel vangelo di Matteo il Signore dice, “Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine dei tempi”. Non è senza ragione che l’apostolo Paolo nel suo canto di vittoria nel capitolo 8 di Romani dice, “Se Dio è per noi chi sarà contro di noi?”. Ma io non sapevo queste cose’ (Da ‘Scalando l’abisso’ – http://www.lanuovavia.org/testimonianze_02_conversioni_073.html).

La seconda è di Emmanuel Eni Amos, ex-agente di Satana nigeriano che era stato nominato ‘Presidente degli stregoni’ da Satana: ‘Il Cristiano nato di nuovo non è riconosciuto dal fatto che porta sempre la Bibbia o dal numero di riunioni che frequenta. I CRISTIANI NEL MONDO SPIRITUALE SONO RICONOSCIUTI DALLA LUCE CHE SPLENDE CONTINUAMENTE COME UNA CANDELA MOLTO RISPLENDENTE NEL LORO CUORE O COME UN CERCHIO DI LUCE ATTORNO ALLA LORO TESTA O COME UN MURO DI FUOCO ATTORNO A LORO. Quando il Cristiano stava camminando, NOI VEDEVAMO DEGLI ANGELI CAMMINARE ASSIEME A LUI, UNO ALLA SUA DESTRA, UNO ALLA SUA SINISTRA E UNO DIETRO DI LUI. A motivo di ciò, a noi era impossibile avvicinarci a lui. Il solo modo in cui noi avevamo successo era nel fare peccare il Cristiano, la qual cosa ci apriva una porta per la quale entrare. Quando un Cristiano guidava una macchina e noi volevamo fargli del male, noi vedevamo che lui non era mai solo nella macchina, c’era sempre un Angelo al suo fianco. OH! SE SOLO IL CRISTIANO CONOSCESSE TUTTO QUELLO CHE DIO HA IN RISERVA PER LUI, EGLI NON SI IMMISCHIEREBBE CON IL PECCATO E NON VIVREBBE NEGLIGENTEMENTE. … ‘ (Dal libro: Liberato dalle potenze delle tenebre – Titolo originale: DELIVERED FROM THE POWERS OF DARKNESS, Editore originale: SCRIPTURE UNION Press and Books Ltd, P.O. Box 4011, OYO Road, IBADAN, NIGERIA, Prima edizione 1987 – http://www.lanuovavia.org/testimonianze_conversioni33.html)

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

 

Fonte

 

 

1 Comment

  1. Stasera ho letto il carattere le opere del diavolo devo dire che non avevo mai letto tanto in una sola volta conoscevo la potenza di Satana ,ma conosco anche la potenza del mio Dio,e stata una lettura interessante . Ringrazio lo scrittore e ringrazio Dio che mi ha invogliato a leggere è registrarmi tutti i richiami dei versetti Biblici

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Leggi altro:
domande-da-fare
Domande sulla Massoneria che dovete fare al vostro pastore

Fratelli, qui di seg...

frecciaages
Il predicatore del treno

Un certo uomo abitav...

israele
Contro la teologia del doppio patto

La ‘Dual Covenant Th...

Chiudi