Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Sintesi biografica di uomini e donne di preghiera: David Brainerd

“Tu amerai dunque l’Eterno, il tuo Dio, con tutto il cuore, con tutta l’anima tua e con tutte le tue forze” (Deut. 6:5).

david-brainerdPer la grazia di Dio, David Brainerd obbedì a questo primo e grande comandamento. Pregò con passione e sacrificio, perseguì la santità perfetta e chiamò i peccatori al pentimento; tutto perché amò fervidamente il Signore Gesù Cristo.

E’ triste dirlo, ma molti cristiani hanno delle difficoltà a comprendere il suo zelo e il suo amore per Gesù. Per lui il mondo materiale e fisico aveva poco valore. Era della razza dei primi martiri. Per lui ogni cosa era inutile tranne l’ottenere una più profonda comunione spirituale con Dio. Nel diario di Brainerd è scritto: “Dio era così prezioso per l’anima mia che il mondo con tutti i suoi piaceri appariva vile. Non mi interessava più ottenere il favore degli uomini”.

Passava parecchio tempo in preghiera a cui dedicava spesso giorni interi accompagnandola al digiuno. Amava ritirarsi nel bosco per stare da solo con Dio. La preghiera divenne la priorità per Brainerd ed era una gioia per lui passare due ore alla volta in comunione segreta con Cristo. Si alzava presto la mattina e ricercava Dio per godere della Sua presenza. Era assetato di Dio, dell’Iddio vivente e non rimase deluso.

Brainerd abbracciò una vita di rinunce e sacrifici. Passava almeno venti ore alla settimana a cavallo. La sua alimentazione consisteva in mais bollito, pane cotto nella cenere e qualche volta un po’ di carne e burro. La sua casa era piccola, completamente di legno e con delle tavole per letto e del fieno come materasso.

David Brainerd intercedeva costantemente e fervidamente per le anime perdute degli indiani americani. Spesso era in un così forte travaglio che quando si alzava dalle sue ginocchia era tutto sudato e difficilmente riusciva a camminare diritto. Come la vedova di Luca 18, le preghiere di David Brainerd furono finalmente ascoltate. Interi campi di indiani furono convertiti dalla potenza di Dio, mentre lui proclamava un messaggio di pentimento e di grazia. Uomini anziani e donne che erano stati degli sbandati per anni, e bambini di sei o sette anni erano preoccupati per le loro anime. Tutti pregavano e piangevano gridando a Dio di avere pietà di loro. Molti non potevano andarsene o restare in piedi.

Alla fine, dopo innumerevoli ore passate in preghiera e digiuno, e aver affrontato terribili condizioni ambientali, anche se fisicamente debole, la sua fedeltà fu ricompensata e il fuoco del Signore cadde su di loro. La cosa straordinaria è che questo avvenne quando ormai le speranze di Brainerd erano minime e quando pensò seriamente di rinunciare.

Brainerd vide un cambiamento grandioso nelle vite degli indiani. Scrive nel suo diario: “Io non conosco nessuna assemblea di cristiani dove ci sia una tale presenza di Dio, e dove prevalga un amore fraterno così grande”.

David Brainerd predicò dal 1743 al 1747, morendo di tubercolosi all’età di 29 anni. Brainerd scrisse nel suo diario: “Desidero essere, fino al mio ultimo respiro, come una fiamma di fuoco che arde costantemente nel servizio divino e nel costruire il regno di Cristo”. Questa preghiera fu abbondantemente esaudita.

Fonte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
La massoneria smascherata: la dottrina segreta

Nella Massoneria esiste una dottrina segreta che persino tanti massoni non conoscono, ed essa è strettamente collegata al 3° grado...

Siamo stati salvati per compiere opere buone

Giovanni dice: "In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Iddio, ma che Egli ha amato noi, e ha...

Chiese protestanti di Milano protestano a favore dell’omosessualità

Ecco come si sono ridotti tanti ‘protestanti’ (Valdesi, Metodisti ecc.), a protestare a favore dell’omosessualità.  Guardate: Ma come possono dei...

Chiudi