Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

David Rockefeller ringrazia i media per avere tenuto nascosto il piano di creare un Nuovo Ordine Mondiale

Nel Giugno 1991 i leaders mondiali si incontrano per un’altra riunione a porte chiuse del Bilderberg Club a Baden Baden, in Germania. In quell’occasione, David Rockefeller afferma:

«Siamo grati al Washington Post, al New York Times, al Time e alle altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno presenziato alle nostre riunioni ed hanno rispettato le loro promesse di discrezione per quasi quaranta anni. Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano mondiale se fossimo stati sotto le luci dei riflettori durante quegli anni. Ma il mondo ora è più sofisticato e più preparato a marciare verso un Governo Mondiale. La sovranità sovranazionale di un’élite intellettuale e di banchieri internazionali è certamente preferibile all’autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati».

david-rockfeller_thumb

[Fonte: blog di Illuminato Butindaro, estratti dal libro “La Massoneria Smascherata”, di Giacinto Butindaro]

La stampa libera e liberale è morta, le grandi pubblicazioni sono sovvenzionate dai grandi centri di potere, pertanto non possono pubblicare quello che vogliono, quello che è utile sapere ai cittadini, quello che serve alle persone, ma parlano solo per fare propaganda a favore degli interessi dei finanziatori. Libertà gridano questi centri, ma poi imbavagliano la lingua della libertà: i mezzi di comunicazione di massa.

La maggior parte, se non tutte ormai, le pubblicazioni nazionali, TV comprese, che avrebbero il compito di informare i cittadini di quello che succede realmente nelle città, nella nazione e nel mondo, di quello che i vari centri di potere cercano di nascondere e/o dissimulare, invece essendo finanziati da tali centri di potere, sono imbavagliati e non possono parlare a loro piacimento; a ben pensare, se non interessati, a pubblicare solo cose che INTRATTENGONO i lettori alla pari degli spettacolini ai parchi per bambini, per far passare il tempo affinché ogni reazione e commento contrario risulti tradivo e inefficace.

Nelle stanze interne hanno deciso che l’omosessualità deve andare di moda, ed eccovelo proposto con forza e violenza in ogni momento dalla TV, nei cartoni animati, nelle riviste, attraverso manifestazioni ed altro ancora.

I politici, prezzolati alla pari delle riviste e dei quotidiani, sbraitano contro le manifestazioni fatte a favore della famiglia, ma gioiscono alle manifestazioni “vietate ai minori” chiamate “gay pride”. Le manifestazioni a pro delle famiglie vengono targate come segni di odio e intolleranza, mentre le manifestazioni pro gay devono essere accettate da tutti forzatamente.

Ricordatevi che per Dio non esistono cristiani omosessuali a Lui graditi, come non sono graditi i cristiani adulteri e fornicatori, ladri, assassini, idolatri etc.. La Bibbia che è la Parola di Dio condanna i sodomiti ad una eterna infamia nello stagno di fuoco e di zolfo, se non si ravvedono e non si convertono a Gesù Cristo, portando frutti degni di ravvedimento, abbandonando i vizi contro natura.

Da che mondo è mondo, si sa, il popolino ha sempre bisogno di scatenare la sua aggressività contro qualcuno, contro un nemico, ed ecco che gli è stato dato anche questo, i poveri immigrati servono appunto a questo, a fare da parafulmine all’odio e alla aggressività latente che abita in tutti gli esseri umani. Qualche straniero, è vero, merita di non essere accolto in questa nazione italiana ospitale e pacifica, ma sempre gli stessi centri di potere hanno talmente indirizzato l’attenzione e l’aggressività dei cittadini attraverso le proprie fonti di informazione contro queste vittime sacrificali, talvolta ignari di quello che succede. La comunicazione verso gli stranieri è così negativa che a tutti i cittadini italiani pare che abbiano una marea di stranieri dietro la propria porta di casa, facendo loro avvertire incertezza, insicurezza, come se in ogni momento sia presente un pericolo imminente causato dagli stranieri, anche quando non ci sono stranieri a loro vicini.

Vedete quanto è grande la forza della comunicazione, per chi se ne impossessa e grazie a chi tace e non lotta per accertarsi se le cose stanno realmente come queste pubblicazioni ci propinano.

Se si fanno entrare questi poveri stranieri, avranno pure il diritto di vivere e di mangiare, quindi li troveremo a tutti gli angoli delle strade nel tentativo di sopravvivere in mezzo a gente indigena che li guarda in cagnesco, cercando di non perdere la propria dignità di essere umano.

E’ tutto architettato, e la cosa che più m’infastidisce, è il fatto che molti “grembiulini” pensano che tutti i profani non comprendano assolutamente nulla di quello che stanno architettando in questo grande universo di cuori e di menti che stanno sempre di più precipitando nello sconforto, a causa della crisi sia economica, che spirituale. Hanno capito che la massa dorme e non ha nessuna voglia di procurarsi l’informazione, quindi essi sono preda facile e una volta conquistata la massa, a loro volta diventano dei ripetitori gratuiti di quelle informazioni manipolate tanto care ai “muratori”.

“Oh grembiulino, grembiulino mio, chi è il più illuminato della fratellanza?” “Sei tu, o maestro, o venerabile, o indiscutibile guida nostra!”

O maestro dimmi, come si può spingere  la società, le religioni, tutti gli ambiti della cittadinanza a combattere per ottenere una parità di genere tra l’uomo e la donna, quando nella tua loggia non è permesso che la donna neppure vi entri e non pensi minimamente di acquisire parità di diritti con i fratelli? Questa è la più grande incoerenza dei grembiulini.

Un’altra cosa che mi ha fatto sorridere, è scoprire che non esiste una moralità per l’uomo e la donna, che possono fare tutto ciò che vogliono, ma gli apprendisti non possono giacersi carnalmente con la moglie del maestro massone. Ma guarda, a loro modo hanno imposto un piccolo “non commettere adulterio, né fornicazione, con la moglie, la figli e la serva dei maestri massoni”. Con questo anche i grembiulini riconoscono che ci sono condotte riprovevoli, quindi non si è liberi di fare tutto quello che si vuole. E per quale motivo i grembiulini se la prendono con noi religiosi che imponiamo una condotta impeccabile anche dal punto di vista sessuale, che non solo non si deve toccare la moglie di un ministro dell’evangelo, ma non si deve toccare nessuna donna se non la propria moglie. Almeno noi diamo pari dignità in questo modo a tutti i membri, a tutti i nostri fratelli in Cristo, a differenza dei grembiulini.

Niente di anormale, questa palese contraddizione è il frutto della illuminazione che i grembiulini hanno ricevuto da un essere che loro chiamano grande architetto, che non è né grande, e neppure architetto, ma è un essere imparziale e malvagio, perché è Lucifero, cioé Satana, il diavolo. Prima di voler accendere la luce a noi poveri profani, controllate che non siano spente le vostre di lampade, perché da quello che stiamo vedendo, sia a livello mondiale, che in questa nazione, di luce ne state facendo  veramente poca. Vi riempite la bocca della parola riforma, libertà, uguaglianza e altro, ma voi siete i più intolleranti e ingiusti che una società civile abbia potuto partorire, in provetta, di nascosto, e al buio.

Maestro, non basta possedere un grembiule, un martello, una squadra ed un compasso, bisogna anche saperli usare, e per usare bene ed efficacemente strumenti come quelli, bisogna conoscere bene il materiale che si deve lavorare, ma da quello che si sente in giro, circa la onorabilità e il buon costume dei tuoi fratelli, il vostro lavoro non sta funzionando a dovere, dovete rifare la punta allo scalpello, e la squadra non è in assetto giusto, e il filo a piombo si è incastrato, non sta funzionando a dovere. Dovete fare tanta pulizia in mezzo a voi, ma tanta tanta! Poi, venite, e parliamo, se potete provare a portare luce ai profani.

La cosa che nella vita mi ha sempre fatto venire il voltastomaco, è il tradimento, quando qualcuno ti da fiducia e tu lo uccidi e lo accoltelli alle spalle. O grembiulini, non incantate più nessuno ormai, con i vostri discorsi pomposi, ma vuoti quanto alla sostanza, sedete a destra, a sinistra o a centro, ormai lo sappiamo che vi siete dati la mano per vendere questa onorata nazione italiana al miglior offerente, perché il popolo italiano non ha più nessuno che lo rappresenta da molti decenni ormai; la nostra Italia è stata ferita a morte dai grembiulini, i votanti sono stati traditi nel peggiore dei modi, e sono stati venduti a dei tiranni europei, a dei tiranni mondiali, che avendo cambiato forma ed essendosi nascosti per operare nell’ombra, pure sono sempre gli stessi, e alla fine la storia si ripete:  dopo la libertà viene la dittatura, e dopo la dittatura viene la libertà o in questo o nell’altro mondo.

Ahi ahi, mia cara Italia, quelli che pensavi che ti portassero la libertà e ti restituissero un po’ di dignità in Europa e nel mondo, ti hanno fatta prigioniera e ti vogliono spogliare di tutto quello che hai conquistato grazie ai tuoi padri, e non si troverà per te neppure un luogo dove seppellirti, perché non ne sarai ritenuta degna. Italia, non hai vegliato, quindi ti meriti di essere scaraventata a terra e di rimanere nel fango.

Questi pensatori con la lampada spenta, si sono inventati un altro sistema per distrarre l’attenzione degli italiani, e non solo, “il calcio”. Vi è un magnetismo particolare in questo sport, che sport non è più già da tanto tempo, ma è solo business e basta. Ti fanno gridare, ti fanno provare una battaglia nell’arena, e poi scopri che tutto era combinato o quasi, ma questo a te non importa, hai vissuto una emozione intensa, e in mezzo al nulla non è certo da poco. Ringraziateli i vostri carnefici, perché prima vi hanno creato il nulla nella vostra vita, poi vi fanno provare delle emozioni con il calcio.

Tutto ciò che abbiamo detto si consuma nel quasi totale e assoluto silenzio dei quotidiani e dei massmedia, che dovrebbero scuotere le coscienze e far riflettere, invece ti fanno vedere, oh povera Italia, il vestitino della principessa, ti mostrano il tuo cantante preferito che è andato a mangiare in ristorante, o l’attrice preferita che è andata ad una festa con un certo abito, e via giù a criticare i vestiti senza alcuna pietà. Italia, ma è questo quello che veramente ti interessa oggigiorno? Ti interessa veramente sapere che il principino è uscito in giardino ed ha fatto una passeggiata in ciabatte? Ti interessa veramente che la tua attrice preferita ha messo un abito di colore rosso con qualche spacco qua e là ed è andata ad un party? Italia, è questo che richiedi da quei quotidiani che tu acquisti e a cui ti abboni ogni anno e che sovvenzioni? Per me, non se li meritano i tuoi soldi, Italia, non se li meritano.

Abbiate pazienza con me, o lettori, e che Dio abbia misericordia di me e mi perdoni questo sfogo, carnale, umano, italiano, benché io non sia più neppure cittadino italiano, perché ho ricervuto in dono la cittadinanza celeste, grazie al sacrifico compiuto da Gesù Cristo sulla croce; ma non posso sopportare che le persone vengano prese in giro come sta avvenendo; non sopporto che la mia famiglia, la città in cui vivo, che la nazione intera che mi ospita temporaneamente, siano presi in giro in questa maniera disgustosa e ormai pure grossolanamente.

Io dovrò morire lo so, non ci sarà posto per me e per quelli come me in questo nuovo ordine mondiale, in cui tutti saranno costretti a mangiare le stesse cose, a pensare le stesse cose, a fare le stesse cose. Io vengo tacciato come fondamentalista, estremista, e questo perché ho detto no al relativismo massonico. Scusate, ma se un palloncino è bianco, per me è bianco, e non può essere contemporaneamente anche nero solo per fare piacere e non contraddire l’altra parte. Se sbaglio fatemelo notare con prove certe e validi ragionamenti, ed io lo accetterò, ma non posso fare violenza alla mia coscienza e alla mia intelligenza. No, sarò tolto di mezzo perché non sopporto che si scrivano pagine e pagine sul colore del vestitino della principessa, mentre la gente viene manipolata e portata a pensare come vuole una certa èlite. Questo e altro io non lo posso tacere, ecco perché non c’è posto per me in questo nuovo ordine mondiale che si sta affacciando alla storia, alla nostra pagina di storia, che tutti noi siamo chiamati a scriverne una qualche riga.

E’ con l’informazione che si combatte questa partita in questo periodo di tempo; prima di tutto si deve imparare a cercare le notizie e a riconoscere quelle vere, e a non credere a quello che per la maggiore ti propinano. Per fare un esempio, basta documentarsi sull’attacco terroristico alle torri gemelle dell’11 settembre, per rendervi conto, che l’èlite non ha pietà alcuna verso nessuno, neppure verso il suo stesso popolo. Io sono contrario ad ogni forma di violenza, contro qualsiasi persona, ma sono favorevole e spingo affinché tutti siano coscienti e capiscano quello che sta loro piombando addosso sommessamente, in maniera strisciante.

Almeno bisogna impegnarsi ad imparare l’arte della comunicazione, sia nell’apprendimento delle notizie sia nella propagazione delle notizie, perché, lo si voglia o no, tutti siamo portatori di informazioni e portiamo avanti ciò che abbiamo compreso, ma se abbiamo compreso male, ecco che trasmettiamo il male.

Quello che più mi fa indignare, è che pensano che il popolino profano sia costituito da persone “molto poco” intelligenti, anche se in questi ultimi tempi, bisogna ammetterlo, un po’ di movimento contro la dittatura emergente mondiale lo stiamo vedendo, nella comunicazione. Ripeto, io sono contrario ad ogni forma di violenza fisica, verbale, informatica o altro, ma sono a favore solo di una corretta ed equilibrata comunicazione.

Almeno combattiamo e mettiamo in difficoltà sul piano della comunicazione questi grembiulini, facciamo loro capire che non ce ne facciamo niente dei loro quotidiani col vestitino, e che l’informazione vera noi abbiamo imparato ad andare a prenderla e a discernerla, per non essere ignari servitori e propagatori della menzogna montata ad arte.

Ogni italiano prenda coscienza che tutti siamo una fonte di informazione, che propaga informazione e conoscenza agli altri, quindi deve avere il corretto senso di responsabilità del buon padre di famiglia, e soprattutto deve sforzarsi per non essere strumentalizzato, né manipolato da questi neo-aristocratici che vogliono un nuovo ordine mondiale con grave perdita e menomazione dei diritti alla libertà dell’uomo.

Io sto facendo e voglio continuare a fare la mia parte, per quanto riguarda il campo religioso in particolare, ma tutti devono comprendere che devono fare la loro parte in difesa di sè stessi e delle loro famiglie.

Giuseppe Piredda.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
“La chiesa è sotto attacco”, dicono taluni!

Nella Parola di Dio, leggiamo questi passi: “Perciò chiunque ode queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato...

Un’altra anima strappata dalle ADI

Pace a tutti voi, mi chiamo Giuseppe De Ieso ed ho 41 anni. Il Signore nella Sua infinita grazia mi...

Il «cerchiobottismo evangelico»

Cerchiobottismo è una parola gergale di origine giornalistica, che indica l’atteggiamento di chi, trovandosi a dover scegliere tra più alternative...

Chiudi