Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Come DIO si usò di una bambina, in una lingua che non conosceva, per confermare la Sua opera ad un missionario

‘In quegli anni, nelle miniere d’oro di quella zona lavoravano dei cinesi. Per poterli curare spiritualmente venne a Johannesburg un missionario cinese chiamato John, un uomo grande, intelligente, e conosciuto per la sua sincerità.

Un missionario lo portò a una radunanza e tutto ciò che John qui vide era per lui completamente nuovo. Si sentì così a disagio e si domandò se quel risveglio fosse da Dio. Preso da questi dubbi, pregò fervidamente nel suo spirito, dicendo al Signore di dargli chiarezza. Ad un tratto una bambina che era seduta davanti a lui gli disse in cinese perfetto: ‘Quest’opera è da Dio’. Ciò fu un triplice miracolo perché la bambina, senza conoscerlo e senza sapere nulla del suo problema, sentì che doveva dire quelle parole a lui, gli diede la risposta esatta proprio riguardo al suo dubbio e parlò in cinese, una lingua che non conosceva.

John, pieno di stupore, chiese a Dio di battezzarlo nello Spirito Santo e ciò avvenne. Rivestito di questa santa armatura ritornò in Cina per portare quel messaggio ai suoi connazionali.

 
[Tratto da: John G. Lake, Il deserto fiorirà. Testimonianze di RISVEGLIO del SUDAFRICA e predicazioni di fede, Brindisi 1985, pag. 25]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Jamie Melillo: mio figlio distrutto dai vaccini

Un altra testimonianza, in mezzo a tante, di come i vaccini killer abbiano distrutto la vita di un bambino e...

Il Consiglio Generale delle ADI ha deciso che le ADI devono prendere anche loro le quote inespresse dell’8 per mille

Il 1 dicembre 2011, nei locali dell’Istituto Evangelico Betania – Emmaus, Via Monte Amiata, 21/23, Fonte Nuova (Roma), si è...

I falsi dottori: figli della maledizione

Fratelli nel Signore, sono sorti in mezzo alla Chiesa di Dio tanti falsi dottori, e questo è avvenuto affinché si...

Chiudi