Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Evan Roberts e il risveglio del Galles nel 1904

I semi del risveglio sono sempre coltivati nei cuori degli umili. Così fu per il grande risveglio del Galles nel 1904. Fu nel cuore di un giovane minatore di nome Evan Roberts che Dio mise una visione consumante per un risveglio spirituale. Evan Roberts non possedeva un grande intelletto o un parlare eloquente, ma semplicemente una grande passione per Gesù. Mentre altri giovani andavano in barca nella baia, il giovane Roberts andava fedelmente a tutte le riunioni di preghiera.

Anche se Evan Roberts aveva solo ventisei anni, non aveva tempo per i divertimenti e i piaceri giovanili. Pregava incessantemente giorno e notte, piangendo e cercando un grande risveglio spirituale. Roberts scrive:

“Per dieci o undici anni ho pregato per un risveglio. Potevo stare in piedi tutta la notte a leggere e a parlare di risvegli”.

Successivamente Evan Roberts fu cacciato da dove abitava perché la signora che gli affittava una camera pensava che nel suo entusiasmo fosse posseduto o pazzo. Passava ore a pregare e predicare nella sua stanza finché la signora incominciò ad averne paura. Il ruolo di Evan Roberts nel risveglio del Galles fu molto convenzionale. A volte guidava semplicemente in preghiera la fratellanza o leggeva le Scritture. Altre volte sedeva in silenzio, mentre gli altri, uno dopo l’altro, confessavano i loro peccati o davano testimonianza della vittoria e della potenza di Cristo. C’erano anche gloriosi momenti di lode che duravano ore. Roberts insegnava umilmente solo di volta in volta e lasciava fare il resto allo Spirito Santo. Lui fu un esempio costante non di come predicare, ma di come essere guidati dallo Spirito Santo.

Il risveglio gallese fu una potente invasione dello Spirito; il regno di Dio si manifestò sulla terra. I guadagni dei lavoratori, invece di essere buttati via nel bere e nel vizio, ora portavano grande gioia alle loro famiglie. Grandi debiti venivano pagati da migliaia di giovani convertiti. Il gioco d’azzardo e il commercio d’alcol persero tutto il loro guadagno e i teatri dovettero chiudere per mancanza di pubblico. Il calcio fu dimenticato sia dai giocatori che dai tifosi, senza che fosse menzionato dal pulpito. La gente aveva nuove vite e nuovi interessi. Le riunioni politiche furono cancellate o abbandonate. I leader politici del parlamento di Londra si unirono alle riunioni di risveglio. Le barriere denominazionali furono abbattute, mentre credenti e pastori lodavano insieme il Signore. Una delle meravigliose  caratteristiche del risveglio fu la confessione di peccato, non soltanto tra i non convertiti, ma anche tra i salvati. Tutti furono fusi insieme davanti alla croce di Cristo. In tutto il risveglio, Evan Roberts insistette molto sulla necessità di affrontare onestamente il peccato, sulla completa ubbidienza allo Spirito Santo e sulla preminenza del Signore, Gesù Cristo. Evan Roberts fu fondamentale nel portare guarigione ad un’intera nazione perché s’interessò, pianse e pregò per questo. Lui abbracciò la causa di Dio attraverso la preghiera e l’intercessione. In conclusione, ovunque andasse, i cuori venivano infiammati con l’amore di Dio.

 

[Tratto da: http://www.pentecoste.altervista.org/Risveglio/Biografie.html]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Contro la festa di Natale

INTRODUZIONE   Tra le feste che la chiesa romana ordina di osservare vi è anche la festa di natale infatti...

ADI: Gesù quando morì non andò a predicare ai morti

L’apostolo Pietro ha scritto: “Poiché anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, egli giusto per gli ingiusti, per...

Esistono esempi osservabili di evoluzione darwiniana?

Nel seguente video vengono intervistati alcuni evoluzionisti i quali sono messi in difficoltà da una domanda difficile a cui ovviamente...

Chiudi