Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

L’aborto

Abortire è peccato perché equivale a fare ammazzare una creatura nel seno di una donna prima che questa venga alla luce. Quindi fratelli e sorelle che siete sposati fuggite questo peccato per non attirare su di voi l’ira di Dio che per certo vi punirebbe per tale misfatto. Ovviamente stiamo parlando dell’aborto provocato e non di quello naturale che non è voluto dalla donna o dalla coppia.

Ma qual è la ragione per cui molte donne abortiscono? Esse abortiscono per non mettere al mondo una creatura non desiderata, non voluta. Ciò però non giustifica l’aborto perché la creatura nel seno della donna è pur sempre una creatura formata dalle mani di Dio. Oggi, l’aborto in questa nazione è permesso dalle autorità statali; rimane però un peccato agli occhi di Dio. Peccato che si manifesta come tale infatti le donne che abortiscono provano rimorso e sentono la loro coscienza accusarle. Quelle donne invece che anche dietro consiglio o suggerimento non hanno accettato di abortire sono felici di non averlo fatto. O donne in Cristo, non abbiate paura di mettere al mondo tanti bambini; Dio non li abbonderà a sé stessi una volta nati, ma provvederà loro tutto il necessario. Abbiate fede in lui. Sappiate che la Scrittura dichiara beati coloro che hanno molti figli (cfr. Sal. 127:5).

 

Tratto da sito curato da Giacinto Butindaro e Illuminato Butindaro

 

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Guai a coloro che fanno le opere loro nelle tenebre

“Guai a quelli che si ritraggono lungi dall’Eterno in luoghi profondi per nascondere i loro disegni, che fanno le opere...

Secondo Nicola Martella il Cristiano che si uccide non perde la salvezza

Nicola Martella ha affermato: ‘Sull’auto-omicidio è bene non affrettare le conclusioni. Come per altre cose, quando si è diventati una...

Esortazione alla conoscenza delle Sacre Scritture

"Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza. Poiché tu hai rifiutato la conoscenza, anch'io ti rifiuterò come mio sacerdote; poiché tu hai...

Chiudi