Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 14 – Il palladianesimo, lo stile architettonico adottato dai Massoni, ha fatto breccia nelle ADI

Quelli che vedrete adesso sono dei locali di culto delle ADI. In ordine: sopra quello della chiesa ADI di Isola Capo Rizzuto (KR), e sotto quello di Cesano Boscone (MI).

locali-adi-palladianesimo

Osservate attentamente il frontone sopra l’entrata come anche le quattro colonne sottostanti. Ora osservate questi templi massonici (dove tutto ha un preciso significato perchè per loro il tempio massonico è un luogo sacro). Il primo a sinistra è un modello di tempio massonico. Non notate una forte similitudine?

templi-massonici-1

Guardate anche quest’altri templi masssonici, con il solito frontone e quattro colonne sotto. Domandatevi ancora: come mai ci tengono così tanto i Massoni a questo stile architettonico? E di foto simili ce ne sono molto altre in Internet. Vorrei che notaste come è un qualcosa ricercato ed anche quando la forma del tempio massonico è un’altra, il frontone con le colonne vengono messi, in particolare il frontone.

templi-massonici-2

Osservate ora questi edifici della Y.M.C.A. (Young Men’s Christian Association ossia Associazione Giovanile Maschile Cristiana), che è una organizzazione interdenominazionale ecumenica, che come ho già dimostrato quando ho parlato di Paolo Paschetto ha stretti rapporti con la Massoneria. Una semplice coincidenza? Non credo proprio.

ymca-sedi

Vi ho domandato prima: come mai ci tengono così tanto i Massoni a questo stile architettonico? La risposta risiede nel fatto che questo stile architettonico è il palladianesimo che è quello che hanno adottato sin dall’inizio i Massoni, in quanto esso rimanda al paganesimo. Lo storico Aldo Mola dice di questo stile che è ‘considerato «manifesto» dell’Arte Reale’ (Aldo Mola, Storia della Massoneria Italiana, pag. 822). Ecco dunque brevemente la storia di questo stile architettonico e il suo collegamento con la Massoneria.

‘Il palladianesimo o architettura palladiana è uno stile architettonico ispirato alle opere e ai disegni dell’architetto veneto Andrea Palladio (1508–1580). Sebbene il termine palladiano si riferisca sia all’opera del maestro veneto che agli stili da questo derivati, il palladianesimo (o più propriamente neopalladianesimo) è un’evoluzione delle idee originali di Palladio. Lo sviluppo del palladianesimo come stile autonomo iniziò nel XVI secolo e continuò fino alla fine del XVIII secolo, durante il quale influì notevolmente sull’architettura neoclassica. In breve tempo, il palladianesimo si estese dal Veneto a tutta l’Europa e ad altre parti del mondo. Nel Regno Unito il neopalladianesimo iniziò ad essere molto popolare a metà del XVII secolo, dove arrivò con le opere di Inigo Jones. In Gran Bretagna rimpiazzò il barocco come formula di rinnovamento del lessico architettonico utilizzato nell’antichità. All’inizio del secolo successivo questo stile diventò di moda, non solo in ambito britannico, ma anche nella maggioranza dei paesi nordeuropei. Più tardi, quando iniziò il suo declino in Europa, lo stile riscosse un grande successo nell’America settentrionale, con esempi di altissimo livello negli edifici disegnati da Thomas Jefferson’ (Wikipedia).

palladio-wiki

Il Palladianesimo fu adottato dai Massoni con le Costituzioni di Anderson del 1723. In un interessante scritto di Epi Tohvri dal titolo ‘About the Expression of Masonic Ideas in the Estonian Architecture Scene in the Late 18th and Early 19th Centuries’ (Sull’Espressione delle Idee Massoniche nella Scena dell’Architettura Estone nel Tardo diciottesimo e Inizio diciannovesimo Secolo) leggiamo infatti:

‘Il documento descrive le tradizioni e le leggi della Frammassoneria, dà gli indirizzi delle logge e le liste dei maestri. Dal punto di vista della storia architettonica, è significativo che la costituzione fece anche notare le preferenze architettoniche dei Massoni. Essi si rivolsero allo stile dell’era Augusta dell’Antica Roma, dato che le persone di quel tempo potevano apprezzare la geometria degli edifici e degli stili storici (ciò che essi avevano in mente erano le eredità architettoniche dell’Egitto, dell’Asia Minore, della Grecia e della Sicilia). L’eredità dell’architetto Vitruvius, che lavorò durante il tempo di Augusto, fu restaurata da Andrea Palladio e fu portata in Inghilterra da Inigo Jones. Il massone Richard Boyle, terzo conte di Burlington, fu considerato il migliore architetto degli inizi del diciottesimo secolo’ (pag. 84 – vedi foto).

massoneria-palladianesimo

In effetti leggendo le Costituzioni di Anderson si può chiaramente vedere che quello che dice Epi Tohvri è vero, in quanto le Costituzioni esaltano lo stile dell’era dell’imperatore Augusto e lo adottano come modello della Massoneria. Ascoltate cosa dice Anderson:

‘Quindi si crede razionalmente che il glorioso AUGUSTO diventò il Grande-Maestro della Loggia di Roma, avendo, oltre il suo patrocinatore Vitruvius, molto promosso il Benessere dei Compagni d’Arte, come appare dai molti magnificenti Edifici del suo Regno, le Rovine dei quali sono il Modello e lo Standard della vera Massoneria in tutti i Tempi futuri, dato che essi sono in realtà un Epitome dell’Architettura Asiatica, Egizia, Greca e Sicula, che noi spesso esprimiamo con il Nome di STILE AUGUSTEO, e che noi ora stiamo solo sforzandoci di imitare, e non siamo ancora arrivati alla sua Perfezione [..] e nel quindicesimo e sedicesimo secolo lo STILE AUGUSTEO venne sollevato dalla sua Spazzatura in Italia [..] soprattutto dal Grande PALLADIO, che ancora non è stato degnamente imitato in Italia, sebbene giustamente emulato in Inghilterra dal nostro grande Maestro-Massone INIGO JONES’ (The Constitutions of the Free-Masons (1734). An Online Electronic Edition – vedi foto).

costituzioni-palladio

Ora a conferma di come gli architetti massoni abbiano adottato questo stile architettonico, vi propongo l’esempio di James Hoban.

L’architetto massone americano di origine irlandese James Hoban (1758-1831), divenuto massone quando era ancora a Dublino dove aveva studiato il Palladianesimo, progettò la Casa Bianca (foto sopra) a Washington basandosi sul modello della Leinster House di Dublino (foto in basso), l’edificio della prima loggia massonica in Irlanda (cioè il luogo di nascita della massoneria in Irlanda). Il portico, posto al lato nord della Casa Bianca, fu aggiunto da Hoban e dal suo amico massone Benyamin Henry Latrobe nel 1829. Notate anche qui il frontone con delle colonne sotto, che assomiglia all’entrata di un tempio greco.

casa-bianca

A proposito del frontone

A questo punto fatemi dire qualche cosa su questa struttura triangolare che troviamo in molti templi massonici (con la squadra e il compasso all’interno), perchè è di fondamentale importanza.

Questo elemento architettonico si chiama frontone, e nell’architettura del tempio greco (dal VI secolo a.C.) era la struttura di forma triangolare, modanata, posta a coronamento della facciata, che racchiudeva il timpano, che nell’architettura templare era la superficie triangolare verticale racchiusa nella cornice del frontone, i cui tre lati si chiamavano geison. Ora, il frontone poteva essere privo di ornamento o presentare una decorazione scultorea con motivi ispirati alla mitologia al suo interno davanti al timpano, in cui poteva essere raffigurata al centro la statua della divinità a cui il tempio era dedicato (informazioni da Wikipedia). Ecco alcuni templi greci (da sinistra: il tempio di Agrigento, e poi il tempio di Segesta).

frontone-templi-greci

Quindi già il fatto che fosse un elemento architettonico di templi pagani basterebbe per capire che di Cristiano non ha niente.

E difatti questo elemento architettonico lo hanno importato nei loro templi anche i cattolici romani, che come sappiamo – al pari dei massoni – hanno attinto parecchio dal paganesimo. Guardate per esempio questi due edifici di culto della Chiesa Cattolica Romana: a sinistra quello della Chiesa Santa Maria delle Grazie Squinzano (Lecce), e a destra quello della Chiesa di Santa Maria della Pietà di Casamicciola Terme (Napoli).

frontone-chiesa-cattolica

Ma c’è un’altra cosa su cui voglio che meditiate, e cioè che in questo frontone a forma triangolare, mentre i cattolici romani ci mettono spesso i loro idoli, come per esempio in questi due edifici,

frontone-edifici

i templi massonici ci mettono la squadra e il compasso o la lettera ‘G’ (che rappresenta il loro dio, in quanto rappresenta il principio generativo maschile cioè il fallo), e alcuni locali di culto lo stemma delle ADI, come potete vedere qua

frontone-templi-adi

Visto dunque che le ADI hanno cominciato a costruire locali di culto con frontoni triangolari con al centro il loro stemma, c’è veramente da essere preoccupati perchè ravvisiamo che ormai è come se volessero dare questo messaggio: ‘Questo tempio è al servizio delle ADI’ per cui veramente questo stemma costituisce un forte legame. Veramente lo stemma delle ADI pare essere diventato quello che è la squadra e il compasso per i Massoni! I credenti lo devono vedere dappertutto, e quando vanno al culto ci devono passare sotto. E’ come se il loro dio si chiamasse ‘ADI’, visto il loro attaccamento morboso a questo loro stemma. Giudicate voi da persone intelligenti quello che dico. In effetti c’è in atto un processo di paganizzazione dei locali di culto nelle ADI che è molto evidente.

Ora, per farvi capire come non possono non destare forti perplessità queste forme architettoniche esterne in un locale di culto, vi propongo alcune foto di locali di culto della Chiesa Universale del Regno di Dio (denominazione pentecostale brasiliana fondata da Edir Macedo). Notate come compare sulla facciata in alto il triangolo (con all’interno lo stemma della denominazione) con quattro colonne sotto. Come nel caso di molti templi massonici.

templi-chiesa-universale

Non è impressionante la somiglianza? Certo che lo è. Coincidenza? Non mi sentirei proprio di dire una cosa del genere visto che Edir Macedo è stato accusato dall’ex massone (33esimo grado) Stefani Saad, di essere un massone.

Peraltro, va detto che ci sono anche locali di culto di Chiese Protestanti che hanno il frontone con quattro colonne sotto, ma poste in maniera diversa, ed anche queste hanno somiglianza con diversi templi massonici sparsi nel mondo. In questa foto potete vedere a sinistra il locale di culto della Chiesa ‘Sola Grazia’ di Caltanissetta il cui pastore è Nazareno Ulfo (ex pastore ADI), e a destra il tempio di una loggia massonica ad Antonina (Paraná, Brasile).

loggia-antonina

Triangoli …

Ma andiamo avanti, perchè nelle ADI le cose strane non sono finite: osservate questo locale di culto ADI, è quello della Chiesa di Nova Milanese (MB) – http://www.adi-novamilanese.org/.

adi-nova-milanese

Qui veramente siamo di fronte ad un’altra cosa inquietante direi: perchè i credenti quando vanno al culto è come se entrassero in un triangolo (notate anche il triangolo sulla porta d’ingresso), che come sappiamo è un simbolo molto caro alla Massoneria e della massima importanza in quanto i tre lati del triangolo stanno ad indicare i principi massonici di Libertà-Uguaglianza-Fraternità, e quindi indicano la Massoneria. Poi ‘nell’ambito massonico il Triangolo va interpretato soprattutto come vettore direzionale, nella cui verticalità apicale simboleggia il Lavoro rivolto alla gloria del G.A.D.U’. Inoltre – come dice il massone Albert Pike –

‘per noi … il triangolo simbolizza le piramidi che, piantate solidamente, simili a colline eterne, e accuratamente poste ai quattro punti cardinali, sfidano ogni attacco degli uomini e del tempo, e ci insegnano a restare fermi nei nostri giusti propositi’ (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione Italiana, Vol. 3, pag. 256 – 31° Grande Ispettore Inquisitore e Commendatore),

che sono ovviamente i propositi della Massoneria.

E dato che siamo in tema di triangoli o forme piramidali, ecco alcuni libri di ADI-Media che uscirono mentre Francesco Toppi era il presidente delle ADI. Le copertine parlano da sè: ancora una volta triangoli.

libri-adi-triangolo

Ora, osservate questo pulpito, che è quello nel locale di culto della Chiesa ADI di Napoli (Via Fra Gregorio Carafa, 13). Ho rimarcato la forma triangolare mettendo sulla foto ingrandita (a destra) delle righe che delineano il triangolo. Le immagini parlano da sè.

pulpito-adi-triangolo

Guardate adesso il campus della Oral Roberts University, dove compare una struttura piramidale, e questo perchè Oral Roberts era un massone, peraltro amico di Billy Graham. Peraltro in quel complesso Universitario ci sono altre cose che hanno delle forme riconducibili a simboli massonici (come il logo che ha un triangolo capovolto) ed anche a simboli del New Age.

oru-triangoli

Ecco qui ora il simbolo massonico della piramide: da sinistra la piramide all’interno di un tempio massonico, poi un noto monumento massonico sito a Eilat in Israele, poi la piramide così come appare sul dollaro americano, e un orologio massonico.

triangoli-eilat-orologio

E se qualcuno non fosse ancora persuaso, guardi questo edificio a forma di piramide. E’ il Palazzo della Pace e della Riconciliazione chiamato anche La Piramide della Pace e dell’Accordo. Si trova ad Astana, la capitale del Kazakhstan, ed è stata costruita specialemnte per ospitare il Congresso dei Leaders delle Religioni Mondiali e Tradizionali.

palazzo-pace

Osservate anche la sede della Corte Suprema di Israele, dove compaiono diversi simboli massonici, tra cui la piramide con l’occhio onniveggente. Perchè questo? Perchè questo complesso edilizio è stato un dono della famiglia Rothschild, che l’ha fatto costruire a dei suoi architetti. La famiglia Rothschild fa parte degli Illuminati, e il simbolo degli Illuminati è proprio la piramide con l’occhio onniveggente in cima ad essa.

piramide-corte-suprema

Ma c’è una ulteriore conferma che questa forma triangolare o piramidale ha un significato occulto, ed è quella che essa si trovava sulla Black House (‘La Casa Nera’) che stava al numero 6114 di California Street a San Francisco, California, negli USA. E questa casa – che oggi non esiste più – fu usata da Anton LaVey come il quartiere generale della Chiesa di Satana dal 1966 fino alla sua morte avvenuta nel 1997, e in essa egli conduceva seminari e rituali satanici. All’interno della casa c’erano stanze usate per determinati rituali, una libreria sull’occulto che includeva molti libri sul cannibalismo, bare, un labirinto di corridoi segreti e il bar privato di LaVey, chiamato Den of Iniquity («Tana dell’Iniquità»). Guardate attentamente qua la Black House!

black-house

Domandatevi dunque: ‘Una coincidenza che il quartiere generale della Chiesa di Satana avesse due forme triangolari?’ Io non ci credo proprio.

Come non credo che si tratti di una coincidenza neppure che il mago satanista Aleister Crowley, che vi ricordo era un massone di alto grado, in questa sua famosa foto indossasse un triangolo sopra la testa.

aleister-triangolo

 

[Tratto dal libro ‘La massoneria smascherata’ di G. Butindaro]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
I vincitori sono soltanto coloro che credono in Gesù Cristo

Dio ha detto: “Chi vince erediterà queste cose; e io gli sarò Dio, ed egli mi sarà figliuolo; ma quanto...

La massoneria confutata: DIO

Dottrina massonica   Per diventare membro della massoneria è richiesto al candidato di credere in Dio, ma al candidato non...

Una bottiglia d’acqua

Un paio di mattine fà, andando a Palermo centrale di corsa, mi ero ricordata di non aver preso con me...

Chiudi