Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Mandela omaggiato dal Consiglio Mondiale delle Chiese e dalla Massoneria

mandela-wcc

 

Il Consiglio Mondiale delle Chiese rende omaggio a Mandela. D’altronde il WCC è diretto e controllato dalla Massoneria sin dalla sua nascita, per cui era ovvio che omaggiasse il massone Mandela (nella foto Mandela parla all’ottava Assemblea del WCC).

Come era ovvio che pure la Massoneria italiana omaggiasse Mandela (vedi comunicato sotto).

Per comprendere la forte collusione del World Council of Churches (WCC) – ossia il Consiglio Mondiale delle Chiese (CMC), conosciuto anche con il nome Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) – con la Massoneria, leggi ‘Il piano dei Massoni/Illuminati: distruggere il Cristianesimo per mezzo delle Chiese Evangeliche’

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro


Venerdì 06 Dicembre 2013 10:59

MORTE MANDELA: CONSIGLIO ECUMENICO CHIESE, DONO PER MONDO INTERO

(AGENPARL) – Roma, 6 dic – “Rendiamo grazie a Dio per la vita di Nelson Mandela, un dono alla sua nazione del Sud Africa ma anche un dono per il mondo intero, per l’umanità”. Inizia così il tributo che il Rev. Olav Fykse Tveit, segretario generale del Consiglio ecumenico mondiale, a nome delle 345 chiese membro di tutte le tradizioni cristiane, rende al presidente Nelson Mandela. “Non c‘era nessuno come lui. La sua autorità morale, la sua saggezza conquistata a fatica e la maturità nella leadership politica sono senza precedenti nel nostro tempo. Egli ha dimostrato che la giustizia può essere stabilita con la pace”. Tveit ricorda in modo particolare le strette relazioni che il presidente Mandela aveva con il Consiglio ecumenico delle Chiese: poco dopo il suo rilascio dal carcere visitò gli uffici del Wcc di Ginevra nel giugno 1990 per esprimere la sua gratitudine per il sostegno delle chiese nella lotta anti-apartheid. Più tardi, come presidente del Sudafrica nel dicembre 1998, intervenne all’ottava Assemblea Wcc di Harare, in Zimbabwe esprimendo di nuovo la sua gratitudine alle chiese: “devi essere stato in una prigione dell‘apartheid in Sud Africa – disse in quella occasione – per apprezzare l’importanza della chiesa. Hanno cercato di isolarci completamente dall‘esterno. I nostri familiari potevano vederci solo una volta ogni sei mesi. L’unico collegamento erano le organizzazioni religiose, cristiani, musulmani, indù e membri della fede ebraica. Sono stati loro, uomini di fede, che ci ha ispirato”.

Fonte: http://www.agenparl.it/articoli/news/esteri/20131206-morte-mandela-consiglio-ecumenico-chiese-dono-per-mondo-intero

Venerdì 06 Dicembre 2013

 

MANDELA: RAFFI (GOI), ADDIO MADIBA MONDO PERDE GRANDE UOMO

(AGENPARL) – Roma, 06 dic – Porteremo nel cuore la tua lezione di libertà” “Il mondo perde un grande uomo, che ha saputo leggere l’anima di un popolo. Nelson Mandela ci ha insegnato la forza della libertà e la rivoluzione del perdono, testimoniando che le catene imposte a uno di noi pesano sulle spalle di tutti”. Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, ricorda così Nelson Mandela, scomparso ieri all’età di 95 anni, nella sua casa di Johannesburg. L’ex presidente sudafricano e premio Nobel per la pace nel 1993, da tempo malato, era ricoverato in un ospedale di Pretoria per una infezione polmonare. “Per le sue idee libere come il vento, l’eroe della lotta all’apartheid fu tenuto prigioniero per 27 anni – ricorda Raffi – ma quando lasciò il carcere disse: ‘Siamo un unico Paese, dobbiamo perdonare’. Ogni giorno, nella sua cella di Robben Island, leggeva le parole del poeta inglese William Ernest Henley: ‘Non importa quanto sia stretta la porta, quanto piena di castighi la vita. Io sono padrone del mio destino, io sono il capitano della mia anima’. Ogni coscienza libera – rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – porterà nel cuore la sua straordinaria lezione di umanità e il suo messaggio universale di pace”. “Ha ragione Madiba: non c’è nessuna strada facile per la libertà – conclude il Gran Maestro Raffi – ma sull’esempio di un eroe di pace che ha cambiato la storia, continueremo a combattere contro ogni ingiustizia. La lotta di Mandela per l’Armonia sociale è patrimonio dei Liberi Muratori: una traccia che resterà viva e forte, dandoci la speranza per costruire un mondo più giusto”.

Fonte: http://www.agenparl.it/articoli/news/politica/20131206-mandela-raffi-goi-addio-madiba-mondo-perde-grande-uomo

 

 

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Leggi altro:
conoscendodio
DIO ama Se stesso. Egli ama il Suo proprio nome.

DIO ama Se stesso. E...

21142_pnw_small_immacolata
L’immacolata concezione di Maria è Biblica?

La chiesa cattolica ...

maria
Contro il culto a Maria

Rendere il culto a M...

Chiudi