Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Mangiare sangue e cose soffocate

Quantunque Gesù ha detto che “tutto ciò che dal di fuori entra nell’uomo non lo può contaminare, perché gli entra non nel cuore ma nel ventre e se ne va nella latrina” (Mar. 7:18-19), dichiarando in questa maniera puri tutti quanti i cibi, ci sono delle cose che noi credenti non dobbiamo mangiare. In base alla decisione presa dagli apostoli e dagli anziani a Gerusalemme quando si radunarono per discutere se si doveva comandare ai Gentili di farsi circoncidere e osservare la legge di Mosè, le cose che noi non dobbiamo mangiare sono le cose contaminate nei sacrifici agli idoli , il sangue (per cui niente sanguinaccio) e le cose soffocate (le carni di animali morti per soffocamento). Troviamo infatti scritto negli Atti: “Per la qual cosa io giudico [è Giacomo che parla] che non si dia molestia a quelli dei Gentili che si convertono a Dio; ma che si scriva loro di astenersi dalle cose contaminate nei sacrificî agl’idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffocate, e dal sangue. Poiché Mosè fin dalle antiche generazioni ha chi lo predica in ogni città, essendo letto nelle sinagoghe ogni sabato. Allora parve bene agli apostoli e agli anziani con tutta la chiesa, di mandare ad Antiochia con Paolo e Barnaba, certi uomini scelti fra loro, cioè: Giuda, soprannominato Barsabba, e Sila, uomini autorevoli tra i fratelli; e scrissero così per loro mezzo: Gli apostoli e i fratelli anziani, ai fratelli di fra i Gentili che sono in Antiochia, in Siria ed in Cilicia, salute. Poiché abbiamo inteso che alcuni, partiti di fra noi, vi hanno turbato coi loro discorsi, sconvolgendo le anime vostre, benché non avessimo dato loro mandato di sorta, è parso bene a noi, riuniti di comune accordo, di scegliere degli uomini e di mandarveli assieme ai nostri cari Barnaba e Paolo, i quali hanno esposto la propria vita per il nome del Signor nostro Gesù Cristo. Vi abbiam dunque mandato Giuda e Sila; anch’essi vi diranno a voce le medesime cose. Poiché è parso bene allo Spirito Santo ed a noi di non imporvi altro peso all’infuori di queste cose, che sono necessarie; cioè: che v’asteniate dalle cose sacrificate agl’idoli, dal sangue, dalle cose soffocate, e dalla fornicazione; dalle quali cose ben farete a guardarvi. State sani” (Atti 15:19-29).

 

Perciò fratelli, qualsiasi insegnamento che in una maniera o nell’altra annulla il divieto di mangiare queste cose va categoricamente rigettato. Nessuno vi seduca diletti.

 

Fonte

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Pandita Ramabai e il risveglio in India

Nel 1904 si verificò nel Galles uno dei più importanti risvegli della Chiesa moderna, la cui notizia in breve tempo...

Isaia 1 – Esortazione al popolo di DIO

Isaia riceve una rivelazione dal Signore per portare un messaggio duro e di esortazione al popolo; In questo capitolo il...

Pastori brasiliani fanno un video in una foresta per invitare i fedeli alla guerra spirituale del ‘Lunedì forte’

In questo video potete vedere due pastori brasiliani della 1° chiesa Quadrangolare, Wilson Caetano e Elias de Jesus, che vanno in...

Chiudi