Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Riti e Organizzazioni alleate della Massoneria

riti-organizzazioni-alleate

 

 

A fianco della massoneria esistono vari organismi con essa concordi ed a vario titolo da essa dipendenti.

 

Riti di perfezionamento massonico

 

I Riti consentono un ‘progresso spirituale’, in genere attraverso gradi successivi al terzo (che è Maestro Massone), secondo percorsi differenti. Ecco alcune notizie su tre di essi: il Rito Scozzese Antico ed Accettato, il Rito di York, e il Rito di Misraim-Memphis, che sono molto conosciuti e diffusi nel mondo.

Il Rito Scozzese Antico ed Accettato (R.S.A.A.)

rsaa

Da sinistra: il simbolo che nella maggior parte dei casi viene associato al Rito Scozzese Antico ed Accettato, e la sede del Rito Scozzese Antico ed Accettato a Washington D.C. che è chiamata ‘House of the Temple’

Il Rito Scozzese Antico e Accettato, comunemente conosciuto come ‘Rito scozzese’, è uno dei Riti più conosciuti in tutto il mondo ed il più delle volte si identifica con la stessa Massoneria. Un rito è una serie progressiva di gradi che sono conferiti da varie organizzazioni massoniche o organismi, ciascuno dei quali opera sotto il controllo di una autorità centrale. Nel Rito Scozzese l’autorità centrale è chiamata Consiglio Supremo.
Il Rito Scozzese – con 33 gradi (che includono i primi tre gradi della Massoneria Azzurra) come è oggi – nacque a Charleston (Carolina del Sud, USA), dove fu impiantato il primo Consiglio Supremo, nel 1801 da una rivisitazione del Rito di perfezione in 25 gradi che a sua volta era stato elaborato in Francia nella seconda metà del XVIII secolo. ‘Il Rito di Perfezione’ era un sistema di 25 gradi sorto in Francia nel 1758, i cui primi sei gradi però erano nati nel 1754 nel Collegio Gesuita di Clermont (Parigi) nel 1754 ed erano stati chiamati ‘il Capitolo di Clermont’ che era un ‘Capitolo di Gradi Avanzati’. Per cui il Rito di Perfezione non era altro che l’iniziale Capitolo di Clermont esteso a 25 gradi. Poi ad esso furono aggiunti altri 8 gradi ed ecco il Rito Scozzese Antico ed Accettato come lo conosciamo oggi.
E’ bene però precisare che quando si parla del Supremo Consiglio del Rito Scozzese sorto a Charleston nel 1801, si parla del Supremo Consiglio della Giurisdizione del Sud degli USA con sede a Washington D.C., che è quello più importante e prestigioso in quanto governa il Rito Scozzese in 35 stati degli USA. Esiste infatti un altro Supremo Consiglio negli USA, che è quello della Giurisdizione del Nord, che è sorto nel 1813 e governa il Rito in 15 Stati americani, ed ha la sua sede a Lexington (Massachusetts, USA).
Il Rito Scozzese opera nel rispetto della esclusività giurisdizionale delle Grandi Logge che amministrano i primi tre Gradi simbolici (e che rappresentano il fondamento della Massoneria moderna, che è chiamata Massoneria Azzurra), ed offre attraverso la serie dei suoi Gradi, dal IV al XXXIII, una più profonda interpretazione dei Simboli ed una maggiore ‘illuminazione’ che sprona il Massone nella ricerca della Verità. Il che nella pratica significa che il Rito Scozzese conduce l’adepto ad addentrarsi nella Magia, nell’Alchimia, nella Cabala, nell’Ermetismo, nel Rosacrocianesimo e nel Templarismo, per approfondire dottrine non più o non sempre studiate nelle Logge simboliche. E’ la Cabala però che la fa da padrona tra le materie in cui si addentra il Massone dopo avere conseguito il 3°. Ecco perchè l’autorevole scrittore massone Albert Gallatin Mackey (nato nel 1807 e morto nel 1881, fu un medico statunitense, massone e studioso di Massoneria, nella quale fu Gran Segretario e Grande Oratore della Gran Loggia della Carolina del Sud dal 1842 al 1867 e Segretario Generale del Rito Scozzese Antico ed Accettato per la Giurisdizione del Sud fino all’anno della sua morte) ha detto che si fa molto uso della Cabala ‘negli alti gradi e interi Riti sono stati costruiti sui suoi principi’ (Albert Mackey, Encyclopedia of Freemasonry Part 1 And its Kindred Sciences …, pag. 440).
Il Rito Scozzese conta 33 gradi, che vengono conferiti da diversi organismi. Il primo di questi è la Loggia, che conferisce il grado di Apprendista, Compagno e Maestro. Le Logge però operano sotto l’autorità della Gran Loggia e non del Rito Scozzese. Il Rito scozzese è dunque uno degli organismi collaterali della Massoneria, ai quali può aderire un Maestro muratore appartenente alle varie Logge Massoniche. Una volta dunque conseguito il grado di Maestro Massone in una loggia azzurra o appartenente alla Massoneria Azzurra (grado che vi ricordo è il terzo grado), e si passa al Rito Scozzese i gradi che si incontrano nel Rito Scozzese sono i seguenti, attraverso i quali il massone avanzerà verso la perfezione.
Prima c’è il gruppo dei Gradi Capitolari o Massoneria rossa che sono:
4° Grado – Maestro Segreto
5° Grado – Maestro Perfetto
6° Grado – Segretario Intimo
7° Grado – Prevosto e Giudice
8° Grado – Intendente degli Edifici
9° Grado – Cavaliere Eletto dei IX
10° Grado – Cavaliere Eletto dei XV
11° Grado – Sublime Eletto del Dodici o Principe Ameth
12° Grado – Grande Maestro Architetto
13° Grado – Cavaliere dell’Arco Reale di Salomone
14° Grado – Grande Eletto
15° Grado – Cavaliere d’Oriente
16° Grado – Principe di Gerusalemme
17° Grado – Cavaliere d’Oriente e d’Occidente
18° Grado – Principe Rosa Croce
Poi c’è il gruppo dei Gradi ‘filosofici’ – o ‘Massoneria Nera’ che sono:
19° Grado – Gran Pontefice
20° Grado – Venerabile Gran Maestro ‘Ad Vitam’
21° Grado – Noachita o Cavaliere Prussiano
22° Grado – Cavaliere dell’Ascia Reale
23° Grado – Capo del Tabernacolo
24° Grado – Principe del Tabernacolo
25° Grado – Cavaliere del Serpente di bronzo
26° Grado – Principe di Compassione
27° Grado – Gran Commendatore del Tempio
28° Grado – Cavaliere del Sole o Principe adepto
29° Grado – Cavaliere di Sant’Andrea
30° Grado – Cavaliere Kadosh
E poi ci sono gli ultimi tre gradi del Rito Scozzese detti Gradi ‘amministrativi’ o ‘sublimi’ (o anche ‘Massoneria Bianca’). Essi sono al vertice della Piramide scozzese ed hanno le massime responsabilità connesse alla gestione del R:.S:.A:.A:.
31° Grado – Grande Ispettore Inquisitore e Commendatore
32° Grado – Sublime Principe del Real Segreto
33° Grado – Sovrano Grande Ispettore Generale. In merito al 33° grado va detto che non si può meritare o comprare, e non si può ottenere facendone richiesta perchè una eventuale richiesta di questo grado verrebbe rigettata e considerata come una automatica e permanente esclusione da questo onore. I candidati vengono infatti eletti dal Supremo Consiglio del 33° grado.
Il massone statunitense Albert Pike (1809-1891), Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del R.S.A.A. della Giurisdizione Sud degli Stati Uniti dal 1859 fino alla sua morte, fu colui che operò la revisione dei rituali dei gradi del Rito Scozzese fino al 32°. Ma l’opera per cui Pike è meglio conosciuto è il suo libro pubblicato nel 1871 La Morale ed il Dogma dell’Antico e Accettato Rito Scozzese (Morals and Dogma), che è considerato ‘la più completa esposizione della filosofia del Rito Scozzese’ considerazione questa fatta da C. Fred Kleinknecht (1924-2011) che è stato Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del 33° grado del R.S.A.A della Giurisdizione del Sud degli USA dal 1985 al 2003.

 morals-dogma-pike

Foto: il 33º Grado Albert Pike (1809-1891) e la sua opera Morals and Dogma of the Ancient and Accepted Scottish Rite of Freemasonry (1871), detta la «bibbia dei massoni».

 

copertina-morals (1)

 

Foto: la copertina di Morals and Dogma con il motto del Rito che dice ‘Ordo Ab Chao’ (Ordine fuori dal Caos) e la frase satanica ‘Deus Meumque Jus’ (Dio e il Mio Diritto) 

Pike fu un esponente di spicco del Ku Klux Klan (che è una organizzazione americana terroristica e razzista), un occultista e incallito praticante di magia nera (cfr. Peter Haining, Maghi e magia, Edizioni Mediterranee, 1977, pag. 61), un satanista ed un importante esponente di un gruppo luciferiano noto come Ordine del Palladium (o Sovrano Consiglio della Sapienza), fondato a Parigi nel 1737. Era veramente un ministro di Satana, come peraltro potete riconoscere leggendo le sue dichiarazioni che ho messo in questo libro. Egli peraltro teorizzò un piano il cui fine ultimo era la realizzazione di un unico governo mondiale. Albert Pike collaborò con la massoneria italiana in quanto nella rivista Massonica ‘Erasmo’, in un articolo dal titolo Albert Pike e l’Italia, si legge quanto segue: ‘Insieme al giuramento massonico di Giovanni Pascoli che documenta, ormai senza dubbi, l’appartenenza liberomuratoria del poeta, il Grande Oriente d’Italia ha acquisito un carteggio di rilevanza internazionale. Tra i documenti massonici messi all’asta a Roma da Bloomsbury il 19 giugno, il Gran Bibliotecario Bernardino Fioravanti ha infatti individuato un’ampia documentazione – relativa al periodo che va dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni Cinquanta del Novecento – che è stata acquistata dal Grande Oriente contestualmente al giuramento di Pascoli. Un esame più approfondito del materiale ha consentito la scoperta di una lettera di Albert Pike, figura preminente della Massoneria americana della seconda metà dell’Ottocento, indirizzata al fratello Timoteo Riboli, medico di Garibaldi ed esponente di spicco dell’Istituzione in Italia. Il testo, dai toni confidenziali e affettuosi, è stato scritto da un Pike malato, dieci mesi prima della sua morte avvenuta il 2 aprile 1891, e attesta la collaborazione tra Libera Muratoria americana e italiana’ (‘Erasmo’, Bollettino d’Informazione del Grande Oriente d’Italia, Anno VIII – Numero 13-14, 15-31 Luglio 2007, pag. 12). Le sue spoglie sono conservate nell’House of Temple, che è il Tempio del Rito Scozzese a Washington, dove peraltro esiste un museo dedicato a Pike, il che mostra l’importanza che ha avuto e continua ad avere quest’uomo nella Massoneria. E difatti Pike è stato definito ‘il Maestro Costruttore del Rito Scozzese’ dal già citato C. Fred Kleinknecht.
Il Rito Scozzese Antico ed Accettato è sorto in Italia nel 1805 con l’installazione del primo Supremo Consiglio d’Italia ad opera del conte Alexandre François Auguste de Grasse-Tilly. In Italia esistono vari Supremi Consigli del Rito Scozzese, associati alle varie obbedienze massoniche ma solamente il Rito Scozzese Antico e Accettato, aderente al Grande Oriente d’Italia è riconosciuto a livello internazionale dal Supremo Consiglio del RSAA della Giurisdizione del Sud degli USA, noto ai massoni di tutto il mondo come ‘Mother Supreme Council of the World’, ovvero ‘Supremo Consiglio Madre del Mondo’ (
http://www.macrolibrarsi.it/autori/_r-s-a-a-supremo-consiglio.php). 

Il Rito di York

rito-york

Il simbolo che viene spesso usato per indicare il Rito di York (i tre cerchi in alto sono quelli che corrispondo ai tre ordini del Rito)

Il Rito di York è un altro rito di perfezionamento massonico molto diffuso al mondo, rito tramite il quale un Maestro Massone può progredire nella conoscenza della Massoneria. Il rito prende il nome dalla città inglese di York, dove secondo una leggenda massonica si tennero i primi incontri di massoni in Inghilterra. Il Rito di York è composto da tre corpi rituali per un totale di dieci gradi oltre i tre gradi della Massoneria Azzurra. Nel Rito di York un Maestro Massone può quindi diventare membro di tre corpi rituali che consistono in dieci addizionali gradi.
I corpi rituali sono l’Ordine dell’Arco Reale, l’Ordine Criptico dei Maestri Reali ed Eletti, e l’Ordine dei Cavalieri Templari al quale però possono accedere solo i maestri massoni che sono ‘cristiani’. I gradi invece sono i seguenti. Con riguardo all’Ordine dell’Arco Reale, abbiamo i gradi di Mark Master (Maestro del Sigillo o del Marchio), Past Master (Maestro ex Venerabile), Most Excellent Master (Maestro Eccellentissimo), e di Royal Arch Mason (Massone dell’Arco Reale). Per quanto riguarda l’Ordine dei Maestri Reali ed Eletti o Criptici, sono previsti i gradi di Royal Master (Maestro Reale), Select Master (Maestro Eletto) e di Super Excellent Master (Maestro Eccellentissimo). Infine nell’Ordine dei Cavalieri Templari sono previsti i gradi di Order of Red Cross (Ordine della Croce Rossa), Order of Malta (Ordine di Malta) e di Order of the Temple (Ordine del Tempio).
Il Rito di York ha avuto la sua origine ufficiale nel 1797, anno in cui negli USA fu fondato il Gran Capitolo Generale dell’Arco Reale, anche se parte dei suoi gradi si trovano praticamente già all’inizio della Massoneria Operativa. In Italia si è diffuso agli inizi degli anni ’60 per mezzo di un gruppo di Massoni di Milano che cominciarono a praticare il rito di York in Germania. Il Rito in Italia riunisce il Gran capitolo dei liberi muratori dell’Arco Reale in Italia, il Gran Concilio dei massoni criptici d’Italia, e la Gran Commenda dei Cavalieri Templari d’Italia. Sul sito del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili dell’Umbria, che fa capo al Grande Oriente d’Italia, si legge: ‘Ecco che ci appare in maniera chiara la piena congiunzione esistente fra il Capitolo Dell’Arco Reale, il Concilio Dei Massoni Criptici, e la Commenda Dei Cavalieri Templari. Attraverso i tre Ordini sta la simbologia dell’evoluzione spirituale dell’uomo e si ravvisa il concetto unitario di colleganza dei tre Corpi del Rito di York. Sintetizzando attraverso la simbologia della costruzione del Tempio e della perdita e del ritrovamento della Parola Sacra, il fine unico dell’umanità: la salvezza attraverso la conoscenza. La grande novità che caratterizza il Rito di York consiste nella prevalenza del senso spirituale che pervade i suoi Rituali e che nella Camera Templare è tutto calato nella dimensione della Gnosi cristiana’ (
http://www.goiumbria.org/).

Il rito Misraim-Memphis

rito-egizio-misraim

Il logo sul sito del rito di Misraim-Memphis per gli USA

Le origini del rito Misraim (‘Egizio’) sarebbero queste. L’occultista massone Cagliostro (1743-1795) nel dicembre del 1784 fondò a Lione La Sagesse Triomphante, la Loggia Madre e Maestra del ‘Rito dell’Alta Massoneria Egiziana’. Poi nell’autunno del 1788, rientrato in Italia, mentre era a Venezia, gli fu richiesta da parte di un gruppo di alti massoni veneziani una ‘patente costitutiva per poter operare sotto la sua egida’. Costoro erano dei sociniani, ossia dei ‘protestanti’ che rigettavano la Trinità. Il rito andò quindi diffondendosi sia in Italia che all’estero. Alla sua diffusione contribuirono tra gli altri, il barone Cesare Tassoni di Modena, noto con il nome iniziatico di Filalete Abraham e considerato già un altissimo grado del Rito; e Marc Bédarride (1776-1846), che era uno scrittore ebreo francese, che assieme ad altri costituì la prima Loggia di rito egizio a Parigi nel maggio 1815. Nel 1856, questo rito, dopo alterne vicende verrà definitivamente assorbito dal rito massonico di Memphis, che era stato fondato nel 1838 da Jacques-Étienne Marconis de Nègre (1795-1865) il quale affermò che il rito risaliva all’antichità, precisamente a un gruppo chiamato Società dei Fratelli Rosacroce d’Oriente’ la quale a sua volta era stata fondata da un sacerdote dell’antica religione egizia chiamato Ormus, convertito al cristianesimo da San Marco, i cui discepoli comprendevano membri degli esseni! Nel 1881 poi i due Riti massonico-egiziani di Memphis e Misraim saranno riunificati in Italia da Giuseppe Garibaldi, Gran Maestro del Rito di Misraim dal 1860.
Oggi si chiama ‘Ordine Massonico Orientale del Rito Antico e Primitivo di Memphis e Misraim’ o semplicemente ‘Antico e Primitivo Rito di Memphis e Misraim’ ” (A:.P:.R:.M:.M:.), e viene definito ‘un sistema muratorio spiritualista che contiene e conserva tutti i fondamenti operativi dei due grandi percorsi iniziatici, che nel loro insieme, costituiscono la grande Tradizione iniziatica Occidentale, cioè; la Tradizione Italico-Mediterranea e la Tradizione Nord-Atlantica’. La Scala filosofica del Rito è composta da 95 gradi, o come li chiamano i massoni ‘gradini’.
Questo Rito opera in diverse nazioni, tra cui anche l’Italia, dove collabora con il GOI.
Sul sito americano di questo sito si legge che ‘questo Rito è caratterizzato da una richiesta iniziatica fondata su: 1) un orientamento spiritualistico e deista; 2) una vocazione a preservare e a trasmettere il riflesso filosofico sui simboli dell’Antico Egitto e delle diverse correnti che hanno caratterizzato la nostra civiltà (Ermetica, Gnostica, Cabalistica, Templare e Rosa Croce) 3) un’aperta e riflessiva ricerca per una comprensione migliore di sè stessi e dell’umanità’.http://www.memphis-misraim.us/ . E sul sito del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili dell’Umbria, si legge che ‘l’Antico e Primitivo rito di Memphis e Misraim si rivolge solo a quegli iniziati che, seguendo pazientemente le molteplici occasioni di ispirata meditazione, intendono scoprire i canali di forza che permettono di mettersi in perfetta risonanza con i piani superiori di esistenza e con la transpersonalità dell’essere. La funzione del Nostro Venerabile Rito è quella di costituire un filo invisibile, ma realmente presente, che lega il basso con l’alto. Esso offre la chiave degli arcani a tutti gli uomini di Volontà buona, affinché questi stessi arcani possano essere svelati e praticati’ (http://www.goiumbria.org/). Queste parole fanno chiaramente capire quanto siano fitte le tenebre spirituali in cui sono immersi quelli che fanno parte di questo Rito, in quanto sono dati all’occultismo e allo spiritismo.

 

Organizzazioni alleate

 

Oltre ai riti di perfezionamento, esistono degli organismi che sono strettamente collegati alla Massoneria, in quanto ammettono solo massoni o parenti di massoni, ed alcuni anche persone che non sono massoni o parenti di massoni, che tendono a diffondere l’insegnamento della massoneria, per il miglioramento dei propri membri e dell’intera società, oppure perseguono uno scopo filantropico.
Tra questi segnaliamo i seguenti. L’Antico Ordine Arabo dei Nobili del Mistico Velo (Shriners), l’Ordine della Stella Orientale, l’Ordine di DeMolay, l’Ordine Internazionale dell’Arcobaleno per le ragazze, e l’Ordine Internazionale delle Figlie di Giobbe.

 

Shriners (Antico Ordine Arabo dei Nobili del Mistico Velo)

 

shriners

 

Il logo degli Shriners del Nord America

L’Antico Ordine Arabo dei Nobili del Mistico Velo che in inglese è conosciuto come Shriners, e la cui sigla è A.A.O.N.M.S, è sorto per opera di due massoni (Walter Millard Fleming e William J. Florence) nel 1872 in America. Dal 2010 si chiama Shriners International e possiede circa 200 templi in Nord America, Sud America, Europa e Asia del Sud Est, per un totale di circa 340.000 membri. Il quartiere generale si trova a Tampa, Florida.
Questa organizzazione si definisce come una fraternità di Massoni che si basa sul divertimento, sulla comunione e sui principi Massonici. E’ conosciuta meglio per gli Ospedali per Bambini Shriners che essa gestisce e per il fez che indossano i suoi membri.
Tutti gli Shriners devono essere massoni. Fino al 2000 per essere accettati come membri bisognava aver completato o il Rito Scozzese Antico e Accettato o il Rito di York, ma ora qualsiasi Maestro massone può aderirvi.
Tra le loro file ci sono presidenti americani, senatori, giocatori professionisti di golf, cantanti della musica country, astronauti e piloti di macchine da corsa.
Organizzano delle parate di vario genere, all’insegna del divertimento, per promuovere una immagine positiva della loro organizzazione.

 

Ordine della Stella Orientale

 

ordine-stella-oriente

L’Ordine della Stella d’Oriente (Order of the Eastern Star) è una organizzazione massonica a cui possono aderire sia uomini che donne. Fu fondata negli USA nel 1850 da Rob Morris un avvocato di Boston, che era un massone. Affermano di basarsi su insegnamenti biblici, ma sono aperti a persone di qualsiasi credo teista. Ha oltre un milione di membri sparsi in 15 nazioni, con 13000 capitoli subordinati al Gran Capitolo Generale (http://www.pagrandlodge.org/freemason/1201/oes.html). In Italia esistono già 19 Capitoli. Il quartiere generale si trova a Washington, DC. Il primo capitolo negli USA fu fondato nel 1876.
I membri dell’Ordine hanno dai diciotto anni in su, gli uomini devono essere dei Maestri Massoni e le donne devono essere legate a loro da stretti vincoli di parentela. L’Ordine della Stella d’Oriente sostiene e favorisce i giovani membri di alcuni gruppi giovanili paramassonici: 1) – l’Ordine Internazionale delle Rainbow for Girls 2) l’Ordine Internazionale delle Job’s Daughters, e 3) l’Ordine Internazionale De Molay.
L’Ordine ha una fondazione caritatevole e contribuisce con denaro alla ricerca su varie malattie. Offre anche borse di studio a studenti di teologia e di musica religiosa.

 

L’Ordine di DeMolay

 

L’Ordine di DeMolay (o semplicemente DeMolay International) è un’associazione internazionale sorta a Kansas City, nel Missouri, nel 1919, per giovani che vanno dai 12 ai 21 anni. Il suo fondatore si chiamava Frank Sherman Land (1890-1959), ed era un massone di alto grado. Il nome dell’ordine deriva da Jacques DeMolay (1243-1314), l’ultimo Grande Maestro dei Cavalieri Templari, e ricalca il modello della Massoneria.
I rapporti tra l’Ordine di DeMolay e la Massoneria sono molto stretti, in quanto l’Ordine è guidato dalla Massoneria (a conferma di questo stretto legame si consideri che nel famoso libro di William R. Denslow, 10,000 Famous Freemasons l’ordine di DeMolay è menzionato in una maniera o nell’altra veramente tante volte). Inoltre, i capitoli dell’Ordine si radunano nella sala di una loggia, o in qualche altra stanza dell’edificio dove si trova la loggia, in quanto ogni capitolo dell’Ordine deve essere sponsorizzato da un organismo massonico locale o da qualche altro gruppo formato esclusivamente da massoni. Non meraviglia dunque sapere che molti giovani che sono stati nell’Ordine di DeMolay sono in seguito diventati Massoni. Hanno poi dei riti o delle cerimonie che svolgono all’interno delle logge, che sono veramente inquietanti per svariati motivi: basta guardare alcuni video su Youtube messi da membri dell’Ordine, per capirlo molto bene. Attualmente l’Ordine conta circa mezzo milione di membri sparsi un po’ in tutto il mondo. In Italia al momento ci sono sette Capitoli del DeMolay (un capitolo è un gruppo locale di DeMolay) pienamente riconosciuti ed operanti.
Per essere ammessi all’Ordine occorre oltre che avere l’età appropriata, anche credere nell’esistenza di un Essere Supremo, per cui all’interno dell’Ordine si trovano ragazzi di ogni religione, e poi sforzarsi di essere delle brave persone. Per quanto riguarda gli scopi dell’Ordine, il suo fondatore disse: ‘In senso stretto, direi che l’Ordine di DeMolay è una organizzazione giovanile per ragazzi il cui scopo è quello della costruzione di cittadini migliori’ (‘Literally speaking, I would say the Order Or DeMolay is a youth organization for young men whose purpose is the building of better citizens’), e quindi è quello di migliorare il mondo, che praticamente è anche un obbiettivo della Massoneria. Ma considerando le cose nel loro insieme, pare proprio che questo Ordine si prefigga di fare dei suoi giovani membri dei buoni Massoni!
Le attività del DeMolay sono molto varie, si va dalle attività benefiche alle competizioni sportive, a serate di ballo, e vengono proposte ed amministrate direttamente dai ragazzi, sotto un controllo solo indiretto da parte degli adulti; questi ultimi si occupano principalmente della gestione delle risorse finanziarie e garantiscono la sicurezza dell’ambiente in cui i ragazzi si trovano ad operare.

 

L’Ordine Internazionale dell’Arcobaleno per le ragazze

 

arcobaleno

 

 

 

L’ordine internazionale dell’arcobaleno per le ragazze (International Order of the Rainbow for Girls – IORG) è una organizzazione giovanile massonica i cui membri vanno dagli 11 ai 20 anni. L’Ordine è sorto nel 1922, tramite il pastore protestante W. Mark Sexson (1877-1953), massone del 33° grado, il quale pensò di organizzare una organizzazione per ragazze simile all’Ordine di DeMolay, che professasse alcuni dei principi della Massoneria. Attualmente l’Ordine è presente in molti stati degli USA ed anche in altre nazioni, tra cui anche l’Italia. Il quartiere generale dell’Ordine è a McAlester, Oklahoma.
Per aderire all’Ordine bisogna essere la figlia o la nipote di un Maestro Massone, o anche un amica di una ragazza arcobaleno. Non bisogna professare un particolare credo – basta credere in un Essere Supremo – per cui vi possono aderire ragazze di ogni religione. Negli insegnamenti e nelle cerimonie dell’Ordine però viene usata la Bibbia, e spesso vengono citate delle parole di Gesù dal Nuovo Testamento. Tuttavia ci tengono a precisare che non c’è nessuna pressione sulle ragazze non Cristiane affinchè diventino Cristiane. L’Ordine si occupa di istruire i membri ad amare il prossimo e servirlo (raccogliendo denaro per opere caritatevoli), al patriottismo e all’ubbidienza delle leggi dello Stato. Vengono anche organizzati eventi in cui le ragazze si divertono. 

 

L’Ordine Internazionale delle Figlie di Giobbe

 

figlie-giobbe

 

 

Job’s Daughters International (Le Figlie di Giobbe Internazionale), come si chiama oggi, è una organizzazione giovanile, sponsorizzata dalla Massoneria, per ragazze dall’età di 10 ai 20 anni.
L’Ordine fu fondato nel 1920 da Ethel T. Wead Mick (1881-1957) assieme a suo marito e diversi Massoni e membri della Stella Orientale del Nebraska, che diede questo nome all’Ordine prendendolo dal libro di Giobbe dove si parla appunto delle figlie di Giobbe. Lo scopo dell’Ordine è quello di unire giovani ragazze che sono imparentate ad un Maestro massone, e costruire il loro carattere attraverso un processo morale e spirituale. Si prefigge di istruire a riverire Dio e le Sacre Scritture, come detto nella Costituzione dell’Ordine, a mostrarsi leali alla propria nazione e bandiera, e rispettare i genitori e gli anziani. Oltre a visitare gli anziani nelle case di riposo e gli ammalati negli ospedali, e a svolgere altri servizi di assistenza verso il prossimo, organizzano eventi sportivi, gite e serate di ballo, per divertirsi.
Per aderirvi non occorre professare un particolare credo, ma solo credere in un essere supremo per cui anche in questo caso i membri appartengono a molte religioni e culture.
Ogni capitolo si chiama Bethel (come anche il luogo dove avvengono le riunioni), e i membri del capitolo solitamente si incontrano nell’edificio di una loggia massonica.

 

Dal  libro di Giacinto Butindaro  La Massoneria smascherata’ (pag. 84-95)

 

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: