Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Storia dei Testimoni di Geova

La storia di quelli che si chiamano Testimoni di Geova è strettamente collegata alla storia dei loro tre primi presidenti, ossia Charles Taze Russell, il loro fondatore; Joseph Franklin Rutherford; e Nathan Homer Knorr. In questa breve storia dei Testimoni di Geova parleremo quindi di questi tre uomini. Poi daremo alcune notizie su di loro, e delle cifre sulla loro consistenza numerica.

 

CHARLES TAZE RUSSELL

 

Russell nacque il 16 febbraio 1852 a Allegheny (ora parte di Pittsburgh), in Pennsylvania, da genitori che frequentavano una Chiesa presbiteriana. All’età di circa quindici anni, ci viene detto, egli ebbe una ‘crisi religiosa’ perché non riusciva a conciliare la bontà di Dio con le dottrine delle pene eterne e della predestinazione che venivano insegnate in seno alla Chiesa presbiteriana: ‘Un Dio che impiegasse la sua potenza per creare esseri umani i quali preconoscesse e predestinasse al tormento eterno, non potrebbe essere né sapiente, né giusto o amorevole’, diceva Russell. In questo stato d’animo, all’età di circa diciassette anni, in una sala di Allegheny, il giovane Russell assistette ad una predicazione di Jonas Wendell il quale annunziava il 1874 come data del ritorno visibile e glorioso di Cristo. Questo Jonas Wendell faceva parte della chiesa cristiana avventista (una chiesa che esiste ancora, ma che non va confusa con la chiesa avventista del settimo giorno) che era formata da quelli che dopo la ‘grande delusione’ del 1844 (delusione prodottasi a motivo del mancato adempimento del ritorno di Cristo predetto da William Miller per quell’anno) continuavano ancora a stabilire nuove date sul ritorno di Cristo. In seguito a questo incontro con Wendell, Russell si mise a studiare la Bibbia con altri suoi coetanei. Anche lui, quantunque non aderì alla chiesa cristiana avventista, si mise ad aspettare il ritorno di Cristo (lui però, sosteneva che il ritorno di Cristo sarebbe stato invisibile, e non prestò attenzione alle argomentazioni relative al tempo perché le giudicò ‘immeritevoli di attenzione’). Venne anche quell’anno, ed ancora una volta Cristo non tornò visibilmente secondo i calcoli fatti dai cristiani-avventisti. Ancora una volta però dinanzi alla grande delusione i delusi decisero di optare per l’idea della ‘cosa sbagliata nel tempo giusto’; in sostanza che la data del 1874 era quella giusta, ma l’evento atteso per quell’anno era stato quello sbagliato. Così dissero che nel 1874 era iniziata la presenza invisibile di Cristo, e che nello spazio di quaranta anni, cioè nel 1914 sarebbe venuta la fine del mondo e sarebbe iniziato il millennio [1]. Tra costoro che dopo questa ennesima delusione adottarono questa tesi c’era anche il cristiano-avventista Nelson H. Barbour, con cui Russell si mise a collaborare dal 1876 divenendo poi ‘condirettore’ con lui della rivista Herald of the Morning (L’Araldo del Mattino) nel 1878. Il motivo di questa sua collaborazione con Barbour fu che egli rimase convinto dalla tesi di Barbour sul tempo dell’inizio della presenza invisibile di Cristo. Da quel momento in poi Russell durante tutta la sua vita si diede molto da fare per annunziare il 1874 come data del ritorno invisibile di Cristo [2]. Nel 1879 Russell si separò da Nelson Barbour (il motivo della separazione – stando a quanto disse Russell – fu perché Barbour cominciò a negare che la morte di Cristo fosse il prezzo del riscatto per Adamo e la sua razza), e iniziò a pubblicare la rivista che poi si chiamerà Torre di Guardia. Nel 1881 Russell fondò la Zion’s Watch Tower Tract Society che fu fatta registrare legalmente nel 1884. Nel 1896 questa società assumerà il nome di Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania. Nel 1897, Maria Frances Ackley, la moglie di Russell, si separò da suo marito. Nel 1903 ella poi chiederà alla Corte civile e Penale di Pittsburgh la richiesta di separazione legale accusando suo marito – tra le altre cose – di condotta impropria verso altre donne (non di adulterio però perché ella, sotto giuramento, disse che non riteneva suo marito colpevole di adulterio). La causa fu dibattuta nel 1906; e due anni dopo fu emesso un decreto con la dicitura ‘Divorzio’. Russell viaggiò molto, scrisse molto, predicò molto [3] e guadagnò pure molto dalla vendita dei suoi libri e opuscoli. Dovette affrontare diversi processi durante la sua vita, oltre quello per il divorzio. Tra di essi vogliamo ricordare il seguente per la sua peculiarità.

Nel 1910 e 1911 la Torre di Guardia pubblicizzò un certo tipo di grano che costava un dollaro la libbra e che, veniva detto, dava un raccolto cinque volte superiore a quello che dava il grano comune; e venivano invitati i seguaci a comprarlo e il ricavato sarebbe andato alla Torre di Guardia e sarebbe stato usato per pubblicare i sermoni di Russell [4]. Allora il Brooklyn Daily Eagle pubblicò una vignetta caricaturistica nella quale presentava Russell ed il suo ‘grano miracoloso’. Russell allora intentò una causa per diffamazione nei confronti del giornale chiedendo un risarcimento di centomila dollari. Ma in seguito ad indagini compiute da enti governativi, quel grano fu trovato normalissimo, anzi leggermente inferiore alla qualità comune di grano; cosicché lo Eagle vinse la causa (cfr. Walter R. Martin – Norman H. Klann, Il Geova della Torre di Guardia, Napoli, Sec. Ediz. 1977, pag. 18-20).

Arrivò anche il 1914 senza che nulla di quello che era stato preannunziato da Russell fosse successo. Ma egli non si arrese, e lanciò una nuova data; il 1918. Ma nel 1916 morì. Si trovava in Texas, su un treno; le sue ultime parole furono: ‘Per favore avvolgetemi in una toga romana’ (Watch Tower, 1 dicembre 1916, pag. 365). La sua richiesta fu esaudita in questa maniera; fu improvvisata una toga facendola con lenzuola di carrozza.

Di Russell i Testimoni di Geova ritengono ancora diverse dottrine quali il rigetto della Trinità e della Divinità di Cristo, il rigetto della personalità e della divinità dello Spirito Santo, il rigetto della risurrezione corporale di Gesù Cristo, il rigetto del ritorno visibile di Cristo (Russell però – come abbiamo visto – il ritorno invisibile di Cristo lo collocò nel 1874), il rigetto della salvezza per grazia mediante la sola fede, la negazione dell’esistenza dell’anima immortale, e la negazione del tormento eterno dei peccatori, e la dottrina della prova millenniale (pur con qualche differenza come vedremo dopo).

 

 

JOSEPH FRANKLIN RUTHERFORD

 

Morto Russell, nel gennaio del 1917 fu eletto presidente della società Torre di Guardia, J. F. Rutherford che era stato il suo avvocato durante i suoi numerosi processi. Rutherford era nato nel 1869 da genitori battisti, e veniva soprannominato il ‘giudice’ perché durante la sua professione di avvocato in talune occasioni era stato chiamato a sostituire temporaneamente il giudice regolare nel Quattordicesimo Distretto Giudiziario del Missouri.

Arrivò anche il 1918, ed ancora tutte le aspettative furono deluse; Rutherford allora spostò la data al 1925 annunciando la fine del mondo per quell’anno. La delusione del 1925 portò il giudice Rutherford a rivedere il sistema delle date ed a fissare al 1914 la data della invisibile venuta di Cristo sulla terra. Rutherford nel 1931 farà assumere al movimento degli Studenti Biblici (così lo aveva chiamato Russell) il nome di Testimoni di Geova basandosi sulle parole di Isaia: “I miei testimoni siete voi, dice l’Eterno, voi, e il mio servo ch’io ho scelto” (Is. 43:10). Nel 1935 il ‘giudice’ introdusse nel movimento la dottrina secondo la quale solo i 144.000 sono destinati a regnare in cielo (e solo loro sono degni di partecipare al pane ed al calice del Signore), mentre tutti gli altri, che fanno parte della grande folla regneranno sulla terra in eterno; inoltre affermò che nel 1918 si era verificata la risurrezione ‘spirituale’ dei 144.000 già morti e Cristo aveva assunto il regno sulla terra. Nel 1936 poi, Rutherford, nel suo libro (inglese) Ricchezza, sosterrà che Cristo non è morto su una croce ma su un palo (mentre per Russell era morto sulla croce).

Rutherford era un uomo collerico e violento, ed in base a diverse testimonianze era pure dedito a bevande alcoliche. ‘Nonostante i Testimoni di Geova abbiano fatto tutto il possibile per nascondere i rapporti sulle abitudini del giudice a riguardo del bere, essi sono semplicemente troppo conosciuti per essere negati. Precedenti operai del quartiere generale della Watch Tower a New York raccontano dettagliatamente delle storie sulla sua ubriachezza e sulle sue incoscienze da ubriaco. Altri raccontano storie di quanto fosse talvolta difficile, a motivo della sua ubriachezza, portarlo al podio nelle assemblee per pronunciare i suoi discorsi’ (M. James Penton, Apocalypse delayed: the story of Jehovah’s Witnesses [L’Apocalisse ritardata: la storia dei Testimoni di Geova], Toronto (Canada) 1988, pag. 72. L’autore del libro è un ex Testimone di Geova). Rutherford visse nel lusso, come un principe.

 

 

NATHAN HOMER KNORR

 

Nel 1942 Rutherford morì, ed il suo posto fu preso da Nathan Homer Knorr; anche lui stabilì una data profetica; quella del 1975 in cui dovevano scadere seimila anni dalla creazione di Adamo. Knorr si preoccupò di preparare i Testimoni di Geova affinché fossero in grado di presentare in maniera persuasiva il messaggio dell’organizzazione. Fu sotto la sua presidenza, nel 1943, che sorse la scuola biblica Galaad nello stato di New York. Sempre sotto la sua presidenza, nel 1946, sorse fra i Testimoni di Geova l’idea di avere una traduzione delle sacre Scritture propria per potere più adeguatamente esporre le proprie peculiari dottrine, e così, formato un Comitato di Traduzione, ebbe inizio la traduzione o meglio la manipolazione delle sacre Scritture [5]. L’edizione completa di questa cosiddetta traduzione fu pubblicata nel 1961. Sempre in quell’anno, la Torre di Guardia dichiarò l’assoluto divieto di qualsiasi trasfusione di sangue pena l’immediata espulsione dall’organizzazione. ‘Se continua ad accettare trasfusioni di sangue o a donare sangue (…) Quale ribelle oppositore e infedele esempio per i conservi della congregazione cristiana, egli dev’essere stroncato da essa mediante la disassociazione’ (La Torre di Guardia, 15 luglio 1961, pag. 446-448).

Attorno al 1975 l’organizzazione della Società Torre di Guardia subì un cambiamento perché alla direzione si pose un Comitato Direttivo di cui il Presidente ne è solo il rappresentante. E’ proprio questo Corpo Direttivo (che è formato da una quindicina di persone – il numero varia nel tempo – che risiedono in genere presso la sede centrale a Brooklyn) che comanda a suo piacimento milioni di Testimoni di Geova in tutto il mondo. Knorr morì nel 1977.

Queste sono in estrema sintesi le origini e la storia di questa setta fino al 1977; abbiamo ritenuto opportuno parlarne per fare capire come sia venuta all’esistenza quest’altra pseudochiesa di cui si sente molto parlare e i cui aderenti non è difficile incontrare.

 

CIFRE E NOTIZIE VARIE

 

Secondo i loro dati, nel 1995, nel mondo i Testimoni di Geova erano 5.199.895 (notizia tratta da La Torre di Guardia del 15 aprile 1996, pag. 25; adesso sono circa 6 milioni): per quanto riguarda l’Italia i loro dati nel 1995 dichiaravano 214.446 membri attivi nel servizio di porta in porta. L’Italia è una delle nazioni al mondo con più Testimoni di Geova; nel 1995, le nazioni che la precedevano in questa classifica erano nell’ordine Stati Uniti (956.346), Messico (443.640) e Brasile (416.638) (dati presi dal loro Annuario del 1996, pag. 33-41). I loro periodici ufficiali che distribuiscono sono La Torre di Guardia e Svegliatevi! [6]. Le loro tipografie da cui fino ad ora sono usciti centinaia di milioni di copie di queste due riviste, e milioni di libri, opuscoli, volantini, ecc., sono tra le più grandi del mondo. Essi si riuniscono in luoghi chiamati Sale del Regno. In Italia hanno conseguito il riconoscimento giuridico da parte dello Stato italiano, nell’ottobre del 1986.

Tra coloro che non fanno parte dei Testimoni di Geova ma hanno avuto origine egualmente da Russell segnaliamo i seguenti gruppi.

La chiesa cristiana millenarista che pubblica il periodico L’Aurora Millenniale. Sorta nel Connecticut (Usa) tra emigrati italiani si è diffusa in Italia ed ha la sua sede a Pescara. Rifiuta le modifiche introdotte da Rutherford dopo la morte di Russell.

Gli Studenti Biblici dell’Aurora (Dawn Bible Students) che hanno rifiutato anch’essi di accettare le innovazioni di Rutherford.

Gli Studenti Biblici Bereani, di origine americana, che hanno una sede anche a Roma; si attengono alle idee di Russell e rifiutano le innovazioni successive.

Gli Amici dell’Uomo ossia la Chiesa del Regno di Dio fondata da F. L. Alexander Freytag (1870-1947), che in Italia conta alcune migliaia di membri e che tratteremo a parte.

I Testimoni di Geova sono da definirsi dei falsi testimoni perché diffondono menzogne: la sapienza infatti dice che “il falso testimonio spaccia menzogne” (Prov. 14:5). Certo, si chiamano Testimoni di Geova, ma in effetti essi non sono dei testimoni del Signore, ma solo degli impostori che sotto questo nome spacciano eresie di perdizione e seducono coloro che cadono nelle loro reti abilmente costruite. Ora, con l’aiuto di Dio confuterò le dottrine di coloro che si chiamano Testimoni di Geova, affinché riconosciate la loro falsità, vi guardiate da esse e possiate anche voi mediante le Scritture confutarle quando vi si presenterà l’occasione di farlo.

 

NOTE

 

[1] Come vedremo, in un altro libro, una parte di coloro che avevano aspettato il ritorno visibile di Cristo per il 1844, quando videro che Gesù non era tornato, adottarono la tesi che diceva che Gesù in quell’anno era passato dal luogo santo a quello santissimo. Anche loro quindi ritennero di avere aspettato l’evento sbagliato per la data giusta. Solo che a differenza dei delusi che li seguirono (cioè Barbour e i suoi amici), continuarono ad aspettare il ritorno visibile di Cristo. Comunque qualcosa di invisibile era successo anche per loro, perché Gesù in cielo era passato dal luogo santo a quello santissimo! Quelli che adottarono questa idea oggi si chiamano Avventisti del Settimo Giorno. 

[2] Sulla Watch Tower (Torre di Guardia) del 15 luglio 1906 venne raccontato come Russell volle mettersi in contatto con Barbour perché aveva letto una copia dell’Herald of the Morning in cui il Direttore (Barbour appunto) diceva che il Signore era già presente nel mondo dal 1874. Ecco le parole di Russell: ‘…rimasi perplesso dinanzi ad una dichiarazione molto cauta in base alla quale il Direttore credeva che le profezie indicassero che il Signore fosse già presente nel mondo (non visto e invisibile), e che l’opera di raccolta e di scelta del grano era già imminente, e mi sorprese che questa opinione fosse sostenuta dalle profezie relative al tempo le quali, appena pochi mesi prima, egli aveva considerato fallite. Ecco un nuovo aspetto sul quale riflettere; era possibile che le profezie relative al tempo, che avevo così a lungo disprezzato a motivo dell’erroneo uso che ne avevano fatto gli Avventisti, intendessero realmente indicare il tempo in cui il Signore sarebbe stato invisibilmente presente per stabilire il proprio regno, cosa che, come comprendevo chiaramente, non si sarebbe potuta conoscere altrimenti? La cosa mi sembrava, in verità, ragionevole, molto ragionevole. (…) Poteva essere che queste argomentazioni relative al tempo, che avevo trascurate come immeritevoli di attenzione, contenessero realmente un’importante verità che essi avevano applicato in maniera erronea? (…) Tuttavia, non erano disponibili libri o altre pubblicazioni che esponessero le profezie relative al tempo come allora erano intese, perciò mi accollai le spese necessarie a che il sig. Barbour venisse a trovarmi a Philadelphia (dove avevo degli impegni di affari nell’estate del 1876), per dimostrarmi ampiamente e facendo uso della Scrittura, se ne fosse stato capace, che le profezie indicavano il 1874 come data per l’inizio della presenza del Signore e per la ‘raccolta’. Egli venne e l’evidenza mi soddisfece. Essendo una persona dalle salde convinzioni e completamente consacrato al Signore, subito compresi che la particolare epoca in cui vivevamo, richiedeva un importante impegno nel nostro incarico e nella attività in qualità di discepoli di Cristo …’. 

[3] Nell’Annuario del 1976 viene detto che Russell, ‘come oratore pubblico, fece viaggi per oltre un milione e mezzo di chilometri, pronunciando più di 30.000 sermoni. Scrisse pubblicazioni per il totale di oltre 50.000 pagine, spesso dettò mille lettere al mese, dirigendo frattanto una campagna evangelistica mondiale che in una sola volta impiegò 700 oratori’ (pag. 77). 

[4] In breve diciamo come la Torre di Guardia venne in possesso di questo cosiddetto grano miracoloso. Nel 1904 un uomo di nome Stoner, che non sapeva nulla di Russell e degli Studenti Biblici, scoprì in Fincastle, nello stato della Virginia, una qualità di grano sorprendentemente produttivo che lui chiamò ‘grano miracoloso’. La notizia fu subito presa e divulgata dai giornali. La cosa venne agli orecchi di Russell, il quale giudicò l’improvvisa comparsa di questo ‘grano miracoloso’ un segno attestante che la terra sarebbe stata presto ristorata a condizioni paradisiache. In altre parole, lui prese questo tipo di grano per una conferma che il millennio era alle porte, e quindi che le sue previsioni fossero vere. Successe allora che due Studenti Biblici donarono alla Società Torre di Guardia una certa quantità di questo grano da vendere per un dollaro la libbra. Il grano fu così venduto dalla Società, che guadagnò dalla vendita circa 1800 dollari. A proposito di questo denaro la Torre di Guardia ci tiene a dire che Russell ‘non prese un centesimo di questo denaro’ (Annuario dei Testimoni di Geova 1976, pag. 69), perché si trattò di una contribuzione fatta a favore della Società. La Torre di Guardia omette però di dire che novecentonovanta dei mille titoli del capitale azionario della Società erano in possesso di Russell, per cui ogni contribuzione alla Società veniva in realtà fatta a lui. 

[5] Vedi a tale riguardo la parte dove ho dimostrato le numerose infedeltà presenti nella Traduzione del Nuovo Mondo. 

[6] Dal 1° settembre 1995 La Torre di Guardia viene stampata in 120 lingue e Svegliatevi! in 75 (cfr. Annuario dei Testimoni di Geova del 1996, pag. 5). La tiratura media di ciascun numero della Torre di Guardia al 1° aprile 1998 è di 22.103.000 copie.

 

Tratto dal libro “I Testimoni di Geova” di G. Butindaro

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Prove evidenti sull’inefficacia e sulla pericolosità dei vaccini

Riporto di seguito un documento prodotto dal Dottor Stefano Montanari e Nino ferri che contengono utili informazioni riguardo alle vaccinazioni....

Ascolteranno e crederanno perché ordinati a vita eterna

Per certo coloro che sono ordinati a vita eterna sentiranno parlare del Signore Gesù Cristo nel tempo e nel luogo...

Fuggite l’immoralità sessuale

Fratelli e sorelle nel Signore, FUGGITE ogni forma di immoralità sessuale perchè gli immorali non erediteranno il regno di DIO....

Chiudi