Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Un ambiente marcio e putrefatto

rotten-appleL’Eterno parla: Io, dic’egli, ho nutrito de’ figliuoli e li ho allevati, ma essi si son ribellati a me. Il bue conosce il suo possessore, e l’asino la greppia del suo padrone; ma Israele non ha conoscenza, il mio popolo non ha discernimento. Ahi, nazione peccatrice, popolo carico d’iniquità, razza di malvagi, figliuoli corrotti! Hanno abbandonato l’Eterno, hanno sprezzato il Santo d’Israele, si son vòlti e ritratti indietro. A che pro colpirvi ancora? Aggiungereste altre rivolte. Tutto il capo è malato, tutto il cuore è languente. Dalla pianta del piè fino alla testa non v’è nulla di sano in esso: non vi son che ferite, contusioni, piaghe aperte, che non sono state nettate, né fasciate, né lenite con olio. Il vostro paese è desolato, le vostre città son consumate dal fuoco, i vostri campi li divorano degli stranieri, sotto agli occhi vostri; tutto è devastato, come per un sovvertimento di barbari” (Isaia 1:2-7).

I fatti lo dimostrano chiaramente: l’ambiente evangelico qui in Italia è in massima parte spiritualmente marcio e putrefatto ed emana un odore nauseabondo.

Gli stolti occupano posti altissimi, i savi vengono cacciati via o messi in un angolo dalle Chiese istituzionalizzate.

– I superbi vengono elogiati, gli umili vengono scherniti e diffamati.


– I malvagi vengono cercati, mentre i buoni sono evitati.


– I corrotti vengono onorati, mentre i santi vengono disprezzati.


– I ricchi sono onorati e cercati, e i poveri disprezzati e abbandonati.


– I bugiardi sono dichiarati avveduti e intelligenti, i veraci sono invece chiamati stupidi.


– I mondani sono presi ad esempio, mentre quelli che non amano il mondo sono guardati a vista come elementi pericolosi, come se avessero una sorta di lebbra spirituale.


– Le donne che pregano o profetizzano con il capo scoperto vengono viste come se stessero facendo una cosa giusta, mentre quelle che pregano o profetizzano con il capo coperto da un velo sono mal viste perchè è come se – volessero indurre le donne alla ribellione contro Dio e quindi a dare una cattiva testimonianza e tengono le anime lontano da Cristo.


– Le donne vestite in maniera sconveniente danno una buona testimonianza e attirano le anime a Cristo, mentre quelle vestite con verecondia e modestia vengono considerate pericolose perchè danno una cattiva testimonianza scandalizzando così le anime più deboli. 


– Chi permette alla donna di insegnare è spirituale, chi glielo vieta è carnale.


– Chi ama il denaro è visto come uno che onora Dio, mentre chi non lo ama perchè è contento di avere le cose necessarie è uno che disonora Dio.


– I predicatori amanti del denaro che si arricchiscono estorcendo denaro ai santi con parole finte e vivono una vita lussuosa e nei piaceri della vita sono visti come esempi di uomini che Dio ha benedetto per la loro fede, mentre i – predicatori che hanno il necessario per vivere e vivono modestamente e non chiedono denaro a nessuno sono visti come uomini che hanno poca fede e quindi Dio non può benedirli.


– Chi insegna false dottrine è visto come uno che ha rivelazioni da parte di Dio o un grande esegeta, mentre chi confuta le false dottrine è considerato uno che si crede Dio o che ha preso il suo posto e quindi un superbo ed un arrogante.


– Chi va alla scuola biblica di una denominazione, prende il diploma, e poi dopo il tirocinio viene fatto pastore – pur non avendo mai ricevuto da Dio il ministerio di pastore, la qual cosa è evidente come la luce del sole -, viene onorato; mentre chi viene costituito pastore da Dio e quindi non ha avuto bisogno di frequentare alcuna scuola biblica, viene disprezzato.


– La lingua bugiarda che falsa il senso della Parola di Dio viene amata, mentre quella verace che trasmette fedelmente la Parola viene odiata.


– Chi predica ai peccatori ‘Gesù vi ama’ e gli nasconde la fine che faranno dopo morti ha amore verso le anime, mentre chi predica ai peccatori il ravvedimento dalle opere morte e la conversione dai peccati (e ovviamente la remissione dei peccati mediante la fede in Gesù Cristo) per indurli a scampare alle fiamme dell’inferno dopo la morte è un terrorista che allontana le anime da Cristo.


– Chi non conosce le Scritture fa carriera, mentre chi le conosce viene contrastato e contristato in ogni maniera affinché non contagi altri con questo suo ‘pericoloso virus’.
– Chi non crede che Dio parla tramite visioni e sogni è visto come un uomo spirituale, mentre chi lo crede e riceve una visione o un sogno da parte di Dio viene dichiarato praticamente un ‘pazzo’ da ricoverare in manicomio.


– Chi nella malattia confida nei medici è visto come uno che ha fede in Dio, mentre chi rifiuta di avere fiducia nei medici perchè confida nella potenza di Dio è visto come uno che tenta Dio.


– Chi usa la sua bocca per calunniare e offendere coloro che credono nell’attualità dei doni dello Spirito Santo è visto come un ‘caro fratello’, mentre chi parla in altra lingua per lo Spirito è definito uno posseduto o influenzato dai demoni.


– Chi deride i fratelli con barzellette e battute è visto come un fratello allegro pieno di vita, mentre chi piange davanti a Dio (perchè si pente dei suoi peccati o perchè vede la grande corruzione che esiste in mezzo alla Chiesa) è visto come uno con seri problemi psicologici.


– Quelli che si danno alle gozzoviglie e alle ubriachezze sono visti come fratelli che sanno stare in compagnia dei fratelli, mentre chi digiuna davanti a Dio per umiliarsi nel suo cospetto è visto come uno che vuole fare il santone.


– Chi permette ai suoi figli di comportarsi in maniera dissoluta e disordinata è visto come un genitore moderno che capisce i giovani, mentre chi alleva i suoi figli in disciplina e in ammonizione del Signore è uno che non cerca il bene dei suoi figli perchè gli impedisce di vivere una giovinezza spensierata.


– I pastori che hanno mogli corrotte e figli disordinati e dissoluti sono visti come esempi del gregge, mentre quelli che hanno mogli sante e figli ubbidienti sono visti come uomini pericolosi perchè con il loro esempio di bigottismo religioso possono trascinare intere famiglie a non amare il mondo e a privarsi dei piaceri della vita.


– I pastori che tollerano e giustificano quei credenti che convivono o quei credenti divorziati che decidono di passare a seconde nozze sono considerati dei bravi pastori, mentre quei pastori che non tollerano i fornicatori e gli adulteri condannando le loro opere malvagie ed espellendoli dall’assemblea vengono considerati dei farisei moderni spietati.


– I credenti che commettono fornicazione e adulterio rimangono al loro posto come se stessero facendo qualcosa di assolutamente normale e lecito agli occhi di Dio e quindi vanno accettati così come sono, mentre quelli che riprovano la fornicazione e l’adulterio e affermano che essi vanno espulsi dall’assemblea dei santi sono definiti ‘uomini con dei pregiudizi che si sentono più santi degli altri’.


– Quelli che lusingano gli omosessuali dicendo loro che Dio li accoglie così come sono e quindi che non devono cambiare vita sono considerati come dei Cristiani pieni di amore verso il prossimo, mentre quelli che condannano pubblicamente l’omosessualità ed esortano gli omosessuali a ravvedersi e convertirsi per scampare alle fiamme dell’inferno sono etichettati come persone senza amore e senza pietà.


– Quelli che si alleano con i politici o con lo Stato e si mettono così all’ombra delle loro ali e quindi che confidano nell’uomo sono definiti uomini che si sottomettono alle autorità e quindi fanno la volontà di Dio, mentre quelli che rifiutano di fare una simile cosa perchè confidano in Dio sono definiti ‘persone che tentano Dio’.


– I pastori che sono collusi con la criminalità organizzata e la massoneria perchè per loro ‘il fine giustifica i mezzi’ sono visti come uomini che fanno avanzare l’opera di Dio, mentre quelli che rigettano di seguire le loro orme sono scherniti e derisi perchè non hanno capito che bisogna essere astuti come i serpenti.


– I predicatori di favole sono chiamati ‘unti di Dio’ che parlano da parte di Dio, mentre i predicatori di giustizia sono etichettati come maleducati e fanatici.


– I pastori che intrattengono l’uditorio con le solite quattro cose piacevoli a sentire che non spaventano nessuno sono acclamati, mentre coloro che predicano un Dio geloso e vendicatore sono disprezzati.


– Chi predica ai santi la decima proclamando che coloro che non la danno saranno maledetti da Dio ama l’opera, mentre chi esorta i santi a santificarsi odia l’opera perchè è un legalista che vuole riportare le anime sotto la legge di Mosè.


– Gli impostori che inducono le Chiese a mettersi con gli infedeli sono chiamati uomini di pace che hanno a cuore il bene della Chiesa, mentre coloro che mettono in guardia la Chiesa dagli impostori e dal lievito malvagio sono considerati settari perchè provocano divisioni.


– I venditori di vani ragionamenti sono chiamati uomini che portano avanti l’opera di Dio, quelli che invece danno gratuitamente la verità sono definiti distruttori dell’opera di Dio.


– Chi predica e promuove il divertimento e l’intrattenimento nella Chiesa è uno che ama le pecore, chi invece predica e promuove la santificazione è un bigotto e religioso che non ha capito niente della grazia e dell’amore di Dio.


– Chi si mette con gli idolatri cattolici romani per fare ecumenismo è per l’unità dei Cristiani, mentre chi è contro il loro ecumenismo è per la divisione della Chiesa.


– I massoni vengono definiti ‘cari fratelli’, mentre coloro che condannano la Massoneria e mettono in guardia dai massoni che sono nella Chiesa vengono definiti ‘strani personaggi’.


– Chi giudica secondo l’apparenza viene visto come uno che ha discernimento spirituale, mentre chi giudica con giusto giudizio viene accusato di fare l’opera del diavolo.


– Quelli che costruiscono le ‘cattedrali’ lussuose sono considerati delle aquile che volano in alto, mentre quelli che si riuniscono nelle case come gli antichi discepoli sono paragonati a delle galline che non possono volare.


– Le Chiese che entrano in una organizzazione verticistica e piramidale (con un presidente, un consiglio generale, dei comitati di zona, ecc) sono viste positivamente, mentre quelle che rifiutano questo sistema perchè decidono di rimanere autonome e indipendenti sono viste negativamente perchè accusate di avere uno spirito settario.


– Chi lotta per la libertà religiosa di tutti ama il suo prossimo, mentre chi lotta per far conseguire ai peccatori la libertà in Cristo predicandogli il ravvedimento e il giudizio a venire e per liberare le pecore del Signore dal laccio degli impostori in cui sono cadute è pieno di odio verso il suo prossimo.

 

Potrei proseguire, ma mi fermo qui perchè ritengo che abbiate capito che in tante Chiese uno che si converte a Cristo non può maturare anzi marcirà.Che cosa devono fare quelli che fanno parte di questo sistema? Devono ravvedersi e convertirsi dalle loro vie malvagie, e poi uscirsene, e dissodarsi un campo nuovo, alla gloria di Dio.

 

Chi ha orecchi da udire, oda

 

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Giudizio di DIO su Oklahoma City

‘Il violento tornado che ha colpito ieri Oklahoma City ripreso da un gruppo di ‘cacciatori’ di tornado. Il video mostra...

Chi non è contro i massoni sta favorendo l’opera di Satana

Se uno si professa Cristiano e dopo essersi accertato di quello che insegna la Massoneria (cosa peraltro molto facile e...

La massoneria smascherata – libro di G. Butindaro

  La massoneria smascherata – PDF    La massoneria smascherata – EPUB    La massoneria smascherata – MOBI     

Chiudi