Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Un pastore evangelico messo a morte da Dio

Posto questa testimonianza raccontata da Roberto Bracco, per tutti quei ‘pastori’ pentecostali che cacciano via o maltrattano quei fratelli che hanno deciso di santificarsi veramente e di riprovare le opere infruttuose delle tenebre e di attenersi alla Scrittura e non alle ciance che vengono dette dai pulpiti, che da questi ‘pastori’ vengono considerati come persone che cercano di sviare e distruggere la Chiesa. Chi ha orecchi da udire, oda. Giacinto Butindaro

—————————

‘Il fratello Giacomo Lombardi lasciò gli Stati Uniti diretto a Roma ove non poteva contare che su qualche lontana e debole amicizia stretta negli anni della sua prima giovinezza. Questo servitore di Dio, evidentemente, non faceva affidamento sugli appoggi e sugli aiuti che poteva trovare avanti a sé o che poteva avere dietro le sue spalle, ma faceva esclusivamente conto degli aiuti gloriosi che poteva ricevere dall’Alto.

Raggiunta la capitale, il fratello Lombardi cercò di introdursi nell’ambiente protestante nella convinzione che Iddio avrebbe manifestato il risveglio pentecostale primieramente fra coloro che possedevano la conoscenza dell’Evangelo. Questa sua aspettativa però fu, almeno in parte, delusa; ed anzi egli incontrò una sistematica e, qualche volta, scortese ostilità da parte dei conduttori delle comunità da lui visitate.

Probabilmente alcuni pastori vedevano in questo servitore di Dio l’insidiatore del loro gregge, mentre altri, forse, vedevano nella sua pretesa di predicare il messaggio cristiano la presunzione dell’uomo che benché privo di una formazione teologica vuole ascendere il pulpito.

Dopo mesi di tentativi il deluso servitore di Dio si vide violentemente scacciato da un ministro evangelico stanco di vederlo aggirarsi fra i membri della propria comunità. Forse Iddio aveva permesso quella prolungata e sterile fatica per insegnare una preziosa lezione al giovane missionario, ed infatti mentre egli s’intratteneva pensoso ed afflitto sulla soglia della chiesa dalla quale era stato espulso sentì chiaramente la voce del Signore risuonare nella sua coscienza: – Guarda – gli disse Iddio severamente – quel malvagio che esce ora da questa soglia; fra breve non lo vedrai più!

Il Lombardi si voltò per osservare chi era l’uomo che si apprestava ad uscire e vide il pastore che poco prima lo aveva scacciato dal tempio. Una settimana dopo, quel troppo severo ministro, veniva tolto dal mezzo dei vivi. Questa testimonianza potrebbe forse sembrare negativa in relazione all’amore divino, ma è invece necessario considerarla alla luce della rivelazione che ci conferma insistentemente che Iddio opera amorevolmente anche nella manifestazione dei suoi severi e terribili giudizi’.

Roberto Bracco, Il Risveglio Pentecostale in Italia, citato in ‘Risveglio Pentecostale’, 1956, n° 11, pag. 5-6

 

tratto da: http://giacintobutindaro.org/2011/09/01/un-pastore-evangelico-messo-a-morte-da-dio/

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Reinhard Bonnke e Benny Hinn

Come potete vedere in questi video il predicatore Reinhard Bonnke e il predicatore Benny Hinn sembrano avere un rapporto di amicizia...

DIO è unico. L’Eterno solo è DIO e non v’è altro dio accanto a Lui.

DIO è unico. L'Eterno solo è DIO e non v'è altro dio accanto a Lui; non esistono dei all'infuori di...

“Ero vuoto e infelice…” , La testimonianza di Gabriel Polanco-Blengio,un ex transessuale che si è convertito a Cristo

In questa testimonianza Gabriel Polanco-Blengio, un ext transessuale che ha subito una terapia ormonale e che è stato sottoposto a...

Chiudi