Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Ancora sulla battaglia spirituale combattuta anche nei pensieri

“poiché il combattimento nostro non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono ne’ luoghi celesti.” (Ef 6:12)

Da questo passaggio comprendiamo che il combattimento che i Cristiani nati di nuovo combattono non è un combattimento fisico ma bensì un combattimento di natura spirituale. In questo combattimento devono combattere contro esseri spirituali di natura diversa.

Principati e potestà (cfr anche Col 1:16): Le Sacre Scritture non ne parla molto a riguardo questi due tipi di esseri. Quindi sono degli esseri spirituali invisibili di cui non ci è dato di sapere dettagli a riguardo. Le Scritture ci dicono che tramite la Chiesa Dio mostra ai principati e alle potestà la infinita sapienza di Dio (cfr Ef 3:10) e che Gesù ha trionfato su loro per mezzo della croce (cfr Col 2:15).

Dominatori di questo mondo di tenebre: sono degli spiriti che dominano in questo mondo. Il mondo spirituale è vastissimo con tanti esseri diversi e fra questi ci sono appunto alcuni che dominano nel mondo di tenebre in cui viviamo.

Forze spirituali della malvagità: ci sono delle forze spirituali malvagie che si trovano nei luoghi celesti. Anche contro queste forze dobbiamo combattere.

Oltre a questi esseri descritti sopra dobbiamo anche combattere contro i demoni (da non confondere con gli angeli caduti che sono altri esseri ) e contro Satana.

Quindi i Cristiani sono dei soldati, che non si devono immischiare nelle cose di questo mondo, i quali combattono una guerra invisibile. Non si tratta di fantasia o di fantascienza. E’ una guerra reale e continua, che purtroppo miete molte vittime, perché molti tra i pagani sono sedotti mentre molti tra i Cristiani sono coloro che non vegliano e che ignorano le loro macchinazioni e le loro insidie.

Bisogna anche dire che una parte di questo combattimento invisibile viene svolto nella mente e nel cuore laddove ci sono i pensieri. E’ nei pensieri che avviene la lotta maggiore, perché in qualche modo a noi sconosciuto, questi esseri riescono a far arrivare dei pensieri cattivi nel cuore e nella mente (i cosiddetti dardi infuocati di cui parla la Scrittura – cfr 6:16), che possono essere di diversa natura (incredulità, suicidio, bestemmie, omicidio, cose disgustose, ricordi del passato cattivi o che provocano dolore, etc..) e che quindi devono essere rigettati ( ricordatevi che sono abili a distorcere la realtà e che talvolta possono anche sembrare dei pensieri propri. Inoltre ricordatevi che anche dal cuore arrivano pensieri cattivi – cfr Mc 7:21 ). Quindi i Cristiani devono lottare per catturarli e portare all’ubbidienza di Cristo (cfr 2 Co 10:4-5) non permettendo in nessuna maniera che alberghino nella loro mente. Essi devono resistere e non fare posto affinché il loro cuore non venga riempito da questi pensieri introdotti da questi esseri. Altrimenti se lo permettono, questi pensieri li porteranno a star male e al peccato.

 

Le armi del nostro combattimento

 

“Perché sebbene camminiamo nella carne, non combattiamo secondo la carne; infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti nel cospetto di Dio a distruggere le fortezze; poiché distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciam prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo;” (2 Co 10:4-5)

 

In questo combattimento spirituale noi abbiamo delle armi che non sono carnali ma sono potenti nel cospetto di Dio a distruggere le fortezze dei nostri nemici: la spada dello Spirito, che è la parola di Dio, la preghiera in ginocchio e l’autorità che si ha nel nome di Gesù Cristo.

Con la Parola di Dio noi distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio. Quindi ogni ragionamento o pensiero falso e ingannevole possono essere distrutti usando la Parola di Dio. Per questa ragione i santi devono conoscere bene la Bibbia. Non è ammissibile per un Cristiano non conoscerla bene. Purtroppo, ahimè, ci sono persone che con tanti anni di fede ancora non hanno letto la bibbia intera più di una volta! Comunque, è con la parola di Dio che si possono vincere le altezze che si elevano contro alla conoscenza di Dio, ed è con essa che si possono vincere gli errori e i pensieri sbagliati che arrivano nel cuore. Gesù quando fu tentato nel deserto resistette a Satana usando la Parola di Dio. Non sono i nostri ragionamenti e le nostre forze che ci danno la vittoria contro gli esseri spirituali ma è la parola di Dio. Se voi provate a resistere loro con la vostra sapienza, con i vostri ragionamenti o le vostre abilità, per certo perderete.

Con la preghiera noi riceviamo forze nuove da Dio per resistere durante il combattimento e possiamo ottenere l’esaudimento di allontanare da noi certi pensieri e  di sventare i piani dei nostri nemici spirituali contro di noi. Nella preghiera chiediamo a Dio di darci la vittoria e di sostenerci durante la guerra, per non cadere e non far spazio a questi esseri spirituali. C’è da dire che i tempi di Dio sono diversi dai nostri e che a volte alcuni combattimenti possono durare per un pò di tempo. Quindi bisogna essere perveranti nella preghiera.

Con l’autorità in Cristo Gesù i Cristiani possono scacciare gli spiriti maligni. Infatti tra i segni che accompagnano coloro che hanno creduto vi è proprio quello di scacciare i demoni (cfr Mc 16:17). Non si deve aver paura degli spiriti maligni ma devono essere affrontati e scacciati nel nome di Gesù. C’è da dire che alcuni tipi di demoni vanno via soltanto con la preghiera e il digiuno (cfr Mc 9:29). Quindi con l’autorità di Gesù Cristo possiamo ordinare agli spiriti di andare via e di allontanarsi e possiamo rigettare ogni pensiero (dardo infuocato) che ci arriva.

 

Conclusione

 

Purtroppo, come ho già scritto prima, il mondo giace sotto la potestà di questi esseri e quindi tutti coloro che sono in questo mondo, in un modo o nell’altro, sono sotto la loro influenza essendo sotto la potestà del diavolo. Per questa ragione vediamo cosi tanto male nel mondo, perché molte persone cadono sotto i loro dardi infuocati, dando loro retta ed agendo secondo la loro influenza. Facendo così, commettono dei peccati, i quali producono morte (ovviamente sono responsabili delle loro azioni anche se sono stati sedotti o influenzati da essi).

Gli spiriti maligni sono tanti, diversi e operano continuamente: seducono, ingannano, influenzano, tengono schiavi nel peccato, mettono cosi tanti e forti pensieri del continuo nella mente che riescono a riempire il cuore delle persone portandole poi a compiere atti tremendi di cui poi si pentono (ci sono tantissimi casi di persone che hanno commesso omicidio o atti abominevoli e che dicono che avevano continuamente in testa “voci” o “pensieri” di fare quella determinata cosa.)

Quindi è evidente che la mente e il cuore, dove sono i pensieri, è un campo di battaglia molto importante. Per questa ragione i santi devono assolutamente imparare a DOMINARE I PROPRI PENSIERI, rigettando/non accettando con autorità ogni pensiero che non viene da Dio o che in qualche modo portano alla trasgressione dei comandamenti di Dio. E’ fondamentale saper dominare i propri pensieri e non dar retta a pensieri cattivi che arrivano nel cuore e nella mente ( sia quando arrivano a  motivo di questo corpo di peccato sia quando introdotti da spiriti maligni).

Non crediate che non li potete vincerli, perché le cose non stanno cosi. Voi potete vincere ogni battaglia in Cristo Gesù, perché se siete Cristiani, avete lo Spirito Santo e avete l’autorità di Cristo. Quindi non ci sono scuse per far posto al diavolo nel vostro cuore e nella vostra mente.

Coraggio, se state dando retta a pensieri cattivi, smettetela subito e rigettate con autorità queste cose nel nome di Gesù, e cominciate a fare oggetto dei vostri pensieri tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode.

“Del rimanente, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri.” (Filipesi 4:8)

 

 

Haiaty Varotto

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Non c’è alcuna comunione tra noi Cristiani e i Cattolici Romani

    I Cattolici Romani sono degli idolatri che stanno andando all’inferno, e quindi vanno esortati a ravvedersi e a...

L’epifania affonda le radici nel paganesimo

Il termine italiano epifania deriva dal greco epiphaneia che significa ‘apparizione’; nel Nuovo Testamento questo termine è presente, lo troviamo...

La natura umana di Gesù Cristo

Gesù Cristo è chiamato il Figliuol dell’uomo perché egli, pur essendo il Figlio di Dio, nacque secondo la carne da...

Chiudi