Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Caratteristiche degli uomini negli ultimi giorni: insensibili

“Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza.” (2 Timoteo 3:1-5)”

La scrittura ci fa sapere che negli ultimi giorni gli uomini saranno INSENSIBILI.

Cosa significa essere insensibili? Secondo il dizionario insensibile significa:

Chiuso in una fredda o ostile incapacità di reazione o partecipazione affettiva; impassibile, indifferente” (Dizionario Oxford)

Che non recepisce le sollecitazioni intellettuali, morali, affettive provenienti da persone o cose SIN freddo, indifferente” (Dizionario Corriere)

Dunque l’insensibile è quella persona che è fredda ed è indifferente ai sentimenti che stanno provando, che hanno provato o che potrebbero provare gli altri. La persona insensibile è incapace di sentire quello che gli altri stanno provando e perciò sono incapaci di immedesimarsi negli altri. Non sanno cosa sia l’empatia.

Si tratta di una cosa riprovevole perché la persona insensibile è fredda, indifferente dei sentimenti altrui e diventa spietata e priva di compassione per gli altri. Praticamente non gli interessa nulla di quello che provano gli altri e non hanno neanche nessun interesse a immedesimarsi, cioè a mettersi al posto dell’altro in modo da aiutarli o da essere compassionevoli. Sono persone fredde e talvolta calcolatrici, prive di carità.

Inoltre, una persona insensibile non si preoccupa per le conseguenze che le proprie azioni potrebbero portare agli altri, e di conseguenze agiscono in maniera spietata, indipendentemente delle conseguenze che le loro azioni, o parole, possono causare negli altri. A loro non importa se la loro azione può portare il prossimo a stare male, o possa essere turbato o scandalizzato, oppure perfino arrivare a commettere suicidio; agli insensibili non gli interessa nulla; l’importante è che soddisfino il loro proprio ego e degli altri “chi se ne importa”.

Oggi troviamo conferma di ciò che dice la parola di Dio; Infatti attualmente le persone sono diventate insensibili: non alcun interesse per la vita del prossimo; non hanno interesse sul come aiutare il prossimo; sul come consolare o dare una parola di incoraggiamento al prossimo; sul come fare del bene al prossimo. 

Per di più non gli interessa nulla delle conseguenze delle proprie azioni, di come si conducono, di quello che fanno o che dicono. Invece pensano soltanto a sé stessi, al proprio ventre, alla loro comodità; sono egoisti e pieni di sè. Non gli interessa del prossimo e del loro stato. Quello che conta è la loro vita e i loro interessi, in altre parole il loro ventre e soltanto quello.

Ovviamente i credenti non possono essere in nessuna maniera delle persone insensibili, cioè  incapaci di immedesimarsi nei sentimenti altrui. Invece devono essere persone compassionevoli, misericordiose e devono essere capaci di immedesimarsi nel prossimo prima di fare le loro azioni o di dire le loro parole. Non va assolutamente bene essere persone indifferenti rispetto ai sentimenti altrui; non va assolutamente bene calpestare la dignità del prossimo per soddisfare il proprio ego; non va assolutamente bene essere spietati e privi di compassione. Coloro che sono così, sono dei servitori malvagi che saranno puniti dal Signore, perché l’Eterno il nostro Dio, è un Dio pietoso, compassionevole e misericordioso e noi credenti dobbiamo essere come Lui.

Purtroppo nella chiesa, anche tra ministri, vi sono di questi servitori malvagi, che sono persone insensibili e spietate verso il prossimo, e che agiscono soltanto per un loro tornaconto personale; hanno smesso di servire il Signore e si sono messi a servire il proprio ventre. Da costoro vi dovete guardare perché fanno biasimare l’vangelo con la loro condotta.

Dunque non siate insensibili ma siete persone piene di carità, di compassione, di misericordia e di empatia. Immedesimate e fatene parte dei sentimenti altrui e mettetevi al loro posto quando dovete prendere una decisione, quando dovete agire e quando dovete dire qualcosa. lo ripeto: mettetevi al loro posto, come se voi foste al loro posto, immedesimandovi nelle situazioni e circostanze che il prossimo sta passando.

Ricordatevi e serbate nel vostro cuore queste parole di Gesù: 

“E come volete che gli uomini facciano a voi, fate voi pure a loro.” (Lc 6:31)

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
NUOVO LIBRO: «L’Agnello di Dio ben preordinato prima della fondazione del mondo a morire per i nostri peccati!»

Questo mio libro dal titolo «L’Agnello di Dio ben preordinato prima della fondazione del mondo a morire per i nostri...

E’ la fede nel nome di Cristo Gesù che guarisce i malati

Di quella donna che avea un flusso di sangue da dodici anni, viene detto che “molto avea sofferto da molti...

Rigettate i tatuaggi ‘cristiani’

    Molti – soprattutto giovani – che si professano Cristiani hanno pensato di conformarsi al mondo anche facendosi fare...

Chiudi