Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Charles Spurgeon faceva parte dell’Ordine di San Giovanni

Vi avverto fratelli per l’ennesima volta affinchè vi guardiate dal famoso predicatore inglese Charles Haddon Spurgeon (1834-1892), in quanto oltre che alla Massoneria apparteneva all’Ordine di San Giovanni.

Questo è quanto emerge leggendo «Notes and Queries» di Luglio-Dicembre 1870, dove ad un certo punto qualcuno fa notare che il predicatore Charles Spurgeon entrando a fare parte dei Cavalieri di San Giovanni (ossia dell’Ordine di San Giovanni) è entrato a fare parte dell’Ordine di Malta: «Ma io penso che il Signor Spurgeon sarebbe sorpreso se gli venisse detto che tramite questo passo egli diventò membro dell’Ordine di Malta, e che egli non era membro di un ‘ordine separato’» (Notes and Queries: A Medium of Intercommunication for literary men, general readers, etc., Quarta serie – Volume Sesto, Luglio-Dicembre 1870, Londra, 1870, pag. 326).

L’Ordine di San Giovanni è derivato dall’Ordine di Malta. Esso è legato alla Chiesa anglicana (e quindi al sovrano britannico), ed ha il suo quartiere generale a Londra (https://it.wikipedia.org/…/Venerabile_ordine_di_San_Giovanni).

Esso è collegato ai Cavalieri di Malta, i quali sono oltre che dipendenti dal Vaticano (sotto stretto controllo dei Gesuiti), anche collusi con la Massoneria e difatti tra i suoi membri ci sono molti massoni ed anche non pochi Illuminati (a conferma di ciò si veda questa parziale lista di membri dei Cavalieri di Malta sul sito ‘Bible Believers’ – http://www.biblebelievers.org.au/kmlst1.htm). A conferma di questo legame tra Cavalieri di Malta e Massoneria, ecco quello che dice il giornalista Ferruccio Pinotti: «Secondo Pio XII, i Cavalieri di Malta erano la longa manus della massoneria in Vaticano, tanto che formò una commissione incaricata di sciogliere l’Ordine. Che si salvò grazie alla morte del Pontefice tradizionalista e all’avvento di Giovanni XXIII, un Papa accusato di simpatie «massoniche» che approvò le costituzioni dell’Ordine decretando la fine della commissione. Quindi i Cavalieri di Malta sono sempre stati percepiti come uno snodo importante tra la finanza massonica e quella vaticana» (Ferruccio Pinotti, Fratelli d’Italia, pag. 415). Peraltro, nei Cavalieri di Malta negli anni ’40 c’erano anche non pochi agenti segreti americani.

Chi ha orecchi da udire, oda

 

Giacinto Butindaro

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 6 – esponenti delle ADI assieme a massoni

Umberto Gorietti e altri esponenti delle Assemblee di Dio in bella posa con i massoni: la prova visiva della collusione...

DIO è pietoso

DIO è pietoso. Egli ha pietà del Suo popolo e dei Suoi servi. Come un padre è pietoso verso i...

Le menzogne dette da Roberto Benigni sui Dieci Comandamenti

 Fratelli nel Signore, mi sono trovato costretto a scrivere in merito a quanto detto di recente dall’attore Roberto Benigni in...

Chiudi