Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Chi è “EMPIO” secondo la scrittura?

Chi è “EMPIO” secondo la scrittura?

Lo descrive benissimo il Salmo 50:16,23 che potete leggere voi stessi interamente, dove subito leggiamo:

“ Ma quanto all’empio, Iddio gli dice:
Spetta egli a te di parlar de’ miei statuti,
e di aver sulle labbra il mio patto?
17 A te che odii la correzione
e ti getti dietro alle spalle le mie parole?
18 Se vedi un ladro, tu ti diletti nella sua compagnia,
e sei il socio degli adulteri.
19 Tu abbandoni la tua bocca al male,
e la tua lingua intesse frodi.
20 Tu siedi e parli contro il tuo fratello,
tu diffami il figlio di tua madre.
21 Tu hai fatto queste cose, ed io mi son taciuto,
e tu hai pensato ch’io fossi del tutto come te;
ma io ti riprenderò, e ti metterò tutto davanti agli occhi.
22 Deh, intendete questo, voi che dimenticate Iddio;
che talora io non vi dilanii e non vi sia chi vi liberi.
23 Chi mi offre il sacrifizio della lode mi glorifica,
e a chi regola bene la sua condotta,
io farò vedere la salvezza di Dio.

Altri traducono: “Che DIRITTO HAI di elencare i miei statuti e di avere sulle labbra il mio patto…” (verso 16 Nuova Diodati)

“Empio” perciò è colui che mentre con le sue labbra racconta e cita le sacre scritture (quindi è un conoscitore d’esse, particolare questo molto importante), allo stesso tempo però:

1) Odia la correzione (“A te che odii la correzione…” verso 17), non vuole perciò essere ripreso nei suoi errori, quindi non riconosce nemmeno le correzioni divine, nonostante anche Gesù affermi: “Tutti quelli che amo, io li riprendo e li castigo; abbi dunque zelo e ravvediti.” (Apocalisse 3:19).

2) Si getta dietro le spalle le Parole di Dio (“…e ti getti dietro alle spalle le mie parole?” verso 17), quindi non ne fa tesoro, non le stima e non ci si attiene fermamente, magari andando anche “oltre quel che sta scritto” cfr. 1 Corinzi 4:6 .

3) Prende piacere e si diletta volentieri della compagnia dei ladri ed è compagno e socio degli adulteri (“Se vedi un ladro, tu ti diletti nella sua compagnia, e sei il socio degli adulteri.” verso 18), avendo perciò comunione con altri empi e peccatori anziché schivarli e allontanarli come ordina la scrittura, cfr. 2 Timoteo 3:5,6 .

4) Abbandona la sua bocca al male (“Tu abbandoni la tua bocca al male,” verso 19).

5) La sua lingua ordisce e trama inganni e frodi (“…e la tua lingua intesse frodi.” verso 19).

6) Siede e parla contro il suo stesso fratello, figlio di sua madre, diffamandolo (“Tu siedi e parli contro il tuo fratello, tu diffami il figlio di tua madre.” verso 20), nonostante non possa non sapere che Dio odia “…chi semina discordie tra fratelli” cfr. Proverbi 6:19 .

7) Seduce e inganna se stesso, pensando che Dio l’assomigli e sia del tutto uguale a lui, infatti Dio gli risponde:  “Tu hai fatto queste cose, ed io mi son taciuto, e tu hai pensato ch’io fossi del tutto come te…” (verso 21).

E siccome Iddio conosce benissimo la sua ipocrisia, l’Eterno prosegue rimproverando l’empio:

“…ma io ti riprenderò, e ti metterò tutto davanti agli occhi.” (verso 21).

E poi termina ammonendo severamente:

“Ora comprendete questo voi che dimenticate Iddio, perché io non vi faccia a brandelli senza che alcuno vi liberi. Chi mi offre il sacrifizio della lode mi glorifica, E A CHI REGOLA BENE LA SUA CONDOTTA, io farò vedere la salvezza di Dio.” (Salmo 50:22,23)

Nessuno si illuda quindi. Poiché è certo che senza regolare una santa condotta e la santificazione in ubbidienza e timore di Dio, nessuno di noi vedrà Iddio (cfr. Ebrei 12:14).

Neppure chi conoscesse e citasse perfino tutta quanta la Bibbia a memoria!

 

Nicola Iannazzo

(copiato da https://nicolaiannazzo.org/2021/06/20/%e2%97%8f-chi-e-empio-secondo-la-scrittura/)

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
IDDIO smise di amare alcuni Suoi giusti perchè erano diventati ribelli e malvagi

Fratelli e sorelle nel Signore ecco un altro passaggio delle Scritture che confermano che la salvezza si può perder perchè...

Lo ‘schiaffo dello Spirito Santo’

Nel video a seguire  potrete vedere quello che viene chiamato 'lo schiaffo dello Spirito Santo'. Il predicatore corrotto di turno...

Le parole del massone Hans Küng confermano l’infiltrazione e l’influenza della Massoneria nella Chiesa Cattolica Romana

Richard John Neuhaus (1936-2009), che era un sacerdote dell’arcidiocesi di New York, disse che a metà degli anni ’80 durante...

Chiudi