Pages Menu
Categories Menu

Posted by on Ago 13, 2023 | 0 comments

Esercitate con premura l’ospitalità

“..esercitate con premura l’ospitalità.” (Rm 12:13)

I santi del Signore devono praticare con premura l’ospitalità. Non la devono dimenticare (cfr Ebrei 13:1) ma la devono praticare quando c’è l’occasione. Questa è la volontà di Dio.

Cosa significa ospitare con premura? Significa ospitare con zelo, con il cuore, con attenzione e sollecitudine. Non così, tanto per farlo, o di malavoglia e neanche mormorando (cfr 1 Pi 4:9).

Non va bene che un credente non pratichi mai l’ospitalità, ancor di meno se si dice ministro del vangelo o se si tratta di un vescovo nella chiesa. Essendo un ministro o un anziano, deve dare l’esempio con la pratica, non soltanto a parole (a parole son bravi e capaci tutti).

Purtroppo su questo, sono in molti a dare un cattivo esempio, essendo che non praticano mai l’ospitalità, trovando scuse di ogni tipo pur di non ospitare il fratello o la sorella, non invitando mai nessuno a casa loro e nascondendosi dietro alla “prudenza” oppure alla “riservatezza” (quando vogliono loro e quando fa loro comodo però). Oppure alcuni non lo fanno per paura mentre altri non lo fanno perchè l’ospitalità richiede uno sforzo che non vogliono compiere. Non imitateli, anzi, riprendeteli affinchè si ravvedino.

Bisogna invece essere ospitali. Si deve essere pronti ad ospitare un fratello o una sorella in Cristo, con gentilezza e con premura. E come già detto, bisogna farlo di cuore, non tanto per farlo.

E’ così importante l’ospitalità che è uno dei requisiti degli anziani nella chiesa. Infatti i vescovi devono essere ospitali, secondo che è scritto: “..Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile…ospitale…” (1 Tim 3:2)

L’ospitalità rientra tra le buone opere di cui i santi devono abbondare per piacere al Signore, infatti viene citata assieme ad altre buone opere nel seguente passaggio: “quando sia conosciuta per le sue buone opere: per avere allevato figliuoli, esercitato l’ospitalità, lavato i piedi ai santi, soccorso gli afflitti, concorso ad ogni opera buona.” (1 Tm 5:10)

Dunque, come esortò Pietro, siate ospitali gli uni verso gli altri (cfr 1 Pi 4:9).

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: