Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

“faccio piombar su lei, a un tratto, angoscia e terrore” – un esempio dei tremendi giudizi di Dio su coloro che fanno il male

Ecco come ha parlato Iddio al suo popolo che si era dato a fare il male, il quale dopo aver ricevuto ed udito svariate esortazioni e riprensioni, non ha voluto sapere di convertirsi e di abbandonare le sue vie malvagie.

Parole moldo dure e severe che parlano di giudizi tremendi! 

Leggete e ponetevi mente:

“Ma l’Eterno mi disse: ‘Quand’anche Mosè e Samuele si presentassero davanti a me, l’anima mia non si piegherebbe verso questo popolo; caccialo via dalla mia presenza, e ch’ei se ne vada! E se pur ti dicono: – Dove ce ne andremo? tu risponderai loro: – Così dice l’Eterno: Alla morte, i destinati alla morte; alla spada, i destinati alla spada; alla fame, i destinati alla fame; alla cattività, i destinati alla cattività. Io manderò contro di loro quattro specie di flagelli, dice l’Eterno: la spada, per ucciderli; i cani, per trascinarli; gli uccelli del cielo e le bestie della terra, per divorarli e per distruggerli. E farò sì che saranno agitati per tutti i regni della terra, a cagione di Manasse, figliuolo di Ezechia, re di Giuda, e di tutto quello ch’egli ha fatto in Gerusalemme.

Poiché chi avrebbe pietà di te, o Gerusalemme? Chi ti compiangerebbe? Chi s’incomoderebbe per domandarti come stai? Tu m’hai respinto, dice l’Eterno; ti sei tirata indietro; perciò io stendo la mano contro di te, e ti distruggo; sono stanco di pentirmi. Io ti ventolo col ventilabro alle porte del paese, privo di figli il mio popolo, e lo faccio perire, poiché non si converte dalle sue vie. Le sue vedove son più numerose della rena del mare; io faccio venire contro di loro, contro la madre de’ giovani, un nemico che devasta in pien mezzodì; faccio piombar su lei, a un tratto, angoscia e terrore. Colei che avea partorito sette figliuoli è languente, esala lo spirito; il suo sole tramonta mentr’è giorno ancora; è coperta di vergogna, di confusione; e il rimanente di loro io lo do in balìa della spada de’ loro nemici, dice l’Eterno’.” (Geremia 15:1-9)

Che questo serva di monito a coloro che fanno il male e non ne vogliono sapere di convertirsi e di abbandonare tali vie malvagie!

Dio è buono e misericordioso, ma è anche giusto, tremendo, severo, un fuoco consumante e un vendicatore. Purtroppo spesso nelle svariate chiese evangeliche si parla sempre e solo dell’amore di Dio, della Sua bontà e della Sua misericordia ma non si parla mai, o quasi mai, dei tremendi giudizi di Dio che si abbattono su coloro che sono ribelli  ai suoi comandamenti e che quindi fanno il male agli occhi Suoi.

Dunque se vi siete messi a fare il male, e a percorrere una via malvagia; se continuate a vivere nella disubbidienza e nella ribellione contro Dio, anche dopo essere stati diverse volte ripresi ed esortati, allora dovete temere perchè se continuate e non vi convertite i giudizi di Dio certamente vi piomberanno sul capo, in un momento quando non ve lo aspettate, ad un tratto!

Ravvedetevi e abbandonate le vostre vie malvagie fin quando v’è tempo! Perchè ad un certo punto non vi sarà più tempo per il ravvedimento e sarà il momento dei giudizi.

Dio va temuto. A Lui è dovuto il timore e la riverenza!

 

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
La «cattedrale adiana» di Prizzi

    Ecco la «cattedrale adiana» costruita nel paese di Prizzi (Palermo), contrada Cerasella. Prizzi è un comune di 4.800 abitanti,...

Un mio desiderio e la mia preghiera per i santi dell’Altissimo

“Or l'Iddio della speranza vi riempia d'ogni allegrezza e d'ogni pace nel vostro credere, onde abbondiate nella speranza, mediante la...

chiesa ADI Catania – La ‘casa di Dio’ è chiusa per paura contagio

  Ma non predicavano forse che qui - cioè nella 'casa di Dio' - Dio ha ordinato che sia la...

Chiudi