Pages Menu
Categories Menu

Posted by on Set 15, 2023 | 0 comments

I farisei non sanno cosa significhi “Voglio misericordia e non sacrifizio”

“In quel tempo Gesù passò in giorno di sabato per i seminati; e i suoi discepoli ebbero fame e presero a svellere delle spighe ed a mangiare. E i Farisei, veduto ciò, gli dissero: Ecco, i tuoi discepoli fanno quel che non è lecito di fare in giorno di sabato. Ma egli disse loro: Non avete voi letto quel che fece Davide, quando ebbe fame, egli e coloro ch’eran con lui? Come egli entrò nella casa di Dio, e come mangiarono i pani di presentazione i quali non era lecito di mangiare né a lui, né a quelli ch’eran con lui, ma ai soli sacerdoti? Ovvero, non avete voi letto nella legge che nei giorni di sabato, i sacerdoti nel tempio violano il sabato e non ne son colpevoli? Or io vi dico che v’è qui qualcosa di più grande del tempio. E se sapeste che cosa significhi: Voglio misericordia e non sacrifizio, voi non avreste condannato gl’innocenti; perché il Figliuol dell’uomo è signore del sabato.” (Mt 12:1-8)

Notate bene le accuse dei Farisei. Notate cosa osservavano e come avevano in cuore di accusare i discepoli del Signore che avevano fame, i quali si trovavano quindi in uno stato di necessità.

Notate ovviamente la risposta che Gesù diede loro, citando il fatto che Davide, e coloro che erano con lui, essendo in necessità, avevano fatto una cosa che non era lecita, cioè mangiare i pani della presentazione (cfr 1 Sam 21) . Inoltre Gesù dice anche che i sacerdoti nel tempio violavano il sabato e non erano colpevoli.

Voleva forse Gesù giustificare il peccato con quelle parole? Cosi non sia. Voleva forse far passare il messaggio che si può vivere nel peccato e che si possono trasgredire i comandamenti di Dio senza problemi? cosi non sia.

Quello che voleva far capire Gesù è esattamente quello che non capivano i farisei di quel tempo (e che non capiscono neanche i farisei attuali): che bisogna avere misericordia e non condannare gli innocenti.

Dunque imitate Gesù, e non i farisei. Siate misericordiosi, mettetevi sempre nei panni degli altri e cercate di capire bene le situazioni prima di arrivare al giudizio e alla condanna.

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: