Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Il peccato è la violazione della legge

Il peccato è la violazione della legge, secondo che è scritto:

“il peccato è la violazione della legge” (1 Gv 3:4).

Dunque tutti coloro che trasgrediscono i comandamenti di Dio commettono peccato. Un esempio: se Dio ti ordina di amarLo con tutto il tuo cuore e la tua mente e le tue forze e tu non lo fai, commetti peccato. Un’altro esempio: se Dio ti ordina di amare il tuo prossimo e non lo fai, commetti peccato. Se Dio ti ordina di non mentire e tu lo fai, commetti peccato. E così via.

Ora, coloro che muoiono nei loro peccati se ne andranno all’inferno, se non si ravvedono, perchè l’Eterno è un giusto giudice e non lascia il colpevole impunito. L’unico modo per ottenere la remissione dei propri peccati è confessandoli a Dio e credendo con tutto il cuore nel Suo Cristo Gesù e nel vangelo, che è il seguente: Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture, che fu seppellito; che risuscitò dai morti al terzo giorno, secondo le scritture ed apparve a molti dei suoi discepoli.

Purtroppo sono molti che parlano in maniera ambigua riguardo al peccato. Guardatevi da tutti coloro che, dicendosi ministri di Cristo, non parlano in questa maniera riguardo al peccato. E guardatevi anche da coloro che in un modo o nell’altro giustificano il peccato. Sono malvagi.

 

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
La massoneria confutata: la luce e le tenebre

Dottrina massonica La Massoneria insegna che tutti i ‘profani’, cioè coloro che non sono Massoni, sono dei miserabili, ciechi e...

Contro la teoria del gender

La teoria del gender in estrema sintesi dice: «Si diventa uomo o donna a causa di un condizionamento culturale che...

Simbologia massonica anche nell’edificio della Chiesa ADI di Reggio Calabria

Nella foto a sinistra c’è la porta d’entrata del locale di culto della Chiesa ADI di Reggio Calabria, e come...

Chiudi