Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

“Perciò, chi si pensa di stare ritto, guardi di non cadere”. (1 Co 10:12)

Un avvertimento dalle Scritture a coloro che credono che la salvezza non si possa perdere: “Perciò, chi si pensa di stare ritto, guardi di non cadere”.

“Perché, fratelli, non voglio che ignoriate che i nostri padri furon tutti sotto la nuvola, e tutti passarono attraverso il mare, e tutti furon battezzati, nella nuvola e nel mare, per esser di Mosè, e tutti mangiarono lo stesso cibo spirituale, E TUTTI BEVVERO la stessa bevanda spirituale, perché beveano alla roccia spirituale che li seguiva; E LA ROCCIA ERA CRISTO. Ma della maggior parte di loro Iddio non si compiacque, poiché furono atterrati nel deserto. Or queste cose avvennero per servir d’esempio a noi, onde non siam bramosi di cose malvage, come coloro ne furon bramosi; onde non diventiate idolatri come alcuni di loro, secondo che è scritto: Il popolo si sedette per mangiare e per bere, poi s’alzò per divertirsi; onde non fornichiamo come taluni di loro fornicarono, e ne caddero, in un giorno solo, ventitremila; onde non tentiamo il Signore, come alcuni di loro lo tentarono, e perirono morsi dai serpenti. E non mormorate come alcuni di loro mormorarono, e perirono colpiti dal distruttore. Or queste cose avvennero loro per servire d’esempio, e sono state scritte per ammonizione di noi, che ci troviamo agli ultimi termini dei tempi. Perciò, chi si pensa di stare ritto, guardi di non cadere. (1 co 10:1-12)

Il seguente passaggio dimostra ancora una volta, in maniera inconfutabile, come la salvezza si possa perdere. Infatti se notate, vedete che Paolo si usa dell’esempio del popolo di Israele, che erano CREDENTI, per ammonire i santi in modo da metter loro timore affinché non si diano a peccati e affinché veglino per non cadere. Infatti dice che nonostante TUTTO il popolo, che ebbe attraversato il mare con Mosè e che quindi furono battezzati nella nuvola e nel mare, bevvero dalla roccia spirituale che ERA CRISTO GESU’, la maggior parte di loro NON PIACQUE a DIO. Alcuni furono atterrati e altri colpiti dal distruttore. E a conferma che il popolo di Israle che attraversò il mare CREDETTE nell’Eterno, vi sono queste parole:

“E Israele vide la gran potenza che l’Eterno avea spiegata contro gli Egiziani; onde il popolo temé l’Eterno e CREDETTE nell’Eterno e in Mosè suo servo.” (Es 14:31)

Badate bene dunque a voi santi nel Signore, che avete creduto cosi come il popolo di Israele, affinchè non vi diate al peccato, non diventiate tiepidi e non vi tiriate indietro, perchè se lo fate voi andrete in perdizione, nonostante un giorno avete sperimentato la nuova nascita e siete stati rigenerati da DIO.

Lasciate perdere le ciance, i sofismi e i vani ragionamenti di coloro che vi hanno insegnato che una volta che siete salvati lo siete per sempre. Credete alle Scritture, ascoltate il suo monito e il suo avvertimento e temete l’Eterno portando frutto altrimenti anche voi verrete recisi.

 

Haiaty Varotto

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Se dite di essere cristiani dovete fare sul serio con Dio e con i suoi comandamenti

“Se siete disposti ad ubbidire, mangerete i prodotti migliori del paese;” (Is 1:19) “eletti secondo la prescienza di Dio Padre,...

L’ubbidienza e la sottomissione ai conduttori

"Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perchè essi vegliano per le vostre anime, come chi ha da renderne...

Avete stancato DIO!

Avete stancato DIO voi che vi professate ‘evangelici’ e siete disonesti, immorali, iniqui, falsi, bugiardi, ipocriti, ribelli, maldicenti, calunniatori, oltraggiatori,...

Chiudi