Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Siate avveduti

La parola di Dio ordina ai credenti di non essere disavveduti, ma di ben intendere quale sia la volontà del Signore.
Infatti è scritto:

“Guardate dunque con diligenza come vi conducete; non da stolti, ma da savî; approfittando delle occasioni, perché i giorni sono malvagi. Perciò non siate disavveduti, ma intendete bene quale sia la volontà del Signore.” (Ef 5:15-17)

Ora, che cos’è l’avvedutezza?

“È il carattere di chi è avveduto. Accortezza, prudenza”

Mentre il significato di avveduto è:

“Accorto, Cauto”
“Accorto, giudizioso”

Quindi l’avvedutezza è sinonimo di accorgimento e di prudenza.

Una persona avveduta, è una persona prudente, che possiede una comprensione profonda della situazione e delle conseguenze potenziali delle sue azioni. La parola “accorta” si riferisce a qualcuno che è attento, prudente e vigile. Una persona accorta è in grado di prevedere e di evitare problemi potenziali, agendo in modo preventivo. È anche in grado di notare dettagli importanti che potrebbero essere facilmente trascurati da altri. In generale, una persona accorta è in grado di agire con saggezza e di prendere decisioni ponderate; E’ una persona che valuta bene le sue azioni e le sue parole prima di compierle; mentre al contrario, una persona disavveduta, è una persona che “parte in quinta” e quindi non valuta bene le sue parole e le sue azioni. Una persona disavveduta, o sprovveduta, non ci pensa alle cose, se non a cose compiute e quando i danni sono stati fatti; una persona disavveduta non vede e non discerne i pericoli.

I santi sono chiamati ad essere persone avvedute, prudenti e che ben intendono la volontà del Signore.

Ma come si fa ad essere avveduti e ben intendere la volontà del Signore? Attraverso la continua meditazione delle Sacre Scritture e attraverso una vita di preghiera; e per preghiera intendo un tempo sostanzioso davanti al Signore in ginocchio, e non quei 5 minuti, magari pure da seduti o magari poco prima di dormire. A proposito, badate molto bene a chi, con svariati vani ragionamenti, disprezza il pregare per un tempo sostanzioso; magari si fanno beffe di chi lo fa o magari dicono ciance del tipo “ma anche i settari o i cattolici fanno cosi” (cose simili che ho sentite personalmente da “ministri” del vangelo) in modo da scoraggiare i santi dall’avere una vita di preghiera, cosa fondamentale per camminare correttamente davanti al Signore avendo una buona coscienza. E badate anche molto bene a chi non vi incita a pregare o a passare del tempo in preghiera con il Signore. Non date loro retta e lasciateli perdere con le loro ciance.

Studiatevi di non essere disavveduti ma di essere persone accorte che ben intendono la volontà di Dio. Leggete e rileggete del continuo le Scritture per conoscere la volontà di Dio (senza leggere la Parola di Dio è impossibile conoscere la Sua volontà e i suoi comandamenti e c’è l’alto rischio di rimanere preda di dottrine e precetti di uomini che hanno parvenza di santità ma servono soltanto ad alimentare la carne).

Se già lo state facendo, bene, continuate a farlo e non vi lasciate turbare da discorsi insensati utili a scoraggiarvi; e non vi lasciate nemmeno turbare da chi vi disprezza perché si ritiene “superiore” o “più sveglio”. Continuate nella vostra vita di preghiera studiandovi di piacere al Signore. Dico questo, perché purtroppo ci sono taluni superbi, che si credono “più svegli” degli altri e li disprezzano dicendo agli altri che non sono d’accordo con loro che essi “dormono” mentre di fatto quelli che dormono e sono accecati sono proprio loro. Per esempio non sono nemmeno più in grado di discernere la propria condotta; o di discernere un falso pastore o un falso ministro; o di discernere un eretico che oltraggia Gesù Cristo apertamente; o di discernere chi è un massone e chi no. Sono completamente accecati dalla loro superbia. Eh si, perché la superbia, uno dei peccati tra i più gravi e con conseguenze nefaste, acceca coloro che lo hanno. Iddio renderà loro secondo le loro opere.

Dunque siate avveduti perché questa è la volontà di Dio.

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Camminiamo in novità di vita

"Ignorate voi, che noi tutti che siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Noi dunque...

Nella Bibbia c’è una lettera indirizzata ad una chiesa che si riuniva in casa

«Paolo, prigione di Cristo Gesù, e il fratello Timoteo, a Filemone, nostro diletto e compagno d’opera, e alla sorella Apfia,...

Richard Baxter e il risveglio a Kidderminster

Abbiamo bisogno della realtà del risveglio, perché a Chiesa ritorni alla passata purezza e potenza apostolica. Solo questo genere di...

Chiudi