Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Se uno non fa radici, appena viene la prova si trae indietro

Gesù disse queste parole, durante l’esposizione della parabola del seminatore, di cui ancora oggi ne vediamo l’avverarsi:

«E quelli sulla roccia son coloro i quali, quando hanno udito la Parola, la ricevono con allegrezza; ma costoro non hanno radice, credono per un tempo, e quando viene la prova, si traggono indietro.» (Luca 8:13)

Quante volte abbiamo visto che delle persone ricevono la Parola subito e allegramente? Diverse volte. All’inizio sembra che vogliano spaccare il mondo, lo zelo iniziale è grande, con la bocca dicono di voler fare grandi cose, ma quando viene LA PROVA, il fuoco che li animava si spegne, lo zelo sparisce, cessano di pronunciare le parole delle cose del Signore, e si traggono indietro, arrivando a non volerne più sapere niente di te e del Signore Gesù. Costoro non hanno radice, proprio come dice il Signore, e quando vengono le prove o la persecuzione, si traggono indietro.

Secondo le leggi della botanica, le radici permettono alla pianta di prendere l’acqua e le sostanze dalla terra di cui ha la necessità per rimanere in vita e crescere, fortificarsi, maturare e portare frutto. Senza radici le sostanze non vengono assorbite e la piantina si secca.

Fratelli e sorelle nel Signore, badate dunque alle vostre radici, in quale terreno sono piantate, da dove prendete le sostanze spirituali per la vostra crescita, perché se non vi state alimentando correttamente nello spirito, verrà il momento che la vostra fede verrà meno, le prove e le persecuzioni che arriveranno a colpirvi non riuscirete a superarle e avverrà che voi vi TRARRETE INDIETRO. State attenti a cosa ascoltate e a chi andate dietro, esaminate bene ogni cosa che vi viene detta attraverso le sacre Scritture, esaminate voi stessi per vedere se siete ancora nella fede e se state crescendo spiritualmente, perché se voi sbagliate, la vostra fede verrà meno e finirete per non credere più. Si comincia con il non credere in una cosa della Bibbia, poi in un’altra e dopo non si crederà più in niente, e si adempiono così le parole di Gesù annunciate con la parabola del seminatore che abbiamo letto sopra.

Cari nel Signore, per il bene dell’anima vostra, vi esorto a perseverare nello studio delle sacre Scritture e nella preghiera ogni giorno. Poi gioverà alla vostra crescita spirituale anche la comunione fraterna, con quei fratelli che temono Iddio e si attengono strettamente ai comandamenti di Gesù Cristo. In tale maniera voi scamperete le anime vostre dal trarvi indietro. Ma se non fate quelle cose basilari, se non ne sentite il desiderio nel vostro cuore, allora vi state allontanando dal Signore, e siete vicini alla situazione dell’avverarsi le parole di Gesù: CREDONO PER UN TEMPO, e il tempo sta giungendo a conclusione. In tal caso finirete all’inferno, perché si avverano sempre le parole della Bibbia, senza riguardi personali; non illudetevi, le radici velenose non vi potranno salvare, il pensare che Dio vi benedirà lo stesso anche se non vi santificate e non perseverate nella fede, è un’illusione che vi porterà alla morte (cfr. Deuteronomio 29:18-19; Ebrei 12:15).

Badate dunque a come ascoltate, esaminate voi stessi per capire se siete ancora nella fede, e badate anche che nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Se i vaccini sono così sicuri, come mai il governo USA ha già pagato, solo nel 2017, quasi 159 milioni di dollari a famiglie danneggiate dai vaccini?

In un articolo apparso sul sito Natural News, viene fatta questa domanda: «Se i vaccini sono così sicuri, come mai...

Halloween: una festa satanica

  I Satanisti considerano Halloween una delle loro maggiori festività, infatti Anton S. Lavey (1930–1997), il fondatore della Chiesa di...

Queste cose Dio le odia

“Sei cose odia l'Eterno, anzi sette gli sono in abominio: gli occhi alteri, la lingua bugiarda, le mani che spandono...

Chiudi