Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

O uomo, queste cose Dio richiede da te

“O uomo, Egli t’ha fatto conoscere ciò che è bene; e che altro richiede da te l’Eterno, se non che tu pratichi ciò che è giusto, che tu ami la misericordia, e cammini umilmente col tuo Dio”? (Michea 6:8)

Da queste parole dette da parte di Dio intendiamo che l’Eterno richiede dall’uomo queste cose:

  1. Che l’uomo pratichi ciò che è giusto. Praticare ciò che è giusto significa fare le cose giuste nel cospetto di Dio tra le quali esercitare la giustizia, giudicare ogni causa con giustizia e non secondo apparenza o per interessi personali, non avere doppio peso e doppia misura, odiare la corruzione, odiare la menzogna, odiare la frode e odiare l’iniquità.
  2. Che l’uomo ami la misericordia. Essere misericordiosi è cosa gradita nel cospetto dell’Eterno. La misericordia è quel sentimento di compassione verso l’infelicità, la sventura o le tristi situazioni degli altri che porta coloro che hanno tale sentimento ad agire per aiutare e soccorrere il prossimo oppure li porta a perdonare e a risparmiare il prossimo sofferente. Una persona misericordiosa, se vede un’altro/a che soffre non è indifferente ma si dà da fare per aiutare il proprio prossimo. E questo aiuto è di natura sia spirituale ( quindi pregando Dio per aiutare quella persona) e sia fisica, quindi aiutando nel possibile fisicamente o economicamente. Inoltre una persona misericordiosa, se vede che l’altro è in difficoltà ed è pentito non procede in modo da infierire ancora ma tende la mano per aiutare e soccorrere.
  3. Che l’uomo cammini umilmente con Dio. Camminare umilmente con Dio significa essere sottomessi a Dio sapendo di essere dei vasi di terra che dipendono da Lui per continuare a vivere (quindi non insuperbendosi nel cospetto di Dio e nei confronti degli altri), e significa osservare i Suoi comandamenti. Inoltre camminare con Dio significa avere una vita di preghiera dove si è perseveranti nel cercare la comunione con Lui e dove si è perseveranti nel cercare la Sua faccia e la Sua volontà. Queste due cose sono fondamentali per un credente affinché possa camminare con Dio: preghiera giornaliera fatta con un cuore puro e sincero, parlando con proprie parole per mezzo dello Spirito (quindi non ripetendo in maniera meccanica e senza cuore come fanno la maggioranza degli idolatri, tra cui cattolici e musulmani) e l’osservanza dei comandamenti della legge di Cristo (quindi è necessario studiare le scritture sacre per conoscere la legge di Cristo e tutti i Suoi comandamenti).

Dunque sapendo che Dio chiede da te queste cose, studiati di farle. Sii un uomo o una donna giusto/a amando la giustizia e odiando le ingiustizie e la frode (sii integro, onesto e non lasciarti corrompere per denaro o per altro). Sii misericordioso/a aiutando il tuo prossimo nelle sue sofferenze e cammina umilmente con l’Iddio vivente e vero, che è uno formato da tre persone distinte: Il Padre, il Signore Gesù Cristo e lo Spirito Santo.

Haiaty Varotto
 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Confutazione dei ‘branhamiti’: il battesimo con lo Spirito Santo

La dottrina branhamita Quando lo si riceve, il segno che ne attesta l’avvenuta ricezione non è il parlare in altre...

«Pastore» di una Chiesa Battista andava con prostitute, si ubriacava, fumava marijuana e giocava d’azzardo!

E’ un grosso scandalo che ha colpito la Stedfast Baptist Church di Fort Worth, una Chiesa Evangelica Battista indipendente in...

Il battesimo di luce ministrato da Elia e Mosè a Gesù sul monte santo, ovvero quando si fa dire alla Bibbia quello che si vuole

Durante la sua predica dal titolo ‘Una voce dalla magnifica gloria’, dell’8 Febbraio 2009, Davide Di Iorio, pastore della Chiesa...

Chiudi