Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Anche io lo dico: l’opera mia è per un Re, il Re dei re, Gesù Cristo

“io dico: l’opera mia è per un re” (Sl 45:1)

I credenti in Cristo Gesù devono sempre tenere presente che quello che fanno, lo devono fare per il Re dei re. Non devono assolutamente fare nulla per vanagloria, per essere visti dagli altri, perchè lo dice tizio o lo dice caio, per invidia, per contenzione e nemmeno per spirito di parte.

Se tu stai facendo qualcosa per essere ammirato dagli uomini, per essere visto, per avere una reputazione, per essere notato da quelli della denominazione o della chiesa di cui fai parte, sappi che questo è il premio che ne hai e sappi che Dio non gradisce le tue opere. Ravvediti, smetti di fare le cose per gli uomini e falle per il Re dei re, per essere da Lui approvato e gradito.

Ricordatevi che alla fine, un giorno, dovrete rendere conto delle vostre opere, delle vostre parole, delle vostre intenzioni (quindi dei “perchè avete fatto”) al Re, e non al vostro pastore, e non ad un ministro del vangelo, e non ad un vescovo o ad un diacono e non ad un caro fratello che stimi. Quindi studiati di fare le cose per essere gradito al Re e per essere visto da Lui.

Se stai facendo le cose per il Re Gesù, perchè ami l’Eterno, perchè desideri affaticarti per il Suo regno, perchè vuoi ubbidire alla Sua parola e per il perfezionamento dei santi e per il bene della chiesa, sappi che stai facendo bene e che Dio gradisce quello che fai.

Anche se penseranno o diranno calunnie o diffamazioni sul tuo conto dicendo che sei vanaglorioso, che vuoi fare il protagonista, che vuoi avere sempre i riflettori puntati, che stai sempre a giudicare e ad accusare, che non ami la chiesa perchè metti in cattiva luce gli altri “ministri” (che alla fine sono falsi), che vuoi farti un nome, etc.. tu, fratello o sorella nel Signore, non te ne curare. Vai avanti in quello che stai facendo per il Signore perchè alla fine quello che conta è quello che fai per Lui in sincerità e in verità e non quello che dicono gli altri.

Se Cristo, il Re, ti approva, chi può con le sue parole fermarti? Non lasciarti vincere o fermare dalle calunnie e dalle diffamazioni sul tuo conto. Come già detto prima, tu devi piacere al Signore e alla fine renderai conto a Lui, e non a coloro che ti vogliono fermare.

Dunque, fermati ed esaminati: perchè stai facendo le cose che fai per il Signore? Quali sono i motivi che ti spingono a farlo?

Che il Re Gesù, possa benedire e fortificare le mani dei Suoi soldati che faticano operando per Lui in sincerità e verità.

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Non impedite il parlare in altre in lingue, quelle vere

Nella Bibbia si parla di altre lingue che si parlano da parte dello Spirito santo dal momento che si viene...

Alla Comunità Cristiana Evangelica Pentecostale ADI di Popoli (PE)

Fratelli e sorelle, grazia a voi e pace da Dio nostro Padre e dal Signore Gesù Cristo. Con questa mia...

L’industria dei videogiochi in mano agli illuminati e alla massoneria servi di Lucifero

Oltre all'industria della musica e  l'industria dei cartoni, anche l'industria dei videogiochi è nelle mani degli illuminati e dei massoni,...

Chiudi