Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Caratteristiche degli uomini negli ultimi giorni: bestemmiatori

“Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza.” (2 Timoteo 3:1-5)

La scrittura ci fa sapere che negli ultimi giorni gli uomini saranno bestemmiatori ed effettivamente possiamo constatare che le cose stanno proprio così. Di fatto il numero di persone che bestemmiano Dio è sempre in aumento. Oggi è molto facile trovare in giro persone che bestemmiano pubblicamente senza alcun freno e senza alcun timore. Alcuni lo fanno persino come intercalare tra una frase ed un altra.

Ma che cosa vuol dire bestemmiare? Secondo il dizionario significa:

“Oltraggiare la divinità o le cose sacre con bestemmie.” (Dizionario Oxford)

“Oltraggiare con bestemmie, offendere la divinità o le cose sacre con parole di odio e di spregio spesso triviali.” (Dizionario Treccani)

E che cos’è la bestemmia?

“Espressione ingiuriosa o imprecazione contro Dio” (Dizionario Oxford)

Dunque il bestemmiatore è colui che offende ed oltraggia Iddio. E’ colui che si mette ad insultare Iddio o a parlargli contro con male parole (talvolta spinto da un vero e proprio odio nei suoi confronti). Alcuni lo fanno in momenti di rabbia, altri lo fanno quando sbagliano qualcosa (a lavoro, a casa, quando giocano) mentre altri lo fanno come abitudine senza alcun motivo vero e proprio.

Il bestemmiatore è una persona che fa il male agli occhi di Dio. Infatti bestemmiare è peccato perché è scritto:

Non bestemmierai contro Dio” (Es 22:28)

Si tratta di un peccato grave. Infatti, sotto la legge di Mosè, chi bestemmiava veniva messo a morte, secondo che è scritto:

“E chi bestemmia il nome dell’Eterno dovrà esser messo a morte; tutta la raunanza lo dovrà lapidare. Sia straniero o nativo del paese, quando bestemmi il nome dell’Eterno, sarà messo a morte.” (Lev 24:16)

Inoltre è importante sapere che tra le bestemmie, quelle fatte al Padre e a Gesù possono essere perdonate, mentre la bestemmia contro lo Spirito Santo non ha perdono in eterno, secondo che è scritto:

“Perciò io vi dico: Ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata.” (Mt 12:31)

Dunque non bestemmiate contro l’Eterno ma temetelo perché Egli è l’Onnipotente e i suoi giudizi sono giusti e tremendi. Se avete bestemmiato, confessate il vostro peccato a Dio e ravvedetevi smettendo di farlo. Sappiate che se uno persiste in questo peccato sarà condannato da Dio, proprio da colui che ha bestemmiato, ad un eterno tormento nelle fiamme del lago ardente di fuoco e di zolfo perché Dio è giusto e non tiene il colpevole per innocente.

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Si levi forte e chiara la vostra voce contro la religione unica mondiale

Le Chiese evangeliche massonizzate – quelle che promuovono i principi massonici di «libertà, fratellanza e uguaglianza» – nella pratica fanno...

Ecco chi è il padrone di Billie Eilish

In questi fotogrammi tratti dal video "Your Power" (Il tuo potere) di Billie Eilish si vede chiaramente chi è il suo...

I cristiani devono rigettare con forza ogni forma di manipolazione genetica

I cristiani devono rigettare con forza ogni forma di manipolazione genetica, come ad esempio questa di alcuni vaccini anticovid: "Il...

Chiudi