Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Chi resiste in faccia ad un ministro che è da condannare, non lo fa per il suo male

“Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare. Difatti, prima che fossero venuti certuni provenienti da Giacomo, egli mangiava coi Gentili; ma quando costoro furono arrivati, egli prese a ritrarsi e a separarsi per timor di quelli della circoncisione. E gli altri Giudei si misero a simulare anch’essi con lui; talché perfino Barnaba fu trascinato dalla loro simulazione. Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: Se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare?” (Galati 2:11-14)

Se uno resiste in faccia ad un ministro per una condotta riprovevole e lo riprende, non lo sta facendo per il suo male. Non sta rendendo male per il bene. Anzi al contrario, è proprio chi gli resiste in faccia che gli vuole veramente bene perchè vuole che abbandoni una condotta da biasimare che biasima sia la Parola di Dio sia la sua propria persona. Quelli che lo lusingano sono quelli che non gli vogliono bene. Non riuscite a capire neanche queste cose minime?
 
Altrimenti Paolo, quando resistete in faccia a Pietro, lo faceva per il suo male? Era forse mosso da gelosia o da invidia? Secondo voi, perchè Dio ha voluto farci conoscere quelle cose? Non è forse perchè sarebbero accadute anche successivamente e i santi dovevano resistere in faccia anche ad un ministro della portata di Cefa (che era apostolo di Cristo, vissuto con Cristo, battezzato con lo Spirito Santo e autorevole)? O pensate che Cefa era da giustificare perchè aveva fatto tanto per il vangelo?

Purtroppo mi rendo conto che in molti avrebbero giustificato Pietro andando contro Paolo, persino sarebbero arrivati a chiamare Paolo un “falso fratello”, un “giuda”, un “invidioso”,, un “geloso”, e cosi via.. Ora capisco come mai anche Barnaba ed altri fratelli era stato trascinato nella condotta sbagliata di Pietro. Lo sto vedendo con miei occhi!
 
Ma non vi rendete conto della vostra insensatezza? Fermatevi, tornate alle scritture, lasciate perdere l’orgoglio che non vi porterà da nessuna parte se non alla morte.
 
Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Abbiamo la libertà di accostarci a Dio per mezzo di Cristo

“Nel quale abbiamo la libertà d’accostarci a Dio, con piena fiducia, mediante la fede in Lui. “ (Ef 3:12) Se...

“Coi Giudei mi sono fatto Giudeo”

L’odierna generazione di credenti ribelli, con a capo i loro pastori, – con il pretesto di evangelizzare, cioè di portare...

Contro l’aborto

In un comunicato stampa dell’Agenzia di stampa NEV del 3 Gennaio 2008, la signora Letizia Tomassone, vicepresidente della Federazione delle...

Chiudi