Pages Menu
Categories Menu

Posted by on Gen 7, 2024 | 0 comments

Cosa fare per non essere illuso sulle proprie vie

“Tutte le vie dell’uomo a lui sembran pure, ma l’Eterno pesa gli spiriti.”

“Tutte le vie dell’uomo gli paion diritte, ma l’Eterno pesa i cuori.” (Pv 24:12)

Gi uomini, quando giudicano le proprie vie, le giudicano tutte pure e diritte; a lui, quello che lui stesso fa, gli sembra sempre giusto e/o corretto e/o accettabile; o comunque trova ogni sorta di giustificazione per le vie che sta percorrendo…

ma L’Eterno è colui che pesa i cuori (gli spiriti degli uomini).

Cosa vuol dire? Vuol dire che è l’Eterno Iddio colui che valuta le vie degli uomini e le giudica.

E’ lui che stabilisce se le vie degli uomini sono pure, se sono diritte, se sono giuste. Infatti L’Eterno è colui che pesa i cuori. E’ lui che conosce nel profondo ciascuno degli esseri umani e li pesa. E’ lui che sa esattamente quali sono i pensieri e i sentimenti degli uomini. 

Perciò può succedere che quando uno si esamina, o valuta le proprie vie, le valuti in maniera sbagliata proprio perchè da solo, senza l’aiuto di Dio, non è in grado di valutare correttamente le proprie vie.

Infatti ci sono di quelli che pensano che stanno camminando su una via diritta ma in realtà stanno camminando su un sentiero che li porterà alla morte; che li porterà alla perdizione prima all’inferno e successivamente nello stagno ardente di fuoco e di zolfo. Praticamente sono degli illusi, convinti di essere su una strada diritta, mentre invece camminano diretti alla perdizione.

“V’è tal via che all’uomo par diritta, ma finisce col menare alla morte.” (Pv 16;35)

Per questo quando uno esamina sé stesso, è fondamentale fare attenzione che ci siano:

  • La conferma dello Spirito Santo: la sua testimonianza dentro che attesta che si sta camminando bene. Questo testimonianza, quando c’è, produce una grande gioia nel cuore, una grande pace interiore (anche nei momenti difficili) e una profonda comunione con Dio. Inoltre se cè la conferma dello Spirito Santo, ci sarà anche il suo frutto che “è amore, allegrezza, pace, longanimità, benignità, bontà, fedeltà, dolcezza, temperanza;”(Galati 5:22)
  • La conferma della coscienza: si deve avere una buona coscienza; la propria coscienza non deve accusare di niente; non ci devono essere sensi di colpa, o un sentimento di malessere dovuto alla coscienza che accusa.
  • La conferma delle sacre scritture: La somma della Parola deve confermare la propria via e la propria condotta. Se uno dice di avere una buona coscienza e la testimonianza dello Spirito Santo ma poi cammina su una strada condannata, o vietata, dalla somma della Parola, allora significa che si sta illudendo. Per questo, per tutte le cose, bisogna cercare e investigare la somma della Parola di Dio per vedere se quella strada è approvata dalla Parola di Dio.
  • La conferma delle opere: le proprie opere devono testimoniare che si è sulla via diritta; Se uno dice di essere su una via diritta, ma poi produce frutti marci, se non ha opere, se compie il male, se fa del male al prossimo, se è pigro, ingiusto, malvagio, bugiardo, calunniatore, schernitore, etc.. non ha la conferma delle proprie opere e quindi anche qui, se crede di camminare su una via diritta, si sta illudendo.

Alcuni, quando vengono da Dio pesati, vengono trovati mancanti  e quando vengono trovati mancanti vengono da Dio giudicati (cfr Daniele 5:27). I giudizi di Dio sono tremendi ed è cosa spaventevole cadere nelle sue mani. Ma siccome i giudizi di Dio non arrivano sempre subito, essendo Egli un Dio misericordioso, buono e pietoso, che dà tempo per il ravvedimento, ecco che molti che stanno camminando su vie malvagie, credono, o meglio s’illudono, che Dio è con loro e che stanno camminando su una via diritta.

Un’altra cosa  che vorrei che consideraste è che dovete avere fede e piena fiducia in Dio, pregandolo affinché vi mostri come stanno realmente le cose; per mostrarvi se state camminando bene e sulle diritte vie, o se ci sono vie inique da cui dovete ravvedervi. Abbiate fede e fiducia in Lui sapendo che se gli avete chiesto di mostrarvi le cose che non vanno bene davanti a Lui, Egli a suo tempo, vi farà vedere le cose e vi aiuterà a rimuovere tutto ciò che a Lui non è gradito. 

Dunque fratelli e sorelle, bisogna studiarsi di non essere degli illusi (purtroppo ce ne sono tanti anche tra coloro che di dicono ministri del vangelo), bisogna assicurarsi di trovarsi sulla strada diritta e bisogna assicurarsi che quando si verrà pesati da Dio non si verrà trovati mancanti. Non bisogna illudersi in nessun modo. Bisogna andare da Cristo e chiedergli del collirio per vederci bene come stanno le cose (cfr Ap 3:18) proprio come disse Gesù a quel suo servitore che credeva di vederci bene mentre invece era cieco e nudo (cfr Ap 3:15-18).

Esaminatevi del continuo per vedere se siete nella fede e se dimorate in Cristo. Non vi rilassate affinchè non vi illudete.

“Investigami, o Dio, e conosci il mio cuore.

Provami, e conosci i miei pensieri.

E vedi se v’è in me qualche via iniqua,

e guidami per la via eterna.” (Sl 139:24)

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: