Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Se dite di essere cristiani dovete fare sul serio con Dio e con i suoi comandamenti

“Se siete disposti ad ubbidire, mangerete i prodotti migliori del paese;” (Is 1:19)

“eletti secondo la prescienza di Dio Padre, mediante la santificazione dello Spirito, AD UBBIDIRE..”(1 Pi 1:2)

Fratelli e sorelle nel Signore, vi esorto ad essere UBBIDIENTI ai comandamenti dell’Eterno, e alle cose che Lui ha ordinato nella Sua parola, senza mettervi lì a discutere con quello che Lui ha comandato e senza darvi a fare ragionamenti vani, facendo di testa vostra diversamente da quanto Egli ha ordinato.

Dovete imparare a essere mansueti ed ubbidienti. Se Dio comanda che Lo si deve amare con tutto noi stessi, lo si deve fare. Se Egli comanda che bisogna amare il nostro prossimo come noi stessi facendo loro quello che vorremmo essere fatto a noi, ci si deve impegnare a farlo. Se comanda che le sorelle preghino con il capo coperto, lo devono fare. Se comanda che bisogna essere sottomessi ai propri conduttori e di tenere in grande stima coloro che sono preposti nel Signore ad ammonire, lo si deve fare. Se comanda che bisogna rinunciare alle mondane concupiscenze e procacciare pace, giustizia e verità con coloro che di cuore puro invocano il Signore, anche questo lo si deve fare. Se comanda che bisogna essere santi come Lui è santo, bisogna farlo. Se comanda che non bisogna abbandonare la comune adunanza, non lo si deve fare. Se comanda di guardarsi dai cattivi operai e di separarsi da coloro che camminano disordinatamente e non secondo gli insegnamenti degli apostoli, lo si deve fare. Se comanda di giudicare con giusto giudizio, e non secondo l’apparenza, lo si deve fare.E così via per tutti i comandamenti che Egli ci ha lasciato tramite Cristo Gesù e tramite gli apostoli.

Dio gradisce coloro che ubbidiscono alla Sua voce e si diletta in coloro che hanno cura nell’osservare i Suoi precetti. Al contrario, la Sua faccia è contro coloro che fanno di testa propria disubbidendo quanto comandato; e lo è anche contro coloro che si ribellano e si ostinano a non mettere in pratica i Suoi ordini pur conoscendoli. A Dio non interessa discutere con voi le Sue leggi, non vi ha chiamato a ragionare se una cosa è bene o no, ma quello che Gli interessa e che vuole è che UBBIDIATE alla Sua parola.

Sappiate che il disubbidire all’Eterno e l’essere ribelle e ostinato, è un peccato MOLTO GRAVE, pari a quello della divinazione e l’idolatria. Se conoscendo la legge dell’Eterno, vi ostinate a trovare ogni sorta di scusa per non ubbidire, sappiate che vi attirerete per certo la Sua ira e non sfuggirete alla sua punizione. Con Dio non si scherza! E’ un fuoco consumante che quando si adira fa tremare la terra e fumare i monti. E non vi illudete pensando che non succederà, perchè anche se dovesse passare del tempo senza che vi accada nulla, per certo prima o poi la Sua ira piomberà sul vostro capo con furore.

Vi ricordo Saul, il quale disubbidì all’Eterno e fu rigettato da Dio, arrivando persino ad essere investito da uno spirito cattivo suscitato da Dio.

“Allora Samuele disse a Saul: ‘Tu hai agito stoltamente; non hai osservato il comandamento che l’Eterno, il tuo Dio, ti avea dato. L’Eterno avrebbe stabilito il tuo regno sopra Israele in perpetuo; ma ora il tuo regno non durerà; l’Eterno s’è cercato un uomo secondo il cuor suo, e l’Eterno l’ha destinato ad esser principe del suo popolo, giacché TU NON HAI OSSERVATO QUEL CHE l’ETERNO T’AVEVA ORDINATO.” (1 Sam 13:13-14)

“E Samuele disse: ‘Non è egli vero che quando ti reputavi piccolo sei divenuto capo delle tribù d’Israele, e l’Eterno t’ha unto re d’Israele? L’Eterno t’avea dato una missione, dicendo: – Va’, vota allo sterminio que’ peccatori d’Amalekiti, e fa’ loro guerra finché siano sterminati. – E PERCHE DUNQUE NON HAI UBBIDITO ALLA VOCE DELL’ETERNO? Perché ti sei gettato sul bottino, e hai fatto ciò ch’è male agli occhi dell’Eterno?’ E Saul disse a Samuele: ‘Ma io ho ubbidito alla voce dell’Eterno, ho compiuto la missione che l’Eterno m’aveva affidata, ho menato Agag, re di Amalek, e ho votato allo sterminio gli Amalekiti; ma il popolo ha preso, fra il bottino, delle pecore e de’ buoi come primizie di ciò che doveva essere sterminato, per farne de’ sacrifizi all’Eterno, al tuo Dio, a Ghilgal’. E Samuele disse: ‘L’Eterno ha egli a grado gli olocausti e i sacrifizi come che si ubbidisca alla sua voce? Ecco, l’ubbidienza val meglio che il sacrifizio, e dare ascolto val meglio che il grasso dei montoni; poiché la ribellione è come il peccato della divinazione, e l’ostinatezza è come l’adorazione degli idoli e degli dèi domestici. Giacché tu hai rigettata la parola dell’Eterno, ANCHE EGLI TI RIGETTA come re’.” (1 Sam 15:17-23)

 

Ve lo ribadisco: con Dio non si scherza. Se dite di essere Cristiani, dovete fare sul serio con Dio e con la Sua parola. Dovete prendere MOLTO SERIAMENTE i Suoi comandamenti sforzandovi di osservarli con cura.

Se invece, come vi ho esortato, vi metterete in cuore di voler osservare la Sua parola con cura voi ‘mangerete i prodotti migliori del paese’, nel senso che sarete grandemente benedetti dall’Eterno, godrete della Sua pace e della Sua gioia e sarete felici. Iddio sarà con voi, vi sosterrà e vi guiderà nella Sua dimora eterna.

 

Haiaty Varotto

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
L’omicida suicida che credeva nell’eresia distruttiva «una volta salvati sempre salvati»

George Sodini, il 48enne autore della strage nella palestra di Pittsburgh avvenuta nell’agosto del 2009 (link), nella quale dopo avere...

Contro la teoria del gender

La teoria del gender in estrema sintesi dice: «Si diventa uomo o donna a causa di un condizionamento culturale che...

DIO è l’IDDIO degli eserciti. Egli ha nome l’Eterno degli eserciti

DIO è l'IDDIO degli eserciti. Egli ha come nome l'Eterno degli eserciti. Egli comanda le sante miriadi celestiali: un arcangelo,...

Chiudi