Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Alcuni frutti della sapienza che viene da Dio

“Poiché la mia bocca esprime il vero, e le mie labbra abominano l’empietà. Tutte le parole della mia bocca son conformi a giustizia, non v’è nulla di torto o di perverso in esse.” (Pv 8:7-8)

Da questo passaggio comprendiamo che la sapienza di Dio porta coloro che la ricevono ad essere retti, ad essere veraci, ad odiare l’empietà e ad essere giusti.

“Io, la sapienza, sto con l’accorgimento, e trovo la scienza della riflessione. Il timore dell’Eterno è odiare il male; io odio la superbia, l’arroganza, la via del male e la bocca perversa.” (Pv 8:12-13)

In questo altro vediamo che essa, la sapienza di Dio, porta coloro che la ricevono ad odiare il male, ad odiare la superbia, ad odiare l’arroganza, ad odiare la via del male e la bocca perversa.

“Ma la sapienza che è da alto, prima è pura; poi pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, senza parzialità, senza ipocrisia.” (Giacomo 3:17)

Ancora, vediamo come la sapienza di Dio rende coloro che la possiedono persone pacifiche, miti, arrendevoli, pieni di misericordia e di buoni frutti, imparziali e non ipocrite.

Dunque questi passaggi delle sacre scritture devono essere utilizzati per esaminarci e vedere se manchiamo di sapienza, e in tal caso, chiederla a Dio perchè Egli la dà a chi glielo chiede:

“Che se alcuno di voi manca di sapienza, la chiegga a Dio che dona a tutti liberalmente senza rinfacciare, e gli sarà donata.” (Giacomo1:5)

 

Tutti coloro che vogliono piacere a Dio DEVONO ricercare la sapienza che viene da Dio (non quella carnale e mondana). Beati coloro che la trovano perchè saranno grandemente benedetti e godranno del suo frutto che vale più dell’oro finissimo e dell’argento eletto.

 

Haiaty Varotto

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Confutazione della massoneria: l’anima dell’uomo

Dottrina massonica   Ora, come abbiamo visto, i Massoni credono oltre che nell’esistenza di un Essere Supremo, anche nell’immortalità dell’anima....

Gesù di Nazareth è il Cristo di Dio

  Ma egli tacque e non rispose nulla. Daccapo il sommo sacerdote lo interrogò e gli disse: Sei tu il...

La parola comanda ai santi di non spegnere lo Spirito Santo

  Quando un credente si converte, è zelante, desideroso di conoscere sempre più la volontà di Dio per piacergli in ogni...

Chiudi