Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

La superbia è un grave peccato

“E perché io non avessi ad insuperbire a motivo della eccellenza delle rivelazioni, m’è stata messa una scheggia nella carne, un angelo di Satana, per schiaffeggiarmi ond’io non insuperbisca.”

Ora capisco meglio queste parole. Ora capisco meglio perchè l’apostolo Paolo aveva una scheggia nella carne: perchè la SUPERBIA è una cosa ORRIBILE; è devastante e che ti rende odioso agli occhi degli altri. E’ uno dei peccati più devastanti per un essere umano e lo sto vedendo con i miei occhi. E lui, l’apostolo Paolo aveva ricevuto tanto da Dio e quindi c’era il rischio che lui si insuperbisse.

In effetti, chi ha ricevuto tanto dal Signore corre questo rischio e purtroppo diversi ne sono caduti e ne stanno cadendo (lo stiamo assistendo attoniti), e questo perchè:

“Iddio non ritira la sua collera; sotto di lui si curvano i campioni della superbia.” (Giobbe 9:13)

Un superbo lo si riconosce per il suo essere convinto di valere più degli altri; per il suo disprezzo quando parla degli altri; per il suo pensare di sapere più degli altri in tutto; di essere migliore degli altri. Infatti il superbo HA UN ESAGERATA STIMA DI SE STESSO. E’ talmente esagerata che pensa che tutti debbono per forza ascoltarlo e nessuno può avere una veduta diversa dalla sua.

Poi un’altra caratteristica di un superbo è che non riesce ad accettare nessuna riprensione, nessuna critica, ancor di meno da quelli che lui reputa inferiore in qualche modo. Non lo sopporta proprio. Lo fa agitare, lo fa arrabbiare, quando qualcuno gli resiste in faccia per le cose sbagliate che sta facendo o che sta dicendo. Non è che si ferma e magari esamina quello che gli si viene detto per capire se ha un senso, se è un critica valida; no, ha già stabilito che le cose devono essere come vede lui, e cosi continua nella sua convinzione e si indigna con chi ha osato riprenderlo.

Ringrazio Dio che mi ha allontanato da persone cosi. Persone superbe, che disprezzano il prossimo pensando di essere meglio di loro. Infatti usano nomignoli, li prendono in giro, li giudicano dalle loro caratteristiche fisiche, li disprezzano se sono poveri; se danno poco (in termini di euro) nelle offerte; li disprezzano se sono disoccupati; se hanno contratto qualche debito; giudicano sul sentito dire; sull’apparenza; non chiedono mai scuse e perdono a nessuno; studiano per qualche tempo un argomento e pensando di sapere tutto; e hanno anche il coraggio di prendersi beffe di chi li contradice. Però, sempre costoro, giustificano condotte che un qualsiasi pagano con un pò di senno condannerebbe. Ah, quanto siete lontani dalla carità, dalla sapienza e dalla verità. E in effetti state andando di male in peggio facendo cose che stanno scandalizzando un enorme quantità di persone. E siete ancora convinti che è tutto normale. che Dio è con voi in questo. No, vi sbagliate di grosso e la vostra superbia e il vostro orgoglio non ve lo fa vedere.

GUAI AI SUPERBI, agli orgogliosi e agli arroganti. Il fetore di questi peccati salgono nel cospetto di Dio, il quale PIEGHERA’ TUTTI I CAMPIONI DELLA SUPERBIA. Che nessuno si illuda perchp presso l’Iddio vivente e vero non ci sono favoritismi di persona alcuna, e non importa quanto uno ha operato in passato. Il passato non può in nessuno modo giustificare il presente.

Non siate superbi. Anche se siete dei ministri, o degli anziani, o degli operai nel regno di Dio, non abbiate un alta considerazione di voi stessi SOPRA GLI ALTRI. Non pensate che gli altri siano meno da voi; Anzi ONORATEVI GLI UNI AGLI ALTRI (cfr Rm 12:10); non pretendete soltanto l’onore ma datelo anche; non usate la vostra autorità per imporre a forza le vostre vedute; imparate ad ascoltare i consigli anche di altri che lavorano nel campo di DIO perchè NON CI SIETE SOLO VOI. Il mondo non gira attorno a voi, anche se magari lo pensate. Esistono altri ministri, altri anziani, altri operai che operano nella chiesa di Dio e che sono guidati da Dio. Vi siete innalzati fin troppo e l’ETERNO VI ABBASSERA’ e lo farà davanti a tutti.

“E tutti rivestitevi d’umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi ma dà grazia agli umili.” (1 Pi 5:5)

“Ma molti primi saranno ultimi e molti ultimi, primi.” (Mc 10:31)

 
Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Le opere della carne: contesa

Le contese rientrano tra le opere della carne, secondo che è scritto: “Or le opere della carne sono manifeste, e sono:...

La visualizzazione creativa confutata

La visualizzazione creativa è una tecnica meditativa mediante la quale con l’immaginazione - dicono i suoi sostenitori - si possono determinare...

Sognavo l’inferno – la testimonianza di un ex-mulsumano

Sono nato da una famiglia saudita, in Arabia Saudita, e vissuto molto vicino a Mecca, sono cresciuto in un ambiente...

Chiudi