Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

L’ordine del parlare in altre lingue in una assemblea di santi

L’ordine stabilito da Dio per il parlare in altre lingue durante l’assemblea dei santi è il seguente:

1) Siano AL PIU’ tre persone a farlo

2) dev’essere UNO DOPO l’ALTRO, e quindi non insieme nello stesso momento

3) e SOLTANTO se c’è qualcuno che ha il dono di interpretazione delle lingue. Se non c’è qualcuno che interpreti si devono tacere e parlare a loro stessi e a Dio.

Infatti leggiamo:

“Se c’è chi parla in altra lingua, siano due o tre al più, a farlo; e l’un dopo l’altro; e uno interpreti; e se non v’è chi interpreti, si tacciano nella chiesa e parlino a se stessi e a Dio. ” (1 Co 14:27-28)

Dunque, quello che assistiamo nella maggior parte delle chiese pentecostali dove ci sono tanti credenti che parlano in lingue nello stesso momento è qualcosa DA RIGETTARE perchè CONTRARIO ALL’ORDINE DI DIO.

Ci sono delle chiese pentecostali che quando entri c’è una confusione e non si capisce più niente perchè tutti stanno parlando in altre lingue (sempre se sono vere perchè bisogna dire che molti sono suggestionati e proferiscono parole o sillabe a caso).

Fratelli e sorelle nel Signore, rigettate le pratiche, le abitudini o i modi di fare che vanno contro o che sono diversi da quanto abbiamo scritto nella parola di Dio.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
DIO è misericordioso. Immensa è la Sua misericordia.

DIO è misericordioso. Egli è il Padre delle misericordie. A Lui appartiene la misericordia. La Sua misericordia è molto grande,...

Un’altra eresia di Mario Gozzi

Mario Gozzi nel video in fondo all'articolo afferma che il passo di Ebrei 12:14, che è il seguente: “Procacciate pace...

L’omicida suicida che credeva nell’eresia distruttiva «una volta salvati sempre salvati»

George Sodini, il 48enne autore della strage nella palestra di Pittsburgh avvenuta nell’agosto del 2009 (link), nella quale dopo avere...

Chiudi