Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Il nostro nemico comune è il diavolo, ed egli vuole distruggerci

In una preghiera, il Re Davide, ha scritto queste parole:

«Il mio nemico somiglia ad un leone che brama lacerare, ad un leoncello che s’appiatta ne’ nascondigli.» (Salmo 17°:12)

L’apostolo Pietro, parlando sempre del nostro particolare nemico comune, che è il diavolo, il serpente antico, Satana, ha scritto queste parole:

«Siate sobrî, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno a guisa di leon ruggente cercando chi possa divorare. Resistetegli stando fermi nella fede, sapendo che le medesime sofferenze si compiono nella vostra fratellanza sparsa per il mondo.» (1 Pietro 5:8-9)

Il nostro nemico comune è il diavolo, ed egli vuole distruggerci, di certo non vuole il nostro bene, ma solo il nostro male. Egli ci vuole divorare, cerca in tutti i modi di contrastare e fare queste cose:

– vuole evitare che siamo edificati e cresciamo spiritualmente leggendo le sacre Scritture (ti fa nascere mille problemi, sia di impedimenti e pensieri, per fermarti dal leggere la Parola di Dio);

– vuole che disubbidiamo a Dio e trasgrediamo i suoi comandi, in modo che ci contaminiamo spiritualmente e non ci santifichiamo (ti inganna facendoti credere che fare il male non è male, ma bene);

– vuole fermare di predicare la verità della Parola di Dio e tutto il Suo consiglio alla Chiesa (ti fa credere che se tu predichi la verità, tutti se ne andranno e sarai colpevole per questo; invece non è così, perché tu, che hai la responsabilità di predicare alla Chiesa, se non predichi la verità e non predichi tutto il consiglio di Dio, perché così tu manderai in perdizione le anime; se le anime se ne vanno dopo aver loro predicato la verità, allora non ne sarai responsabile);

– vuole fare in modo che non dedichiamo del tempo per pregare tutti i giorni, per evitare che entri in comunione con Dio e tu sia riempito della pace e della gioia che solo da Lui provengono;

– vuole farti credere che non è necessario frequentare i fratelli (non è importante frequentare per forza un locale di culto, ma i fratelli sì è doveroso frequentarli ed avere comunione con loro, a casa soprattutto);

– vuole farti credere che devi dare i tuoi soldi solo al pastore e non ai poveri (se senti nel tuo cuore di donare, ricordati che devi donare ai poveri, e non a chi i soldi ce li ha e vive già bene di suo);

– vuole farti credere che il digiuno non è più per oggi, non è necessario (invece il digiuno è una grande CASSA DI RISONANZA verso il cielo delle nostre preghiere, umiliandoci e facendo sentire forte la nostra voce davanti a Dio);

– vuole farti credere che qualsiasi cosa farai, tu sarai benedetto lo stesso (questo non è vero, ed è un pensiero che è come una radice velenosa, perché ti uccide spiritualmente piano piano, in quanto oggi per questo pensiero sarai ribelle per una minima cosa, domani per una più grande, e così via, fino a sviarti del tutto e, se muori in quella condizione, sarai gettato all’inferno);

– vuole farti credere che la salvezza è dipesa da te, e non solo da Dio, in modo che non dai tutta la gloria e il ringraziamento a Dio (questo pensiero sbagliato non ti permetterà di capire come Dio opera, e cioè che Egli salva chi vuole Lui e non dipende né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia a chi vuole);

– vuole farti credere che Dio non punisce i peccatori, siano essi credenti o non credenti (in questo modo uno si illude, e non capisce perché viene colpito da qualche malattia, che può essere mandata da Dio o per punizione o per prova; molti vanno in crisi spirituale nel momento in cui sono vagliati fortemente nella loro fede da qualche persecuzione, prova particolare o malattia).

Quindi, ricordati di tali cose e di altre, che il diavolo viene solo per uccidere, distruggere e rubare, e anche in mezzo alla Chiesa sono molti i servi del diavolo, che cercano in tanti modi di far perdere la fede ai santi.

Bisogna, dunque, vegliare e stare in guardia, non sottovalutando niente e nessuno, perché dobbiamo tutti giungere rimanendo nella fede sino alla fine e santificandoci, per piacere a Dio in ogni cosa ed entrare, alla fine, nel regno celeste.

La preghiera e lo studio della Parola sono cose che vi aiuteranno molto per farvi perseverare fino alla fine nella fede e nella santificazione.

Badate che nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
I tanti motivi per cui sono uscito dalle ADI

Pace a tutti i fratelli nel Signore. Mi chiamo Aldo Prendi e mi sono convertito al Signore Gesù Cristo nell’agosto...

La storia di Gesù di Nazareth, il Salvatore del mondo

Ai giorni dell’imperatore Cesare Augusto, una giovane vergine di Nazareth (una cittadina della Galilea) che era stata promessa sposa a...

Come opera il diavolo in molte Chiese

".... il serpente sedusse Eva con la sua astuzia ...." (2 Corinzi 11:3) Vi spiego come opera il diavolo in...

Chiudi