Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Schernire il prossimo è peccato. Gli schernitori subiranno l’ira di Dio

 

Schernire significa “fare oggetto di una derisione sprezzante e offensiva” ed è sinonimo di sbeffeggiare, deridere. Quindi lo schernitore è qualcuno che deride il prossimo in maniera offensiva mancandogli di rispetto. Anche questa rientra tra le opere malvagie di cui il mondo è pieno, perché il mondo è pieno di gente che schernisce il prossimo in maniera spietata. Tra l’altro anche questo fu predetto, secondo che è scritto:

“Nell’ultimo tempo vi saranno degli schernitori che cammineranno secondo le loro empie concupiscenze” (Giuda 18)

Coloro che prendono piacere nel deridere il proprio prossimo, sia perché per qualche ragione si ritengono superiori o sia perché il prossimo ha qualche difetto fisico o mentale, si comportano da malvagi e per questo non rimarranno impuniti da Dio. Sappiate che per queste cose viene l’ira di Dio, la quale prima o poi si abbatte con furore sopra coloro che si pentono.
 
Ma come ti permetti a deridere e ad insultare il tuo prossimo? Non sai forse che sei polvere, un vaso di terra, rottame fra i rottami, e basta poco affinché ti diparta da questa terra? Anche se sei ricco, se sei laureato, se sei conosciuto, tu non sei superiore agli altri tuoi simili perché come già detto prima sei un vaso di terra, un vapore che presto scompare.
 
Smettila dunque di schernire il tuo prossimo altrimenti anche tu non scamperai l’ira ardente di Dio che si sta accumulando sopra il tuo capo. L’inferno è pieno di schernitori che sono morti nei loro peccati. Chiedi perdono a Dio per questo, e fa frutti degni di ravvedimento chiedendo perdono a coloro che hai ferito con i tuoi scherni.
 
Se ancora non hai fatto pace con Dio per mezzo di Cristo ravvediti e e credi nel vangelo che è il seguente: Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; fu seppellito; risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; apparve a molti dei Suoi discepoli.

“ma quelli si beffarono de’ messaggeri di Dio, sprezzarono le sue parole e schernirono i suoi profeti, finché l’ira dell’Eterno contro il suo popolo arrivò al punto che non ci fu più rimedio.” (2 Cronache 36:16)

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Confutazione di alcune eresie che permettono le nuove nozze

    Giorgio Peyrot, pastore valdese, in un articolo intitolato ‘Il problema del divorzio e delle seconde nozze nella disciplina...

I Gesuiti e il nuovo ordine mondiale

Vi propongo quest'articolo che contiene altre informazioni interessanti, che vi invito ad approfondire e a giudicarle da voi stessi.  Come vi esorto...

Il gran risveglio sulle colline di Khasya

Un pomeriggio mi chiamò un’amica; aveva passato parecchi anni in India, dove aveva imparato le sue lezioni e maturato la...

Chiudi