Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

I servitori di Dio devono ordinare e fare in modo che nella Chiesa non vengano insegnate dottrine diverse da quelle degli apostoli

L’apostolo Paolo ha scritto queste parole a Timoteo:

«Ti ripeto l’esortazione che ti feci mentre andavo in Macedonia, di rimanere a Efeso per ordinare ad alcuni di non insegnare dottrine diverse e di non occuparsi di favole e di genealogie senza fine, le quali suscitano discussioni invece di promuovere l’opera di Dio, che è fondata sulla fede» (1 Timoteo 1:3)

Paolo aveva a cuore la crescita spirituale dei santi e sapeva che è necessario vegliare sul gregge di Dio e combattere, per fare in modo che non entrino dei lupi rapaci in mezzo al gregge di Dio. Tra le cose che i sorveglianti del gregge devono fare, vi è quello di impedire ai lupi di insegnare false dottrine, ricordando sempre che sono false dottrine tutte quelle che contrastano con gli insegnamenti di Gesù Cristo e degli apostoli.

Alcune volte, le dottrine diverse vengono proposte ai santi da coloro che sono già dentro la Chiesa, che godono di una certa credibilità tra i santi, di conseguenza incontrano meno opposizione quando propongono le loro falsità. Questo lo dice sempre Paolo agli anziani di Efeso:

«Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue. Io so che dopo la mia partenza entreranno fra voi de’ lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge; e di fra voi stessi sorgeranno uomini che insegneranno cose perverse per trarre i discepoli dietro a sé. Perciò vegliate, ricordandovi che per lo spazio di tre anni, notte e giorno, non ho cessato d’ammonire ciascuno con lacrime.» (Atti 20:28-31)

Purtroppo, è doveroso anche ricordare che, molte volte le false dottrine sono anche piacevoli da sentire, perché assecondano i desideri della carne dei credenti, quindi le pecore del Signore non si opporranno a tali falsità, tanto più se vengono insegnate da uomini che sono all’interno della Chiesa e godono già di una certa credibilità. È a causa di ciò che devono agire gli anziani e il pastore della della Chiesa, i quali sono i sorveglianti del gregge, e devono mettere in atto tutto ciò che è in loro potere per poter fermare le falsità e le dottrine diverse che stanno iniziando a diffondersi a cagione di coloro che si sono sviati dalla verità, fino a spingersi, se è necessario e se coloro che vengono ammoniti rimangono impenitenti, ad espellere tutti quei credenti che non insegnano le stesse dottrine che sono presenti nella Bibbia e che sono state prima insegnate da Gesù e dagli apostoli. Certo, l’applicazione della disciplina può sembrare dura, eccessiva, ai credenti semplici e ancora deboli della Chiesa, ma questi devono sapere che è una cosa necessaria da compiere in difesa delle pecore del Signore, a cui i sorveglianti sono stati demandati e se non lo facessero ne renderanno conto a Dio dei danni che ne deriverebbero alle anime dei semplci. Per comprendere meglio le motivazioni che possono portare i sorveglianti del gregge a prendere certe decisioni drastiche, è utile conoscere bene le dottrine diverse, false e dannose che costoro insegnano per i propri interessi, e non per l’interesse comune della Chiesa. Per fare ciò bisogna studiare attentamente le sacre Scritture, poi prendere le dottrine proposte dai ribelli e cianciatori e seduttori di menti, e confrontarle per verificare gli effettivi danni che esse possono portare nell’animo dei santi. Una volta che sono ripresi, e invece di ravvedersi si induriscono, questo indurimento è più grave delle dottrine diverse che insegnano, perché manifestano un ANIMO RIBELLE, proprio come fecero Kore, Dathan e Abiram (cfr Giuda 1:11; Numeri 16:1-35), e se non stanno attenti e non ritornano nella retta via, rischiano di fare la stessa fine che fecero quegli uomini d’Israele nel deserto.

Cari nel Signore, alla luce di ciò che insegnano le Scritture sacre ispirate dallo Spirito santo, vi esorto a credere solo agli insegnamenti di Gesù e degli apostoli e a rigettare tutto ciò che li contrasta. Badate dunque come ascoltate, vegliate, esaminate ogni cosa e ritenete solo il bene. Ricordatevi sempre che un albero cattivo non può fare frutti buoni.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
A proposito dell’andare al mare…

In questa nazione, verso la fine della primavera, appena le giornate cominciano a farsi abbastanza calde, avviene questo; le spiagge...

Meditazione sulla risurrezione dei santi che avverrà in quel ‘giorno’

Molte persone si domandano cosa accadrà il giorno in cui ritornerà il Signore e come avverrà la risurrezione dei morti....

I comandamenti del Signore nel nuovo testamento

  Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre...

Chiudi