Pages Menu
Categories Menu

Posted by | 0 comments

Testimonianza di Emanuele Tierno (come Dio l’ha predestinato a salvezza)

Salmi 71:6 Tu sei stato il mio sostegno fin dal grembo materno, tu m’hai tratto dal grembo di mia madre; a te va sempre la mia lode

Era il 10/03/1986 quando mia madre fu ricoverata in ospedale per partorirmi. Nella visita pre-parto il dottore si accorse che il mio cuore non batteva più, disse a mia madre che ero morto e dovevano farle il cesareo per buttare via il feto. Mia madre pianse tanto, ma nel cuore già sapeva che qualcosa di brutto stava per succedere, poiché la notte prima fece un sogno in cui era in una stanza piena di demoni, lei aveva paura, ma all’improvviso un uomo che emanava una luce abbagliante arrivò, la prese per mano e l’accompagnò per tutto il corridoio di questa stanza. Quei demoni digrignavano i denti dall’odio, ma non poterono farle niente poiché quell’uomo era con lei. Ad un certo punto l’uomo si voltò verso mia madre e le disse: Non temere qualunque cosa accada, io sono con te. Mia madre rispose: Se lo farai nascere lo chiamerò Emanuele, poi si svegliò. In quel giorno il dottore fece l’operazione, ma con grande sorpresa che poi si tramutò in gioia, io nacqui per la gloria dell’Eterno.

Isaia 43:1 Ma ora così parla il SIGNORE, il tuo Creatore, o Giacobbe, colui che ti ha formato, o Israele! Non temere, perché io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome; tu sei mio!

Nell’anno 89/90 a soli 3 anni una grave malattia mi colpì, facendomi abbassare le piastrine fin quasi a farle sparire completamente. Quando i miei genitori mi portarono in ospedale, il dottore che mi visitò disse ai miei che non c’era tanto da fare e che dovevamo affidarci a DIO. Mia madre si fece prendere dal panico, anche perché io avevo appena espulso sangue dalle feci e il dottore disse che se arrivavo a quel punto non c’era più nulla da fare. Proprio nel momento più buio, mia madre per la misericordia di DIO, sentì il bisogno di pregare il Signore e gli disse: io tengo nascosto che mio figlio ha perso sangue nelle feci ma tu guariscilo, poi si addormentò. Quella stessa notte, sognò lo stesso uomo che la custodì in quella stanza piena di demoni 3 anni prima, che le disse: Non ti ho forse detto di non temere? Emanuele è mio mi appartiene, tu non temere. Quando l’indomani si svegliò, era più tranquilla e serena, e nei giorni avvenire in tutte le visite che mi fecero notarono il mio miglioramento, le piastrine tornavano al loro livello, mi dimisero senza sapere perché mi avvenne tutto ciò e come mai guarì da un giorno all’altro (ma io ora so che tutto ciò avvenne affinché fu, e sia data gloria all’Eterno).

Così, con mia madre che mi raccontava queste cose, e la voglia di sapere sempre di più, la mia fede aumentava giorno dopo giorno già da piccolo, ma crescevo in una famiglia a stampo cattolico, quindi anche se il mio amore verso Gesù era grande, il mio zelo cresceva anche verso la madonna e le immaginette dei vari santini. A differenza degli altri bambini a me piaceva parlare di Gesù e della madonna, andavo al catechismo e all’età di 12 anni diventai chierichetto. All’epoca crescevo sognando di diventare prete, ma iniziai a leggere la Bibbia e vedevo che i cattolici non si comportavano come diceva Dio, allora iniziai a fare domande, chiedevo: Perchè se Dio dice di non pregare i santi e di non inginocchiarsi dinnanzi alle statue noi lo facciamo? Perchè serviamo le statue di pietra? Perchè gli diamo dei soldi, le portiamo in spalla, gli accendiamo le luci? Perchè veneriamo la madonna? Chi è la madonna? A tutte queste domande non vi erano risposte, l’unica cosa che mi si diceva era: la Bibbia deve leggerla chi studia, non è per tutti.

Così iniziai a dubitare del cattolicesimo e me ne allontanai, continuai a cercare la verità altrove perché dentro di me sentivo che dovevo scoprire la verità.

Dopo un po’ di tempo iniziai a studiare con i testimoni di Geova, andai anche un paio di volte nella loro “sala del regno”, ma grazie siano rese a DIO, mai mi avvicinai così tanto da farmi battezzare, perché trovai delle incoerenze in quello che dicevano con quello che era scritto nella Bibbia, allora mi misi a fare delle ricerche su di loro e venne fuori tutto il marcio che li concerne. Scoprendo tutto ciò, mi allontanai anche da loro ma continuai a cercare la verità, mi dicevo: deve pur esserci da qualche parte, così dopo i cattolici e i tdg, iniziai a studiare i mormoni e il loro libro di mormon, poi scientology, fino ad arrivare all’islam (che tramite un amico iniziai a studiare) che abbandonai quasi subito perché nella loro incoerenza professavano pace, ma hanno un “profeta” che ammazzava per imporre le sue idee, e un dio che approva le menzogne. Facendo il punto della situazione, mi accorsi che avevo buttato solo tempo e mi ero molto demoralizzato, non mi resi conto che cercavo la verità nell’uomo e non in DIO, e stolto come ero non realizzai nemmeno che l’Eterno nella sua misericordia mi preservò da tutte quelle eresie demoniache.

Cosi all’età di 17/18 anni, rimanendo deluso da tutto ciò, abbandonai la mia ricerca della verità, non ne volevo sapere più nulla, mi diedi completamente al mondo e a tutte le sue concupiscenze, entrai nel campo della musica poi in quello della moda, volevo solo piacere agli altri ed apparire. Mi diedi alla droga per un brevissimo periodo (grazie a Dio), poi al sesso con le sue perversioni, ero diventato un ladro, un bugiardo, un bestemmiatore e nulla più mi appagava, volevo sempre di più e quando lo ottenevo non mi bastava mai.

Salmi 32:3-5 Finché ho taciuto, le mie ossa si consumavano tra i lamenti che facevo tutto il giorno. Poiché giorno e notte la tua mano si appesantiva su di me, il mio vigore inaridiva come per arsura d’estate. Davanti a te ho ammesso il mio peccato, non ho taciuto la mia iniquità. Ho detto: «Confesserò le mie trasgressioni al SIGNORE», e tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato.

Nell’anno 2010 all’età di 24 anni, attraversai un periodo in cui mi sentivo fortemente oppresso, per me non aveva più senso nulla, andavo a lavoro tornavo a casa e andavo a letto, ero sempre triste e non volevo la compagnia di nessuno, di notte non riuscivo più a dormire, soffrivo di insonnia e di giorno non vedevo l’ora di tornarmene a letto. Finché una notte d’estate mi alzai dal mio letto e andai fuori sul terrazzo, caddi a terra e invocai l’Eterno gli dissi: Signore se ci sei dammi un segno, vieni a salvarmi perché io non ce la faccio più, non voglio più vivere così! Avevo la testa a terra mentre invocavo Dio, ma all’improvviso sentii dentro di me che dovevo alzare la testa e appena lo feci, dinnanzi a me si manifestò una nuvola bianca all’altezza della mia testa, guardandola potei ammirare il suo splendore e il suo colore, un bianco cosi puro che non avevo mai visto prima, ne dopo ho visto più. Quella nuvola mi mise dentro una gioia una felicità una serenità mai avuta, allo stesso tempo però mi intimorì, non potevo guardarla non mi sentivo degno, ma capii che Dio, il mio Signore era venuto a salvarmi e quel giorno io finalmente trovai la Via e la Verità.

Giovanni 14:6 Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

 

Emanuele Tierno

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Contraland – sul traffico di persone e sulla pedofilia

Un documentario (in inglese) sulla realtà del traffico di persone e su come operano certe categorie di pedofili: https://www.youtube.com/watch?v=cnFlSvDycY0 Putroppo...

Il ‘mago’ Linus in una chiesa evangelica pentecostale

E così, come era stato annunciato, il mago Linus si è presentato nel locale di culto della Chiesa Evangelica Pentecostale...

Gli illuminati e i massoni hanno come obiettivo impiantare un microchip RFID su tutti gli uomini

Nel 2007, poco tempo prima di morire, Aaron Russo (1943-2007), un produttore cinematografico americano e politico, durante una intervista rilasciata...

Chiudi