Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

‘Ti manderò quell’uomo’

Archibald H. Cooper, che è identificato con l’opera pentecostale in Sud Africa sin dai primi giorni, alcuni anni fa tenne alcuni riunioni sotto la tenda in Durban. Sei o sette Zulù vennero a questa riunione. Uno degli Zulù gli disse: ‘Alcuni mesi fa stavo pregando Dio affinché si rivelasse a me e mi mostrasse che cosa io dovevo essere e fare. Come continuai nella preghiera, aspettando una rivelazione da parte di Dio, Egli mi diede una visione. Nella visione io vidi un uomo, e sentii Dio dire: ‘Ti manderò quell’uomo. Egli ti insegnerà la via. Ascoltalo. Egli sarà il tuo padre spirituale e consigliere’. Quando sono entrato sotto questa tenda l’altra sera, sapevo che ti avevo già visto. Rimasi confuso. Tentai di ricordarmi dove ti avevo visto. Improvvisamente mi balenò, ‘Questo è l’uomo che tu vedesti nella visione’.
 
Tratto da: Stanley H. Frodsham, With Signs Following: The Story of the Pentecostal Revival in the Twentieth Century (Con i segni che seguono: la storia del Risveglio Pentecostale nel ventesimo secolo), Springfield, Missouri, 1946, pag. 159-160

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Anche io lo dico: l’opera mia è per un Re, il Re dei re, Gesù Cristo

"io dico: l'opera mia è per un re" (Sl 45:1) I credenti in Cristo Gesù devono sempre tenere presente che...

Gesù è morto per tutti ma solo gli eletti beneficeranno del suo sacrificio

Gesù Cristo è morto per tutti gli uomini secondo che vi sono scritti i seguenti passaggi: “Poiché v’è un solo...

Il potere dei gesuiti

Vi propongo questa intervista fatta da un certo Martin ( che non so chi sia) ad Eric Phelps, autore del...

Chiudi