Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by | 0 comments

“faccio piombar su lei, a un tratto, angoscia e terrore” – un esempio dei tremendi giudizi di Dio su coloro che fanno il male

Ecco come ha parlato Iddio al suo popolo che si era dato a fare il male, il quale dopo aver ricevuto ed udito svariate esortazioni e riprensioni, non ha voluto sapere di convertirsi e di abbandonare le sue vie malvagie.

Parole moldo dure e severe che parlano di giudizi tremendi! 

Leggete e ponetevi mente:

“Ma l’Eterno mi disse: ‘Quand’anche Mosè e Samuele si presentassero davanti a me, l’anima mia non si piegherebbe verso questo popolo; caccialo via dalla mia presenza, e ch’ei se ne vada! E se pur ti dicono: – Dove ce ne andremo? tu risponderai loro: – Così dice l’Eterno: Alla morte, i destinati alla morte; alla spada, i destinati alla spada; alla fame, i destinati alla fame; alla cattività, i destinati alla cattività. Io manderò contro di loro quattro specie di flagelli, dice l’Eterno: la spada, per ucciderli; i cani, per trascinarli; gli uccelli del cielo e le bestie della terra, per divorarli e per distruggerli. E farò sì che saranno agitati per tutti i regni della terra, a cagione di Manasse, figliuolo di Ezechia, re di Giuda, e di tutto quello ch’egli ha fatto in Gerusalemme.

Poiché chi avrebbe pietà di te, o Gerusalemme? Chi ti compiangerebbe? Chi s’incomoderebbe per domandarti come stai? Tu m’hai respinto, dice l’Eterno; ti sei tirata indietro; perciò io stendo la mano contro di te, e ti distruggo; sono stanco di pentirmi. Io ti ventolo col ventilabro alle porte del paese, privo di figli il mio popolo, e lo faccio perire, poiché non si converte dalle sue vie. Le sue vedove son più numerose della rena del mare; io faccio venire contro di loro, contro la madre de’ giovani, un nemico che devasta in pien mezzodì; faccio piombar su lei, a un tratto, angoscia e terrore. Colei che avea partorito sette figliuoli è languente, esala lo spirito; il suo sole tramonta mentr’è giorno ancora; è coperta di vergogna, di confusione; e il rimanente di loro io lo do in balìa della spada de’ loro nemici, dice l’Eterno’.” (Geremia 15:1-9)

Che questo serva di monito a coloro che fanno il male e non ne vogliono sapere di convertirsi e di abbandonare tali vie malvagie!

Dio è buono e misericordioso, ma è anche giusto, tremendo, severo, un fuoco consumante e un vendicatore. Purtroppo spesso nelle svariate chiese evangeliche si parla sempre e solo dell’amore di Dio, della Sua bontà e della Sua misericordia ma non si parla mai, o quasi mai, dei tremendi giudizi di Dio che si abbattono su coloro che sono ribelli  ai suoi comandamenti e che quindi fanno il male agli occhi Suoi.

Dunque se vi siete messi a fare il male, e a percorrere una via malvagia; se continuate a vivere nella disubbidienza e nella ribellione contro Dio, anche dopo essere stati diverse volte ripresi ed esortati, allora dovete temere perchè se continuate e non vi convertite i giudizi di Dio certamente vi piomberanno sul capo, in un momento quando non ve lo aspettate, ad un tratto!

Ravvedetevi e abbandonate le vostre vie malvagie fin quando v’è tempo! Perchè ad un certo punto non vi sarà più tempo per il ravvedimento e sarà il momento dei giudizi.

Dio va temuto. A Lui è dovuto il timore e la riverenza!

 

Haiaty Varotto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi altro:
Intervista sui Gesuiti nel mondo all’autore di Vatican Assassins

“Liberty and Justice for All” intervista Eric Jon Phelps. In questa intervista, verranno affrontati temi quali ordine dei gesuiti, massoneria,...

“Signore se tu vuoi, tu puoi”

Anche questa è manifestazione di fede: "Ed avvenne che, trovandosi egli in una di quelle città, ecco un uomo pien...

Ancora sulla falsità della terra piatta

I Cristiani non devono passare per gente superficiale e credulona, ma per persone intelligenti e savie che si informano bene...

Chiudi